Gli insegnanti sono bruciati e lasciano l'aula a frotte

Formazione Scolastica
insegnanti-abbandono-in-america-1

Mamma spaventosa e svetikd/Getty

Come molti studenti universitari, Jennifer Brown era entusiasta di laurearsi finalmente dopo anni di duro lavoro. Ha conseguito una laurea in educazione elementare - insieme a molti dei suoi amici - e ha immediatamente iniziato a fare domanda per lavori di insegnamento. Alcuni dei suoi amici sono stati assunti, mentre Jennifer ha faticato a trovare la giusta misura. Mentre i suoi amici sistemavano le loro classi e incontravano i loro studenti, Jennifer continuava a fare domanda ea fare colloqui per un lavoro.

Con il progredire dell'anno scolastico, Jennifer ha avuto diverse conversazioni con i suoi amici insegnanti e ha trovato un denominatore comune. Erano tutti infelici. Il loro sogno di avere un impatto positivo sui loro studenti è stato seppellito sotto il peso di ciò che ci si aspetta oggi dagli insegnanti . Nessuna classe universitaria avrebbe potuto prepararli per le realtà che stavano incontrando.



Nel frattempo, Jennifer ha preso una posizione al di fuori della classe, diventando una coordinatrice di terapia per neonati e bambini piccoli nel suo stato. Sono passati cinque anni da quando si è laureata e giura che non metterà mai piede in una classe. Alcuni dei suoi amici insegnanti hanno lasciato il loro lavoro di insegnante a tempo indeterminato, scoprendo che non solo la vita degli insegnanti non è migliorata, ma è peggiorata progressivamente e rapidamente.

Nel 2018, oltre un milione di educatori pubblici hanno lasciato la professione . Sì, un milione . Perché essere un insegnante oggi è così impegnativo? Molti dei miei amici sono educatori, anche se circa la metà sono ora ex educatori. Più insegnanti chiedevo, più imparavo che non solo gli insegnanti dei nostri figli sono oberati di lavoro e sottopagati, ma sono anche stressati oltre ogni immaginazione. Ecco perché mi hanno detto che stanno abbandonando l'istruzione per perseguire altre carriere.

https://www.instagram.com/p/B6_0X1iBhz_/?utm_source=ig_web_copy_link

1. Gli insegnanti utilizzano i propri stipendi per finanziare le proprie classi.

NeONBRAND/Unsplash

Gli insegnanti sono essenzialmente dei supereroi, ma i loro stipendi non riflettono la grandezza del loro lavoro. Molti distretti sono sottofinanziati, il che lascia agli insegnanti la scelta. Spendono parte del proprio stipendio per acquistare gli elementi essenziali per la classe, anche semplici strumenti essenziali per l'apprendimento come le matite, o i loro studenti ne fanno a meno?

Anderson Donovan ha detto a Scary Mommy che nel suo distretto scolastico a basso reddito, molti studenti sono venuti a lezione in inverno senza cappotto o guanti. Ha iniziato ad acquistare capispalla appropriati per alcuni dei suoi studenti, oltre a snack per i bambini che arrivavano a scuola affamati. Naturalmente, questo lascia meno soldi per le esigenze personali dell'insegnante, come l'alloggio, l'assicurazione, i trasporti e il cibo.

2. Gli insegnanti svolgono più lavori.

Jason White ha detto a Scary Mommy che il suo lavoro di insegnante al liceo non lo stava guadagnando abbastanza per pagare le bollette, incluso il suo debito per l'istruzione universitaria. Ha passato ogni soffocante estate del Midwest a falciare i prati, cercando disperatamente di rimanere a galla finanziariamente. Era intrappolato nel suo lavoro di insegnante, dipendente dal magro reddito, per evitare gli esattori.

Altri insegnanti che conosco lavorano per aziende MLM, organizzano feste e fanno vendite nei fine settimana. Ho visto sia insegnanti che aiutanti di classe delle scuole dei miei figli lavorare al dettaglio la sera o nei fine settimana. Quasi tutti gli insegnanti che conosco hanno un'attività secondaria, per necessità.

3. La salute mentale degli insegnanti è in declino.

Tasha Smith ha recentemente lasciato la sua carriera di insegnante di 15 anni a causa di diversi fattori, incluso il pedaggio che l'insegnamento ha assunto sulla sua salute mentale. Ha trascorso la maggior parte dei suoi anni in scuole a basso reddito in cui non solo insegnava, ma forniva vestiti, materiale scolastico e cibo ad alcuni studenti. Non solo aiutava a soddisfare i loro bisogni fisici, ma forniva ascolto e supporto emotivo agli studenti che soffrivano di traumi estremi. Quando lasciava il lavoro, tornava a casa e trascorreva le serate preoccupandosi del benessere dei suoi studenti.

contratto per 18 anni che vive in casa

Durante i suoi anni di insegnamento, le è stata diagnosticata l'ansia e la depressione, poi la sclerosi multipla, il tutto esacerbato dagli implacabili fattori di stress dell'essere un'insegnante. Durante la gravidanza e prima della gravidanza, è stata aggredita fisicamente dagli studenti delle elementari. È stata sputata, morsa, presa a calci e schiaffeggiata. Senza adeguati interventi e supporti in atto, ha lasciato l'aula. Ha detto a Scary Mommy, ho attaccato così tanto della mia identità all'essere un'insegnante. È una lotta non avere quella parte della mia identità in questo momento. Ora è una mamma casalinga di due giovani figlie.

4. Gli insegnanti non hanno mai una pausa.

liza aksenova/reshot

Molte persone presumono che gli insegnanti abbiano l'orario di lavoro ideale. Dopotutto, hanno i fine settimana, la sera, le vacanze e l'estate libera, giusto? Katie Joiner ha condiviso con Scary Mommy che dopo essere stata assunta come insegnante di scuola media, presto il suo preside le ha fatto pressioni per gestire il club di recitazione della scuola. Riferisce che ci si aspettava che partecipasse ad almeno un'organizzazione studentesca, se non di più.

Alla fine ha acconsentito, rinunciando alle poche ore che aveva ogni sera - da novella sposa, con suo marito - al posto degli allenamenti di gioco. Ha trascorso dal lunedì al venerdì nella sua scuola dalle sette del mattino fino alle otto di sera, solo per arrivare a casa e iniziare a preparare i materiali per il giorno successivo. I suoi sabati e le sue domeniche erano spesso consumati da valutazioni e pratiche di gioco aggiuntive. Katie ha lasciato il suo lavoro di insegnante poco dopo, ora lavora come fotografa e coordinatrice del marketing.

5. Ci si aspetta che gli insegnanti facciano più che mai.

L'ex insegnante Karleigh Adams ha detto a Scary Mommy che quando ha iniziato a insegnare inglese al liceo, le sono stati concessi due periodi di pianificazione durante la sua giornata di sette ore. Il tempo doveva darle la libertà di organizzare lezioni, raccogliere materiali, valutare e fare copie. Dopo alcuni anni di insegnamento, Karleigh perse un periodo e gli fu assegnata un'altra classe da insegnare. L'anno successivo ha perso il suo unico periodo di pianificazione, previsto per monitorare gli studenti nei corridoi. Ciò significava che usava ogni sera e ogni fine settimana per fare tutta la sua preparazione, valutazione e comunicazione. Ha lasciato il suo lavoro di insegnante pochi anni dopo.

Ci si aspettava che lei facesse tutto questo e molto altro. Gli insegnanti partecipano a più riunioni IEP e 504 per studenti con bisogni speciali, tenendo traccia dei progressi di quegli studenti. Questi piani devono essere seguiti in ogni momento in classe e molti insegnanti hanno più studenti in programma. Non far iniziare nessun insegnante all'onere dei test di stato e dell'insegnamento al test, alla mancanza di ricreazione, alle esercitazioni di tiratori attivi e ai tagli di budget, inclusa la mancanza di aumenti e la lotta per mantenere la loro assicurazione.

I nostri insegnanti sono santi che hanno uno dei lavori più difficili del mondo. Non un solo insegnante che conosco ha le notti, i fine settimana, le vacanze e le estati libere come molti pensano. Invece, molti stanno marciando verso il burnout, se non sono già lì. I miei amici che stanno ancora insegnando corrono in continuazione, cercando disperatamente di essere professionali, assicurarsi che i loro studenti imparino e mantengano una vita personale.

La crisi dell'istruzione in America è stata un argomento in corso senza soluzione facile. Quello che so è che dobbiamo apprezzare gli insegnanti dei nostri figli e cercare di rendere le loro vite un po' più facili. Possiamo offrirci volontari per aiutare in classe o da casa, donare forniture ed essere attivi nel PTA quando possibile. Gli insegnanti dei nostri figli hanno bisogno di noi, ma ancora di più abbiamo bisogno di loro.

*Tutti i nomi sono stati modificati per proteggere la privacy.