Il college non è per tutti i giovani adulti ed è ora che i genitori lo accettino

Adolescenti
college-non-per-tutti

Stanley Morales/Pexels



Dieci anni fa, uno dei miei amici ha aperto un parrucchiere, impiegando altri due stilisti. Imposta il proprio programma, di solito lavorando solo tre giorni alla settimana e lasciando il tempo per accompagnare le gite dei suoi figli e prendersi cura delle commissioni domestiche. Anche i fine settimana e le vacanze sono suoi. Si fa i capelli da quasi 20 anni e si guadagna da vivere, e non ha mai messo piede in un'aula universitaria. La sua formazione è venuta dalla scuola e dall'esperienza di cosmetologia.

L'idea che i ragazzi debbano andare all'università per avere successo nella vita, per fare qualcosa di se stessi, è una narrativa falsa e dannosa. È anche estremamente privilegiato. Andare al college e laurearsi con una laurea quadriennale richiede molto supporto e accesso alle risorse.





Charles DeLoye/Unsplash

Chiediamo ai bambini fin da piccoli, cosa vuoi fare da grande? Più piccolo è il bambino, più divertenti e creative sono le sue risposte. Vogliono essere nacho-tester o videogiocatori professionisti. Alla fine decidono che sarebbe divertente essere un dottore, un insegnante o un astronauta. È tutto divertimento e giochi fino a quando i bambini non sono all'ultimo anno delle superiori, a volte anche junior, e chiediamo loro di proclamare il resto della loro vita, proprio ora.

Il percorso più accettato per il successo sembra essere quello di ottenere un ottimo punteggio su ACT e SAT, fare domanda per i college, scegliere un college e poi andare a scuola per quattro-otto anni, laureandosi con una laurea impressionante, o due o tre. Quindi dovrebbero intraprendere una carriera gratificante, vivendo felici e contenti.

la moglie fantastica su di me con un'altra donna

La realtà è che molti studenti non si adattano o non sperimentano questa fiaba, e questo dovrebbe andare bene. Spesso, tuttavia, non va bene, perché i genitori del bambino sono contrari a qualsiasi piano alternativo.

Capisco il desiderio di un genitore di vedere il proprio figlio laurearsi. Da un lato della mia famiglia, di tutti e dieci i cugini, sono stato il primo e l'unico di due a laurearsi. L'altra era mia sorella minore. Ci sono voluti anni di sacrifici, duro lavoro e sì, un po' di fortuna. Ho svolto tre lavori per pagare la retta universitaria e ho vissuto a casa, facendo il pendolare da e per la scuola cinque giorni alla settimana.



Il mio percorso è stato il college, ma è quando sono diventato un insegnante universitario che mi sono reso conto dei difetti significativi nell'aspettativa che il percorso migliore per il successo fosse una laurea. Durante i miei nove anni di insegnamento agli studenti, per lo più matricole, ho visto qualche lotta per tenere il passo con i corsi. Durante il nostro primo giro di conferenze, avrei scoperto perché.

Lo studente entrava nel mio ufficio, si lasciava cadere sulla sedia accanto a me, sospirava ed evitava il contatto visivo, facendo scorrere la bozza del suo tema davanti a me. Dato che avevo 70 studenti a semestre, non avevo tempo per giocare. Spostavo gentilmente il loro saggio da parte e chiedevo: Allora, che succede? Prima che me ne rendessi conto, avrebbero raccontato la stessa storia che avevo sentito più e più volte.

mi sento una fallita come mamma

Non hanno mai nemmeno voluto andare al college, ma i loro genitori hanno insistito. Lo studente riusciva a malapena a tenere la testa fuori dall'acqua, cercando semplicemente di superare tutte e quattro o cinque le lezioni mentre svolgeva un lavoro part-time e cercava di mantenere una certa vita sociale.

Quindi farei al mio studente una domanda che i suoi genitori non hanno fatto: cosa volevano? Penseresti che alzerebbero le spalle e direbbero che non lo sanno, ma in genere non era così. Spesso mi dicevano che desideravano andare a una scuola di cosmetologia o studiare riscaldamento e aria condizionata. Alcuni volevano diventare un camionista, un meccanico o un istruttore di fitness. Quando ho chiesto allo studente perché non stavano perseguendo ciò che volevano veramente, la risposta è stata quasi sempre la stessa. Mi guardavano, sconfitti nei loro occhi, e dicevano: I miei genitori.

Ho capito perfettamente. Chi detiene il denaro detiene il potere. Uno studente ha confessato che suo padre lo ha fatto sedere e gli ha detto: Andrai al college. Quella era l'intera conversazione. Il giovane adulto non aveva voce in capitolo.

Anche quando lo studente fa affidamento su borse di studio e prestiti, i suoi genitori spesso si aspettano che facciano il college e se ne vadano con una laurea. Molti credono che una laurea sia una garanzia, un biglietto per un ottimo lavoro e un futuro promettente.

Questo atteggiamento del tipo 'dico che va' era - ed è - ferendo i giovani adulti. Mi sono spesso chiesto quanti di loro fossero veramente dotati in una particolare area, ma stavano perdendo tempo e denaro nelle aule universitarie. Alcuni di loro avevano chiaramente bisogno di essere in ambienti di apprendimento pratici, non confinati da muri e scrivanie.

Non so cosa sia successo una volta che questi studenti hanno lasciato la mia classe. Ne vedevo alcuni nel corridoio e mi chiedevo se stavano bene. Hanno avuto il coraggio di parlare con franchezza alle loro famiglie di ciò che volevano? Le loro famiglie sosterrebbero la loro decisione?

Certamente, i genitori stanno cercando di essere pratici. Tutti vogliamo che i nostri figli crescano e trovino una carriera che li renda finanziariamente indipendenti (cioè non vogliamo che vivano nei nostri scantinati per il resto della loro vita). Tuttavia, non esiste un biglietto di sola andata per questo successo. Preferirei di gran lunga che mio figlio sapesse di essere supportato per quello che è e per quello che vuole diventare, quindi essere infelice in un percorso verso il successo che la società ha ritenuto più degno di riconoscimenti.

Charles DeLoye/Unsplash

Vorrei potermi sedere con i genitori degli studenti in difficoltà e dire loro la verità. La scuola a lungo termine non è per tutti. Le aule soffocano alcuni studenti. L'apprendimento del libro non è sempre intrigante o corroborante. Molti studenti non si adattano alle proverbiali scatole di apprendimento, e va bene così. Una scuola di quattro anni non è per tutti.

le migliori barzellette da raccontare ai tuoi amici

Ci sono così tante possibilità e vorrei che più genitori si unissero ai loro ragazzi e le esplorassero insieme. Quali sono le opzioni? Diamo un'occhiata alle scuole professionali, ai programmi di formazione, ai college comunitari e ai lavori che offrono un'ottima retribuzione, subito, senza una laurea.

Non sto incoraggiando i genitori ad abbassare le loro aspettative. Sto chiedendo loro di considerare di cambiare le loro aspettative e poi guardare il loro giovane adulto volare.