celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

In difesa del far piangere il tuo bambino

Maternità
in-difesa-di-lasciare-il-tuo-bambino-piangere-fuori-features

Ho solo intenzione di uscire e dirlo: ho lasciato che il mio bambino piange . Non ho intenzione di addolcirlo e chiamarlo Sleep Training, o di prendere tutte le informazioni tecniche e di etichettarlo come CIO. Ho lasciato piangere la mia bambina in modo che potesse imparare ad addormentarsi da sola. È stato orribile e di gran lunga la cosa più difficile che abbia mai dovuto fare per la mamma. Ed era estremamente necessario.

Una notte di dicembre, quando mio marito era in viaggio di lavoro, mia madre stava aiutando sua figlia priva di sonno a prendersi cura di sua figlia priva di sonno. (E non intendo solo oh-hai-un-bambino-ovviamente-non-ti-dormi-privo del sonno.) È stato un mese eccezionalmente duro, segnato dal temuto 4- regressione del sonno di un mese (seriamente, PTSD solo per averlo digitato), e avevo bisogno di backup.

Harper non avrebbe dormito. Ogni notte, ci volevano in media due ore per farla addormentare. Si addormentava allattando e io (oh così dolcemente) la mettevo nella sua culla, solo per lei svegliarsi di soprassalto e ricominciare tutto da capo. Una volta che l'ho fatta scendere con successo, si sarebbe svegliata ogni ora fino a un'ora e mezza. Tutti. Notte. Lungo. È stato brutale.



Sia io che il mio bambino avevamo un disperato bisogno di dormire, e non lo stavamo ottenendo. Quindi, la decisione è stata presa. Insegnerei al mio bambino come addormentarsi da solo. Sapevo che sarebbe stato difficile, ma l'ho paragonato a portarla dal dottore per farsi iniettare. Piangeva (piangevo io), ma era qualcosa che dovevamo fare. Era ora di togliere le rotelle e lasciare che la mia ragazza imparasse.

nomi carini per chiamare il tuo ragazzo nel telefono

Quella prima notte, Harper pianse per 25 minuti. Mia madre guardava il baby monitor mentre io singhiozzavo sotto la doccia. Sono stata una mamma orribile. Stavo abbandonando il mio bambino. Mia madre ha cercato di consolarmi: sappiamo che non ha fame. Il suo pannolino è pulito. Sappiamo che è al sicuro e non è ferita. Giusto. lei vuole solo io . Questo è tutto. Sono tutto ciò che vuole in tutto il mondo intero, e non sono lì per lei. Il mio cuore si è spezzato in mille piccoli pezzi e mi sono sentito senza speranza.

E proprio quando ero sicuro di non potermi prendere un altro secondo, che mi sarei rotto fisicamente, la mia bambina ha smesso di piangere. Si è addormentata. Ma non ho sentito il sollievo che pensavo. Mi sentivo in colpa e triste. Ero certo che fosse emotivamente ferita e danneggiata. Sapevo solo che si era creato un cuneo permanente tra di noi e che il nostro rapporto non sarebbe mai stato lo stesso. Le lacrime non si fermavano.

Dopo un'orribile notte di sonno (per me, non per lei), sono corsa dalla sua culla non appena si è svegliata la mattina dopo. Volevo prenderla in braccio e non lasciarla mai andare, mentre mi scusavo ancora e ancora. Volevo ricordarle che l'amavo infinitamente.

posti divertenti per bambini a brooklyn

Quando sono entrato nel suo vivaio, la mia ragazza stava sorridendo. Lei era contento . Come potrebbe essere felice? Non era ancora incazzata con me? Non portava rancore? No. Era semplicemente felice. E ben riposato.

Ogni notte migliorava, piangendo sempre meno. Sapere che avremmo dovuto affrontare di nuovo l'angoscia della prima notte mi ha spinto a superare le due notti successive. Erano ancora duri. Mia madre guardava ancora il monitor e io continuavo a piangere a dirotto. Ma ogni mattina, Harper si svegliava con un sorriso.

Sì, abbiamo ancora notti difficili e i pisolini non sono perfetti. Ma ora dorme molto meglio e nel complesso è una bambina più felice.

trivia night domande e risposte 2016

Sicuramente non ho preso la decisione alla leggera. Ecco i 5 motivi per cui ho lasciato piangere il mio bambino:

1. Avevamo bisogno di dormire. Voglio dire, eh. Giusto? Ma come mamme, siamo altruiste. Se i nostri bambini hanno bisogno di mangiare, gli daremo da mangiare, anche se il nostro stomaco brontola perché abbiamo vissuto per giorni con cereali stantii. Potrei correre sui fumi per prendermi cura del mio nuovo bambino? Sì, potevo (e l'ho fatto). Ma non ero l'unico a essere privato del sonno. Anche il mio bambino aveva bisogno di un sonno di buona qualità, e semplicemente non lo riceveva. Era pignola e stanca per la maggior parte del tempo, e ciò di cui aveva bisogno più di ogni altra cosa era dormire.

Due. Non siamo riusciti a dormire insieme. Una notte, nella mia lotta per provare qualsiasi cosa per far addormentare Harper, ho deciso di provare il co-sleeping. Conosco famiglie che lo adorano e ne vantano l'efficacia nell'ottenere a tutti un sonno di buona qualità. Era la mia ultima risorsa (penultima, suppongo), e sapevo che dovevo provarla. All'una di notte, dopo che il consueto dondolare, allattare, accarezzare e far addormentare Harper nell'ultima ora era fallito, ci siamo sdraiati sul letto degli ospiti. Ho creato una barricata dietro di lei, mi sono assicurato che non ci fossero coperte o cuscini a meno di 100 metri da lei (un'esagerazione, ma non proprio), l'ho cullata con un braccio protettivo, ho chiuso gli occhi e mi sono rannicchiata per la notte. Bene, questo era il piano. Non riuscivo a mettermi a mio agio. Non potevo rilassarmi. Tutti gli avvertimenti che avevo letto mi balenarono in testa. Poi, ho sentito ridacchiare. Ho aperto gli occhi per vedere la mia ragazza, completamente sveglia, pronta a giocare nel nuovo forte che mamma aveva creato. Fallire.

3. Mi è mancato mio marito. Avere un bambino è una rottura in un matrimonio (understatement?). Avere un bambino che non dorme e tuo marito si trasforma nel tuo (caldo) coinquilino. Mentre ero nella nebbia, inciampando nelle nostre giornate, intravedevo mio marito quando andava al lavoro la mattina, e basta. Finite le cene insieme e le coccole sul divano. Ero troppo impegnato a far addormentare il mio bambino. E quando non lo facevo, ero ossessionato dai modi (cercando su Google) per indurla a dormire.

4. Avevo bisogno di me. Amo il tempo di qualità con il mio bambino, e come mamma casalinga le mie giornate consistono principalmente in questo. Dalla mattina alla sera. Non sceglierei nessun altro modo. Ma adoro anche il mio tempo per me stesso. Alcuni giorni – quelli difficili – conto alla rovescia fino alle 530 p.m. tempo del bagno. So che ho un bicchiere di vino rosso e un nuovissimo episodio di L'addio al nubilato mi aspetta. E chi lo sa? Potrei anche diventare un po' matto e fare un bagno di bolle. È il mio momento e posso stare tranquillo sapendo che la mia bambina sta dormendo dolcemente nella sua cameretta.

sono pronto per una relazione?

5. Era l'opzione migliore per noi. Mi rendo conto che questo è un argomento controverso. Alcune mamme sono state lì e capiscono completamente. Altre mamme giudicano, pensando che sia egoista e crudele. Alcuni l'hanno provato, ma non ha funzionato per loro. Alla fine, lasciare che Harper insegnasse a se stessa come addormentarsi da sola ha funzionato per noi perché ha funzionato per lei. Era pronta e in fondo lo sapevo.

Come neomamme, ci viene costantemente detto il modo giusto di fare le cose e far dormire i nostri bambini è in cima a quella lista. Tutti e la loro madre (letteralmente) amano condividere le loro storie su come lo hanno fatto, insistendo che il loro è il modo migliore. Ma ciò che alla fine ha funzionato per noi è stato quando ho ignorato tutti gli altri, ho seguito il mio istinto di mamma e ho ascoltato la vera esperta: la mia bambina.