celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Non sono solo una casalinga

Genitorialità
Aggiornato: Originariamente pubblicato:  Una casalinga con una camicia gialla, un grembiule rosso e dei bigodini che mescola il cibo in una ciotola con un viso annoiato...

Una mattina ho distrutto a morte un vecchio giocattolo di plastica con cui nessuno giocava più.

L'ho sbattuto giù, ancora e ancora, come un demone maniacale. Frammenti di plastica esplosero, pezzo dopo pezzo, tagliandomi un dito. Il massacro della mia furia imbrattato di sangue giaceva in frantumi sul pavimento, insieme a 40 secondi del mio orgoglio.

E poi ho continuato a pulire. Era passato un po' di tempo da quando la mia angoscia materna aveva sollevato la sua brutta faccia. Immagino che fossi dovuto a un tracollo di qualche tipo, e mi sentivo sia meglio che peggio per aver ceduto a uno scatto d'ira così infantile.

Il seme della mia rabbia era stato piantato la notte prima. Mio marito voleva farsi una doccia ed era alla ricerca di un asciugamano pulito. Nel cesto della biancheria si stava accumulando un grosso mucchio di panni sporchi. Tutto ciò che restava nell'armadio della biancheria erano gli asciugamani da spiaggia.

*sussulto*

Ero sul divano e scrivevo sul mio portatile. Vedi, nella mia mente, sono uno scrittore. Ma il fatto è che, a causa della totale mancanza di reddito, sono una casalinga con un hobby. Ero un'insegnante e poi una mamma casalinga, ma i bambini adesso vanno a scuola, quindi... . . Sono una casalinga. Sono una casalinga a cui piace scrivere.

Comunque, essendo una casalinga (a cui piace scrivere), la mancanza di asciugamano di mio marito lo è Mio responsabilità. Il mio lavoro è garantire che gli asciugamani siano puliti e qualsiasi fallimento nel farlo significa che non sono all'altezza delle aspettative del mio titolo.

Ora sarò sincero e lo dirò; sì, sono una casalinga, ma questo non significa che aspiro all’eccellenza nelle pulizie. Certo, i bambini sono tutti a scuola adesso, ma non dedicherò intere giornate a creare soluzioni di archiviazione intelligenti e a piegare perfettamente pile infinite di asciugamani soffici e puliti. No. Il mio obiettivo, a livello nazionale, è rientrare nei limiti dell’accettabilità. Cerco una comoda via di mezzo, da qualche parte tra ordine e caos, con barlumi casuali di grandezza e occasionali attacchi di inadeguatezza. Perché, francamente, ho altre cose da fare.

nomi femminili greci unici

Mi piace scrivere. E trascorro anche del tempo online, connettendomi con i miei lettori e colleghi scrittori. Faccio anche altre cose con il mio tempo, ma sicuramente mi concedo qualcosa quando si tratta del mio blog e tutto ciò che ne consegue.

Comunque, torniamo alle radici della mia furia. . .

Telo mare in mano, il mio maritino scontento ha interrotto la mia scrittura per fare alcune domande. Domande che ho tradotto con perizia coniugale nel significato inteso:

'Quanti asciugamani abbiamo?' Sei stato a casa tutto il giorno. Quanto è difficile mettere degli asciugamani puliti nell'armadio ?

bella ragazza nera

'Perché non ci sono asciugamani puliti?' Dovresti lavare gli asciugamani invece di sederti lì sul tuo laptop.

Mio marito merita un asciugamano pulito? SÌ.

Lo farò risposta a lui sul motivo per cui non ce n'è uno? Apparentemente. Ma lo farò a malincuore e con qualche imprecazione. Perché, per quanto i nostri ruoli attuali siano antiquati per natura, la mia natura non mi permette di rispondere bene all’essere interrogato sui compiti domestici incompleti.

OK, sì, la situazione degli asciugamani è un po' arretrata. Ti ucciderebbe usare un dannato telo da mare?

Quindi abbiamo litigato.

E poi siamo andati a letto arrabbiati.

La mattina dopo (la mattina del pestaggio dei giocattoli), ho lasciato i bambini a scuola e sono tornato velocemente a casa dove mi sono imbarcato in un po' di pulizia alimentata dalla rabbia.

Ero arrabbiato. Arrabbiato perché sono l’unico responsabile di tutta la sporcizia e il disordine. Arrabbiato perché aveva ragione, non stavo mantenendo la mia parte dell'accordo.

Ero frustrato. Frustrato dal fatto che la dinamica scelta significhi che sono meno potente. Perché non importa quanto fuoco ho, non importa quanto ho una forte volontà o quanto tengo stretto il mio cuore femminista, senza i miei soldi, alla fine, sono quella con meno potere nella relazione.

Certo, mio ​​marito condivide “il potere” con me, e probabilmente meglio di quanto farei se fossi io a creare soldi. Usa un linguaggio inclusivo; tutto è “nostro”. Nella maggior parte dei casi, questa dinamica funziona. Mio marito viaggia molto. Spesso con poco preavviso. Non abbiamo famiglia o sostegno nella città in cui viviamo. Sono la costante nella vita dei miei figli. Io sono quello che è sempre lì per loro. Il suo lavoro è ad alta pressione e richiede molto del suo tempo. Ho scelto di stare a casa. Ho scelto di essere io a portarli alle loro lezioni e attività. È conveniente ed è pratico.

Ma a volte non è piacevole sapere che sono io il custode degli asciugamani. A volte sembra scoraggiante, persino degradante, che tutta la sporcizia e il disordine che accade attorno ai membri della mia famiglia siano lì ad aspettare Me .

servizi di buste paga di tata esperte

Quindi ho distrutto un giocattolo di plastica e poi ho ripulito il pasticcio.

Certo, è stata una dimostrazione poco dignitosa, indotta dal problema del primo mondo. Ma la mia mente era più chiara...

Non troverò appagamento in fondo ad un cesto della biancheria vuoto. Ma lo trovo quando metto le dita sulla tastiera. La scrittura nutre la mia anima. Lo terrò stretto e gli darò la priorità. Non vincerò un premio Pulitzer scrivendo storie su come mio marito riempie il nostro soggiorno con le sue scorregge o sul perché penso che distribuire trofei invisibili sia il modo migliore per affrontare un so-tutto-io. Ma faccio parte di qualcosa che è importante per me. C’è un’intera sorellanza di mamme là fuori e io sono un membro di quella vasta comunità. E sono anche una delle voci al suo interno.

secondo nome di valerie

Se solo pagasse meglio...

Immagino che quello che devo fare sia scrivere un capolavoro. Sì. Questo è quello che farò! Arriverò alla grande e poi dirò: “Tesoro, sono molto impegnato con il lavoro, quindi tu e io dovremo dividerci questi compiti di pulizia. Come ti sembra?'

Personalmente l'idea mi piace molto.

Quindi, sarà meglio iniziare con quel capolavoro! Ma prima di farlo, ho degli asciugamani da piegare...

Articolo correlato: La sfida della mamma che resta a casa

Questo pezzo è stato pubblicato per la prima volta Mamme schiette .

Condividi Con I Tuoi Amici: