celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

La pandemia mi ha reso così imbarazzante con le altre persone

Stile Di Vita
Grande gruppo di persone. Sfondo senza soluzione di continuità. Uomini d

Scary Mommy e Anna_Isaeva/ makyzz/Getty

Sono sempre arrivato all'estremo introverso dello spettro. Mi godo il tempo da solo. Soffro di ansia sociale e riesco a farmi fuori facilmente. E sono facilmente sopraffatto dalla folla e dai troppi stimoli.

Bene, lascia che te lo dica, il pandemia ha preso tutte queste stranezze e idiosincrasie e le ha spinte all'eccesso. Mi sento come se avessi letteralmente dimenticato come fare con le persone.

Lascia che ti prepari il terreno. Balbetto e bla-bla-bla a modo mio in una conversazione solo per ripeterla e pensare, di che cazzo stai parlando? A nessuno frega un cazzo. E non posso credere che tu glielo abbia detto. Probabilmente pensa che tu sia una puttana totale. E noioso. E stupido. Non puoi nemmeno portare avanti una conversazione.

Ed è quello che succede con i miei buoni amici. Le conversazioni con persone che non conosco molto bene sono imbarazzanti di livello successivo.

Inciampo nelle interazioni di base e come stai. Non so letteralmente come rispondere a queste domande. Ad esempio, dovrei ammettere che sono stato sconfitto dalla stanchezza della pandemia e dal carico allostatico, che ho languito così tanto da poter essere anche un po' depresso, che quasi tutti i giorni voglio solo mettere la testa sulla scrivania e piangere ? O dico loro che sono così sopraffatto dalla gratitudine per il fatto che la mia famiglia è a suo agio e al sicuro, che sono così grato per la mia famiglia e la mia salute che voglio mettere la testa sulla scrivania e piangere? O rispondo onestamente e dico che quasi tutti i giorni provo un misto di solitudine-frustrazione-gratitudine-paura-esaurimento-gratitudine, con un misto di confusione su cosa cazzo sto facendo della mia vita?

Yellow Dog Productions/Getty

Dopo essermi preoccupato di come rispondere, dopo una lunga e imbarazzante pausa, di solito dico solo, sto bene, come stai? E poi pentirsi immediatamente di aver detto troppo o troppo poco o di non sorridere abbastanza o di sorridere troppo forte o di non fare abbastanza domande sull'altra persona o di fare troppe domande o semplicemente di essere ridicoli in generale.

È assolutamente estenuante.

Ci sono alcune ragioni per cui ho difficoltà a fare gente in questi giorni, credo. Per uno, la mia soglia per le cazzate è infinitamente più bassa rispetto a un paio di anni fa. Sono diventato più selettivo su chi trascorro il mio tempo e in che modo. Gli ultimi due anni sono stati un processo continuo di scelta di chi voglio essere circondato e delle persone che voglio nella mia vita. Le quarantene e l'ansia amplificata hanno consolidato alcune amicizie, mentre altre sono svanite. Mi sono riconnesso con i vecchi compagni di classe per valori condivisi, anche se potremmo non essere stati amici tanti anni fa. Ho perso l'amicizia e non ho seguito più persone di quante ne possa contare.

E ho preso il distanziamento sociale relativamente sul serio, evitando cose come matrimoni, feste e affollati ristoranti al coperto. Anche se sono a mio agio con queste decisioni, hanno esacerbato la mia ansia sociale. Mi sento come se avessi dimenticato come comportarmi come una persona normale.

nomi maschili di origine inglese

Diventa anche un ciclo di imbarazzo. Perché generalmente funziona in questo modo: sentirsi a disagio con le persone, evitare le persone, sentirsi più a disagio con le persone. Lavare, sciacquare, ripetere.

Il fatto è che, anche se non penso necessariamente che sia una brutta cosa che ho fatto KonMari nella mia vita e nelle persone che ci sono dentro, non voglio essere una tartaruga umana, infilando la testa e nascondendomi ogni volta che interagire con conoscenti e sconosciuti. Voglio essere in grado di portare avanti una conversazione senza che i miei palmi si sudano e il mio cuore batte e soffra di attacchi di panico nel cuore della notte per tutti i modi in cui mi sono umiliato durante una conversazione di sei minuti.

Ma non ho suggerimenti o trucchi magici a parte il tipo di consiglio più facile a dirsi che a farsi tornare sul cavallo per armeggiare attraverso conversazioni imbarazzanti. E per darci un po' di respiro e smettere di agitarci così tanto. E magari smetterla con le risposte che sto bene. Nessuno sta bene adesso. Intendo, nessuno .

Il meglio che posso suggerire è solidarietà e grazia. Per i miei compagni introversi con ansia sociale, se stai lottando con il popolo in questi giorni, non sei solo. Ti vedo. io sono voi.

E per il resto degli umani, per favore sii paziente con noi. Il popolo è davvero difficile in questo momento.

Condividi Con I Tuoi Amici: