Puoi bere il tuo caffè senza paura dei problemi cardiaci e avevamo bisogno di questo regalo

Stile Di Vita
Successo e tranquillità a casa

Mamma spaventosa e Nando Martinez/Getty

occuparsi del controllo della suocera

Abbiamo tutti visto le tazze con frasi carine come , Ma prima, caffè o caffè, perché l'adulto è difficile. Milioni di americani iniziano la giornata con una tazza di Joe caldo e un sorriso sulle labbra. Alcuni continuano così tutto il giorno, alimentando i loro corpi con la caffeina. Ma è intelligente? Siamo stati avvertiti che troppo caffè potrebbe causare aritmie o battiti cardiaci irregolari. Un nuovo studio dice che non c'è bisogno di scollegare il Keurig dopotutto: il caffè non ti farà male al cuore.

Il Washington Post ha riferito su a studia dell'Università della California a San Francisco che ha esaminato più di 380.000 persone e ha analizzato le loro abitudini di consumo di caffè. Potrebbe sorprendere, ma i ricercatori non hanno trovato alcuna correlazione tra il consumo di caffè e un aumento del rischio di aritmie e nessun effetto sulla capacità del bevitore di caffè di metabolizzare il caffè.



Molti bevitori di caffè apprezzeranno l'analisi che ha anche scoperto che coloro che hanno bevuto più caffè erano potenzialmente in grado inferiore rischio di coaguli di sangue, ictus e insufficienza cardiaca a causa della fibrillazione atriale, una forma di aritmia. Lo ha affermato il CDC che entro il 2030 ben 12 milioni di persone negli Stati Uniti avranno la fibrillazione atriale. Nel 2018, AFib ha causato più di 25.000 morti negli americani. Sapere che il consumo di caffè non aumenterà queste statistiche porta un po' di sollievo a chi va su di giri con una dose giornaliera di caffeina.

Gregory Marcus, cardiologo e professore di medicina all'UCSF, e autore principale dello studio, ha detto al Washington Post che pensa che i risultati siano sufficientemente solidi da dimostrare che il divieto totale contro il caffè o la caffeina tra i pazienti aritmici o quelli preoccupati per l'aritmia probabilmente non sono appropriati.

Marcus e il suo team hanno studiato i dati del Biobanca britannica tra il 2006 e il 2018 e ha effettuato diverse analisi. In primo luogo, hanno dato un'occhiata alle abitudini di consumo autodichiarate e hanno scoperto che le persone che bevevano più caffè avevano meno probabilità di sviluppare battiti cardiaci irregolari. Infatti, ogni tazza di caffè era associata a un rischio di aritmia inferiore del 3%. Questo è stato trovato dopo aver preso in considerazione diversi fattori, tra cui cose come l'uso di alcol, il fumo, le malattie e l'attività fisica che potrebbero causare palpitazioni cardiache.

Eva-Katalin/Getty

I ricercatori hanno utilizzato un metodo noto come randomizzazione mendeliana. Questo tipo di rapporto non si basa sull'auto-segnalazione, che secondo loro potrebbe essere inaffidabile. Invece sono stati in grado di esaminare le varianti genetiche che possono influenzare il metabolismo della caffeina. È interessante notare che coloro che metabolizzano la caffeina più velocemente, bevono più caffè. Ma non è stata trovata alcuna relazione tra differenze genetiche e un maggiore rischio di aritmia.

I dati per il consumo di caffè e il suo legame con le aritmie hanno avuto risultati contrastanti, ha detto al Post Fred Kusumoto, un elettrofisiologo e direttore dei servizi di ritmo cardiaco presso la Mayo Clinic di Jacksonville, in Florida. Ma in generale, la maggior parte ha suggerito che non c'è alcuna relazione o forse un miglioramento con le aritmie associate al consumo di caffè.

Ha avvertito che sebbene questi dati mostrassero una correlazione positiva tra consumo di caffè e aritmie, non avrebbe iniziato a dire alle persone di iniziare a bere caffè al solo scopo di ridurre il rischio di battito cardiaco irregolare. Sebbene lo studio abbia coinvolto molti partecipanti e una ricerca approfondita, c'è ancora una possibilità di pregiudizi, secondo Daniel Cantillon, capo sezione associato di elettrofisiologia cardiaca e stimolazione presso la Cleveland Clinic che non è stato coinvolto nella ricerca sul caffè. Il metodo mendeliano è buono, ma non è perfetto.

le rose sono le viole rosse sono gli insulti blu

Ha suggerito al Post che idealmente non solo lo studio sarebbe stato randomizzato, ma includerebbe anche i gruppi che bevono caffeina e quelli che assumono un placebo. In questo modo, l'effetto delle aritmie potrebbe essere misurato per un periodo di tempo più lungo.

le rose divertenti sono poesie rosse sporche

La scienza è perfetta? No. Dovresti impazzire con il caffè come misura preventiva? No. Ma se ami il gusto della tua bevanda mattutina, non è necessario rinunciarvi, almeno non per il bene della salute del tuo cuore. Potresti finire con alcuni potenziali benefici bevendo il tuo caffè, più di una semplice diminuzione del rischio di fibrillazione atriale.

Se ti piacciono il gusto, il sapore e gli effetti immediati sulla tua concentrazione nel bere caffè, questo studio e altri studi simili sembrano suggerire che non ci sia alcuna penalità cardiovascolare associata al consumo di caffè, ha detto Cantillon.

Sappiamo da tempo che il caffè può avere alcuni vantaggi, tra cui l'aumento delle prestazioni fisiche e l'essere un bruciagrassi, ma ci sono potenzialmente effetti maggiori. Il caffè può ridurre i rischi di altre malattie come il diabete di tipo 2, il morbo di Alzheimer e la demenza e può potenzialmente ridurre il rischio di parkinson, secondo linea sanitaria . È anche un antiossidante naturale. E sappiamo tutti che può aiutare a dare un piccolo slancio al nostro passo.

Quindi vai al tuo bar preferito al mattino per un caffellatte veloce e magari un dolcetto. Te lo meriti. E chi lo sa? Il tuo cuore potrebbe ringraziarti per questo.