Lavorare da casa con mio marito - mentre ero genitore di quattro bambini piccoli - mi ha spinto al limite mentale

Mamma Lavoratrice
sam-test-3

Mamma spaventosa e Samantha Angoletta



Dobbiamo farlo funzionare. Questo non funziona. Tenevo un bambino esigente contro il fianco, mentre preparavo in fretta il Keurig per la fermentazione.

So che. Credi che non lo sappia? Sto provando. Devi solo dirmi di cosa hai bisogno. Lo bilanciamo. Il suo laptop è aperto sul bancone della cucina e sta scrivendo le risposte alla sua squadra mentre affetta le mele per il nostro bambino in età prescolare.





Il tostapane si apre. Gli porgo la ciotola del burro e lascio la stanza, il bambino ancora sul fianco, per dare la caccia al mio laptop. So che ho una riunione in vista e devo ricevere le mie e-mail urgenti prima di rimanere intrappolato nelle chiamate per il pomeriggio.

il mio seno diventerà più piccolo dopo l'allattamento?

In questo momento, sento che NON c'è equilibrio per me. Forse c'è per te. Ma sicuramente NON fa per me! Chiamo da sopra la mia spalla mentre torno per la mia tazza di caffè e me ne vado di nuovo, il bambino che urla accanto a me.

Abbiamo vissuto la vita a tempo pieno, lavorando da casa con quattro bambini piccoli per un mese o due. Ci stavamo provando, ci stavamo davvero provando, ma avevamo sbattuto contro un muro.

Ero esausta per non aver dormito, con un bambino in fase di dentizione che voleva allattare tutta la notte. E aiutando a gestire un marchio di genitorialità - sono un editore esecutivo per Scary Mommy - mentre faccio anche i genitori 24 ore su 24, 7 giorni su 7. La mia genitorialità è stata parallela al mio lavoro: non c'era davvero una pausa da nessuna di queste cose in un dato momento. Mi sono alzato presto per lavorare. Stavo alzato fino a tardi per lavorare. Cucinavo, pulivo, facevo il bagno, leggevo e giocavo con i bambini nel tempo che potevo rubare durante la giornata lavorativa.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Sammie (@sam.angoletta) il 12 novembre 2019 alle 16:33 PST

Amo il mio lavoro. Amo i miei bambini. (Questo è ovvio, spero.) Ma sentivo il carico emotivo e mentale da tutte le parti, ed ero D-O-N-E.



Mio marito, un dirigente IT, stava facendo lo stesso. Stava distribuendo snack, fungendo da arbitro di controversie tra fratelli, gettando asciugamani nell'asciugatrice mentre scaldava il pranzo.

Ci stavamo provando entrambi, anche se per me è più facile vederlo ora rispetto a quel particolare giorno, ma non riuscivo ad articolare quanto fosse PESANTE per me.

Aveva organizzato i suoi incontri e quando sarebbero arrivati, sarebbe andato in una stanza vuota, avrebbe installato il suo laptop e le cuffie e si sarebbe sintonizzato. Lo ha fatto perché sapeva che mi sarei assicurato che i nostri bambini fossero nutriti, al sicuro , e ragionevolmente intrattenuto. Quindi usciva un paio d'ore dopo, si guardava intorno e chiedeva casualmente cosa sta succedendo? Cosa posso fare?

Bene, mi sono seduto/condotto/contribuito a due incontri, ho risposto a una dozzina di e-mail, ho preparato il pranzo, ho cambiato un pannolino, ho modificato tre saggi, ho coordinato la nostra programmazione sui social media, ho letto un libro sulle tartarughe, ho trovato un procione di peluche mancante, ho risposto a messaggi diretti urgenti, analizzato i dati sul traffico del sito, firmato nuove proposte di contenuti, ripulito un sedere, localizzato un Croc mancante e supervisionato la guida dello scooter nel vialetto mentre si finalizzavano i titoli di domani.

Cosa sta succedendo? Cosa posso fare? Mi stai prendendo in giro adesso, amico?

So che non è una competizione, ma mamma-1, papà-0.

Mi sentivo come se i miei ruoli progressisti e di genere fossero stupidi AF e i papà sono genitori, non il partner di babysitter erano completamente andati fuori dai binari. Non ho avuto il tempo di tenerlo in mano e di insegnargli la vita in tutto questo. Eravamo già nel bel mezzo della faccenda e aveva bisogno di capirlo. E così via.

posti dove andare nei giorni di pioggia
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Sammie (@sam.angoletta) il 21 giugno 2020 alle 13:02 PDT

Così, quella mattina, tutto è precipitato. Abbiamo avuto entrambi un incontro nello stesso momento, entrambi di uguale importanza, e lo immaginavo entrare in camera sua con un valzer, caffè caldo in mano, per sedersi alla sua scrivania improvvisata e sintonizzarsi. Probabilmente accenderebbe il ventilatore per attutire un po' del rumore dei bambini. Avrebbe iniziato la riunione facendo una battuta su come probabilmente ascolterai uno dei miei MOLTI figli perché, sai, la vita in quarantena e tutti farebbero quella finta risata obbligatoria.

E giuro su Dio, se dovessi sentire quella finta risata ancora una volta, mentre sussurravo ai miei due figli più grandi di PER FAVORE. FERMARE. COMBATTIMENTO. PER. DUE. DANNAZIONE. SECONDI. così ho potuto articolare un pensiero chiaro, stavo per scattare. Potevo sentire la rabbia ribollire nel mio petto. Stavo diventando più impaziente. Più risentito. Più ansioso.

Quindi, dopo quell'incontro, glielo lasciai avere. Ho spiegato com'era per me una giornata lavorativa in quarantena. Fin nei minimi dettagli: dal ritrovare una scarpa smarrita, spalmare la crema solare sui visi mentre usavo la spalla per tenere il telefono premuto sull'orecchio, al bruciarmi le dita perché ho dimenticato di indossare un dannato guanto da forno quando ho tirato fuori i tater tots fuori dal forno perché ero distratto da una riunione Zoom.

Alla fine, ho detto Per favore, spiegami com'è una giornata di lavoro in quarantena per TE adesso. La sua espressione era un doppelgänger per l'emoji con gli occhi spalancati.

Ascolta, so che il suo lavoro è intenso e ad alto rischio. So che venire dal suo ufficio a casa nostra, con tutti i nostri figli a casa tutto il giorno, navigare nell'apprendimento a distanza e il caos generale di avere una grande famiglia mentre cercava di bilanciare il suo carico di lavoro è stato un enorme aggiustamento. So che c'è ancora una grande quantità di sessismo presente anche nelle aziende più progressiste, dove i poteri forti si aspettano che la mamma si occupi dei bambini in modo che gli uomini possano fare affari molto importanti. Quindi, ha avuto molto da affrontare quando è venuto a patti con come sarebbe stata la nostra nuova normalità.

cose da fare con i bambini a Tucson

Ma aveva avuto abbastanza tempo, e ora doveva capirlo. Proprio come ho fatto io.

Gli ho ricordato che mentre aiuta con i bambini e le faccende domestiche, sembrava anche approfittare del lusso di spegnerlo mentre si sintonizzava sul suo lavoro. Questo non funziona quando anche il tuo coniuge lavora a tempo pieno e i tuoi quattro figli sono a casa a tempo indeterminato.

Ha riconosciuto che avrebbe dovuto dare la priorità ai suoi incontri e riprogrammare alcuni altri in modo che potessi partecipare ad alcuni dei miei senza avere bambini appesi alle mie gambe (o tette). Ha detto che sarebbe stato più facile per lui sapere dove ho trovato il suo aiuto più prezioso in modo che potesse fare uno sforzo consapevole per farlo accadere ogni giorno.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Sammie (@sam.angoletta) il 24 marzo 2020 alle 15:19 PDT

Ha iniziato a bloccare effettivamente la sua ora di pranzo (per quanto possibile) sul suo calendario in modo da poter giocare fuori con i bambini durante quel periodo. Questo li aiuta a bruciare energia e dà loro anche del tempo di qualità insieme. Vinci, vinci.

È ancora disordinato, letteralmente e figurativamente, da queste parti. Ci diamo ancora sui nervi a vicenda, soprattutto quando siamo sotto lo stress delle scadenze e delle stronzate di fine trimestre. Sento ancora che sto portando il proverbiale carico mentale ed è davvero pesante, ma gran parte di questo è ansia e preoccupazione che non posso spegnere, né posso passare.

Questa sarà una conversazione continua. Non sappiamo quando la vita tornerà di nuovo alla normalità, o come sarà la scuola in autunno, quindi dovremo continuare a lavorare su questo per capire cosa funziona.

Ma sapere che è in trincea con me, cercando di navigare in questa follia pandemica, mentre è genitore di questi quattro bambini selvaggi e fantastici, aiuta immensamente. Immensamente . Mi sento visto (il più delle volte), convalidato e come se avessi un vero partner che apprezza me, il mio lavoro e i miei contributi alla nostra famiglia.

indovinelli per adulti con risposte sporche

Dobbiamo farlo funzionare, ho detto.

L'ho chiamato e lui ha ascoltato. Ed entrambi stiamo facendo del nostro meglio.

Ha anche iniziato a prepararmi il caffè ogni mattina e a portarmelo sul comodino mentre allattavo il bambino. È un uomo intelligente. Inizia bene la giornata e lei potrebbe perdonarti per essere stato uno scemo in seguito.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Sammie (@sam.angoletta) il 12 aprile 2020 alle 17:27 PDT