'Non giocare con il cibo' e altre regole genitoriali obsolete

Maternità
Gioca con il cibo

Getty Images/Immagini degli eroi



La genitorialità sembra un po' diversa in ogni generazione, e così anche i dibattiti su ciò che costituisce una buona genitorialità.

come giocare a obbligo o verità sporco?

Lo abbiamo imparato genitorialità autorevole —mantenere standard elevati pur rispondendo ai bisogni emotivi dei bambini—è più efficace di autoritario o genitorialità permissiva , per esempio. Mentre alcuni si aggrappano ancora alla tradizione e alla rigidità, la maggior parte dei genitori ha adottato un approccio più gentile e rispettoso nel crescere i propri figli rispetto alle generazioni passate, almeno tra i genitori che conosco.





Per illustrare questo punto, ecco alcune regole e idee genitoriali il cui tempo è arrivato e passato:

Non giocare con il cibo

A molti genitori non piace vedere i propri figli giocare con il cibo. Forse è perché ho una casa piena di creativi, ma non vedo il problema. Finché lo mangeranno e non lo sprecheranno, non ho problemi con i miei figli che ritagliano facce dai loro pancake o costruiscono un falò con i loro pretzel e formaggio. Chi non ha provato la gioia di mettere un'oliva o un lampone su ciascuna delle proprie dita? Finché lo mangerete, giocate via, ragazzi.

I ragazzi non piangono

È divertente come la società possa assecondare determinate idee per mooooolto a lungo, e come alcune di quelle idee sembrano assolutamente asine col senno di poi. Sì, i ragazzi piangono. E dovrebbero piangere. Sono esseri umani, proprio come le ragazze, con una gamma completa di emozioni umane. Mi chiedo sinceramente quanta parte della guerra mondiale sia stata causata direttamente o indirettamente da uomini che hanno avuto le loro emozioni schiacciate da bambini.

(Nota a margine: sai cos'altro fanno i ragazzi? Urla. Chiunque abbia inventato la frase Urla come una bambina non ha mai sentito nessuno dei miei nipoti urlare. Ognuno di loro ha urlato più forte e più alto delle loro controparti femminili.)

come essere civettuolo sul testo?

I bambini dovrebbero essere visti e non ascoltati

Devo ammettere che quando i miei figli non smettono di fare rumori casuali senza una ragione apparente o insistono nel parlare tutti contemporaneamente in macchina, questo sentimento suona piuttosto paradisiaco. Solo per un momento, però. Non riesco a immaginare di perdere il suono delle risate dei miei figli che risuonano per la casa o di guardare il loro gioco di finzione completo di effetti sonori impressionanti. Non riesco a immaginare di non voler ascoltare i pensieri e le domande dei miei figli sulle cose.

Smettila di piangere o ti darò qualcosa per cui piangere

Questo mi ha sempre reso triste. L'idea che un bambino venga minacciato di punizione dai suoi genitori solo per aver pianto è così lontano da qualsiasi ragionevole comprensione dello sviluppo del bambino e delle emozioni umane che non è nemmeno divertente. So quanto possa essere frustrante quando tuo figlio piange in modo incontrollabile, ma che ne dici di un po' di empatia. Forzare un bambino a ingoiare le lacrime per paura è un ottimo modo per creare un adulto gravemente stentato emotivamente.



Obbedisci ai tuoi anziani

Sono un fan del rispetto degli anziani, ma obbedire a loro è un'altra storia. Ci sono troppe storie di anziani che abusano della loro autorità o del loro potere sui bambini per fare in modo che obbedire agli anziani di default sia la regola. Insegno ai miei figli a trattare tutte le persone con rispetto, parliamo di imparare dalla saggezza e dall'esperienza di vita delle persone anziane e ci assicuriamo che capiscano l'importanza di seguire le regole e ascoltare chi è al comando. Ma non dirò loro che devono fare automaticamente tutto ciò che gli dice un adulto.

Pulisci il tuo piatto

Questa regola ha senso in tempi e luoghi di scarsità. Ma questo residuo dell'era della Grande Depressione non ha senso in tempi e luoghi di abbondanza. Conosco adulti a cui è stato detto di pulire il piatto o a cui non è stato permesso di alzarsi da tavola fino a quando non hanno mangiato tutto il loro cibo da bambini che non hanno mai imparato a riconoscere i propri segnali di fame e sazietà. Ancora una volta, non vogliamo sprecare il cibo, ma il cibo troppo mangiato è sprecato tanto quanto il cibo lasciato su un piatto. E per me è più importante sviluppare abitudini alimentari sane nei miei figli piuttosto che risparmiare qualche boccone di casseruola.

Quando sappiamo meglio, facciamo meglio. O dovremmo comunque. Mi chiedo come saranno i genitori tra qualche generazione. Quali ideali genitoriali abbiamo ora che cadranno nel dimenticatoio?