Quando iniziano a parlare i bambini? Preparati ad ascoltare il suono più dolce di sempre

Bambini
maternese

Pexels



Quando sei un nuovo genitore, ti ritroverai ad aspettare con impazienza un milione di piccole pietre miliari . La prima volta che il bambino si ribalta. La prima volta che il bambino sorride. La prima volta che il bambino starnutisce. L'elenco potrebbe continuare all'infinito! Ma probabilmente sei particolarmente desideroso di una pietra miliare in particolare: la prima parola del bambino. Allora, quando iniziano a parlare i bambini? E come fai a sapere che non stanno solo balbettando?

Prima di andare oltre, c'è qualcosa che dovresti ricordare mentre leggi questo articolo, Mamma: il punto in cui i bambini raggiungono le pietre miliari dello sviluppo come parlare può variare notevolmente da bambino a bambino. Se il tuo bambino non raggiunge questi traguardi nei tempi esatti indicati, non preoccuparti, non ci sono due bambini uguali. Basta chiamare il pediatra di tuo figlio per qualsiasi dubbio tu possa avere.





Ora, diamo un'occhiata più da vicino a quando potresti aspettarti le prime parole del bambino.

prendi le battute che funzionano con le ragazze

Quando contano mamma e papà?

Mentre tutti noi vogliamo credere che i nostri bambini siano dei prodigi la prima volta che tubano Mamamama a pochi mesi, la verità più probabile è che il tuo piccolo probabilmente sta balbettando .

Prima che i bambini raggiungano la fase del discorso infantile, sperimentano il suono. Il tubare spesso inizia entro la fine dei tre mesi: una vocalizzazione dolce e cantilenante. A sei mesi, il tuo bambino potrebbe iniziare a formare suoni in quelle che sembrano quasi parole. Ba-ba, da-da, mamma. Purtroppo, a questa età, il tuo bambino di solito mette insieme suoni di consonanti casuali senza significato.

Non lasciare che questo diminuisca la tua gioia per questi momenti, però! Questo precursore del parlare è ancora qualcosa da celebrare. E alcuni studi dimostrano che i bambini possono associare la mamma a te già a 6 mesi. Inoltre, balbettare, tubare e persino piangere sono tutti modi in cui il tuo bambino sta cercando di comunicare con te.

Come fai a sapere quando un bambino si sta avvicinando a parlare?

Intorno ai nove mesi, probabilmente noterai un cambiamento nel balbettio dei bambini per includere più sillabe. Quindi, invece di mamma e papà, potrebbero balbettare ma-ma-ma o ba-ma-da. Fatto divertente? Il balbettio in questa fase suona praticamente lo stesso, indipendentemente dalla lingua che parli!

Inoltre, sono circa otto o nove mesi che i bambini spesso padroneggiano un'altra importante fase dello sviluppo del linguaggio: indicare. Sì, questo è un passaggio non verbale, ma rientra nello sviluppo del linguaggio poiché mostra che tuo figlio è impegnato con il suo ambiente e cerca di condividere quell'esperienza con te.



Quindi, quando i bambini iniziano davvero a parlare?

Il primo compleanno del bambino è un'occasione monumentale in sé e per sé. Ma è anche un momento emozionante perché potresti effettivamente sentire la prima parola (o parole) del bambino. Tra i 12 ei 18 mesi, i bambini iniziano a usare parole che hanno un significato. Invece di balbettare dadada, potrebbero indicare papà e dire Dada. Quando il tuo piccolo raggiunge i 18 mesi, può avere da otto a 10 parole nel suo arsenale.

Non essere arrabbiato se Mama o Dada non sono in realtà le prime parole, però. Per molti bambini, parole come acqua, palla o il nome di un giocattolo preferito sono le prime vere parole che usano. Non preoccuparti però, prima che tu te ne accorga urleranno mamma, mamma, mamma! dall'altra stanza a tutto volume.

Come puoi aiutare il tuo bambino a parlare?

Per dirla chiaramente, mostri loro come è fatto. Parlare con il tuo bambino è una delle cose migliori che puoi fare per favorire lo sviluppo del suo linguaggio. È ascoltare il ritmo delle parole e guardare le labbra dei genitori che si muovono che i bambini elaborano e imparano la lingua. E mentre le chiacchiere da bambino non danneggeranno tuo figlio, dovresti anche assicurarti di parlare chiaramente anche al tuo bambino.

Descrivi cosa stai facendo, che si tratti di cambiare i calzini del bambino o di tirare fuori un vasetto di pappe. La ripetizione è tua amica; sentire parole e frasi più di una volta aiuta a rafforzarne il significato. Più lingue sono esposte - e più espressioni vedono legate a quella lingua - meglio è.

Se il tuo bambino sta camminando, alza la posta e dai loro dei comandi. Dì al tuo piccolo di portarti le scarpe o di mettere la coperta sul divano. Potrebbero ascoltarti e, se non lo fanno, mostrarglielo. Ancora una volta, è importante raccontare quello che stai facendo.

puoi fidarti di nuovo dopo l'infedeltà?

Cantare è anche un ottimo modo per spingere il tuo bambino a parlare. Il tuo canto non deve essere buono, ma dovrebbe essere chiaro e qualcosa che fai spesso. Vuoi anche tu leggere a tuo figlio regolarmente. Quando hanno meno di tre mesi, può essere qualsiasi cosa a tua scelta, come una rivista o un romanzo. Ma dopo i tre mesi e mentre continuano a invecchiare, coinvolgili con libri in rima o immagini luminose. Insegnare loro le filastrocche è anche un ottimo modo per convincerli ad attaccarsi a qualcosa di semplice e piacevole per il loro cervello.

Il linguaggio dei segni del bambino aiuta con la comunicazione?

Solo perché il tuo bambino non sta ancora parlando non significa che non voglia o non possa comunicare con te. Questa potrebbe essere l'occasione perfetta per introdurre semplici segni della lingua dei segni nel loro vocabolario. Parole come mangia, di più, acqua, per favore e dormi sono super facili da insegnare con alcune ripetizioni e ridurranno le lacrime e i capricci causati dalla frustrazione poiché il tuo bambino può farti sapere esattamente di cosa è dell'umore per ora.

I genitori possono continuare ad aggiungere al vocabolario della lingua dei segni dei loro figli man mano che crescono, soprattutto se non hanno ancora imparato a comunicare verbalmente parole più complesse. Le abilità verbali di ogni bambino si sviluppano a un ritmo diverso, quindi il linguaggio dei segni può essere uno strumento estremamente utile per i genitori e gli operatori sanitari quando i bambini entrano nella prima infanzia. Potrebbe anche evitare lacrime e scoppi d'ira causati dalla frustrazione per l'incapacità di un bambino di spiegare ciò che vuole.

Cosa fare se il bambino non parla?

Ascolta, essere un genitore è snervante. Troverai innumerevoli cose di cui preoccuparti ogni singolo giorno. Quindi, non ti diremo di non preoccuparti, lo farai comunque. Ma ribadiamo che i bambini possono sviluppare abilità linguistiche a ritmi diversi. Se il tuo bambino sta raggiungendo traguardi pre-lingua come tubare, balbettare, gorgogliare e indicare, è probabile che sia sulla strada verso le sue prime parole. In effetti, molti bambini che impiegano un po' più di tempo finiscono per avere un'esplosione di parole ad un certo punto.



Il pediatra di tuo figlio cercherà segni di linguaggio e ritardi linguistici durante i tuoi controlli. Tra queste visite, puoi anche tenere d'occhio le bandiere rosse. I segni del linguaggio e i ritardi del linguaggio nei bambini possono includere evidenti problemi di udito, mancanza di risposta alle voci dei genitori o al nome che viene chiamato (quest'ultimo dopo nove mesi), assenza di riflessi di sussulto sui suoni e incoerenza una volta che iniziano a parlare.

Se dovessi notare uno di questi segni o se hai dubbi in generale, non esitare a contattare il medico di tuo figlio . Sono lì per aiutare.