Pensavo di trasformarmi in un mostro della rabbia. Poi mi è stata diagnosticata l'ansia.

Salute E Benessere
la rabbia può essere un sintomo di ansia

SolStock / iStock

Ecco come inizia. Forse c'è qualche grande evento della vita, un'enorme transizione, come la nascita di un altro bambino.

Ho iniziato dopo la nascita del mio terzo figlio. Pensavo fosse solo lo stress di avere tre figli. Ma qualunque cosa sia, qualunque cosa tu lo attribuisca, inizi a esplodere in continuazione.

Non solo per le grandi cose, come il bambino di 4 anni che dipinge il muro. Piccole cose, come il bambino di 2 anni che scarica i Duplos.

salviette richiamo 2021

I doppi. OMG, potevo sentire ogni nervo balzarmi in gola al suono di loro che sferragliavano sul pavimento di legno duro. Il rumore stesso mi ha fatto sentire odioso. Anche semplici richieste ti porteranno a una rabbia improvvisa, inaspettata e ingiustificata. Mamma, ho fame, potrebbe mandarmi in una spirale di rabbia. Ma hai appena mangiato! Scattavo dal divano mentre allattavo il bambino. Ti sembra di potermi muovere? Vai a prenderti una banana.

Allora ti odi per essere cattivo. Il tuo cuore fa male perché ami così tanto questi bambini e non vuoi mai ferire i loro sentimenti. Ma le urla tornano, e ancora, e ancora.

Pensavo, come molti di voi, di aver improvvisamente sviluppato un problema di rabbia. Pensavo, proprio come te, di essere una persona terribile. Pensavo anche di essere solo. Chi tratta i propri figli in questo modo, tranne le persone cattive? Chi si sente così? Non avevo idea che, come tante mamme, il mio disturbo d'ansia si stesse manifestando come rabbia.

Non ero arrabbiato. In realtà ero terrorizzato.

Lo scopriamo tutti a modo nostro. Forse è un articolo su Internet. Forse è un amico. L'ho saputo dal mio psichiatra che stava controllando la mia ansia post-partum. Alla fine mi sono rotto. Ho lasciato trapelare il mio segreto. Mi sento così male per i miei figli, ho pianto. Non ho più pazienza per loro. Nessuna. Non posso trattare con loro. Meritano di meglio.

Fa tutto parte dello stesso disturbo d'ansia, disse gentilmente. A volte l'ansia si manifesta come stress, che si manifesta come rabbia. Non sei arrabbiato con i tuoi figli. Sei terrorizzato. È molto comune.

Ho pianto e pianto e pianto. Non solo non ero arrabbiato, non ero solo. Non un'orribile aberrazione, ma una mamma normale. Una mamma malata, ma normale. Come te. Come tutti voi che urlate ai vostri figli apparentemente senza motivo, come tutti voi che non riuscite a fermare la rabbia che ribolle anche quando non c'è niente con cui arrabbiarsi. Ero così grato di scoprire che non ero l'unico.

Quella convalida mi ha salvato.

Tre anni dopo, prendo ancora farmaci per l'ansia, che è passata dall'ansia postpartum al disturbo d'ansia generalizzato, o GAD. Non ero diventato improvvisamente una persona arrabbiata. Non avevo sviluppato un problema di rabbia. ero in ansia. Ero spaventato. Forse non per i miei figli, forse per qualcos'altro completamente. Forse il rumore di Duplos mi ha fatto arrabbiare così tanto perché mi sembrava già di perdere il controllo sulla nostra famiglia. Forse mio figlio che mi ha chiesto di mangiare mentre allattavo mi ha fatto arrabbiare perché avevo paura di non essere in grado di soddisfare i suoi bisogni primari.

Forse, forse, forse.

Posso vederlo ora. Puoi vedere la tensione crescere, sentire la paura o il panico (o entrambi) aumentare man mano che la rabbia cresce. Il disordine e il disordine in particolare possono mandare molti di noi in una spirale di rabbia. Voi sorelle in ansia, capite questo: il terrore che una volta uscito da sotto di voi, non potrete più raccoglierlo dentro.

nomi di ragazza forte guerriero

Ho vissuto nel caos. Ho il terrore di vivere di nuovo nel caos. E cosa fanno i bambini se non fanno casino? Lo sappiamo tutti. Tutti accettiamo oggettivamente che i bambini distruggano una stanza in 15 minuti e poi si rifiutino assolutamente di pulirla. Non importa che lo sappiamo. Ci fa arrabbiare. E questa rabbia non deriva dal loro comportamento (atteso), ma dal nostro stesso terrore.

Oppure immagina di provare a uscire dalla porta al mattino. Il tuo più giovane ha lasciato le sue scarpe in un posto inimmaginabile e non riesce a trovarle. Inizi ad arrabbiarti. Poi esci e ti rendi conto di aver dimenticato le chiavi della macchina, quindi devi lasciare i bambini nel cortile mentre apri la casa con la chiave nascosta e vai a scavare le chiavi vere dai detriti che ingombrano il tavolo della cucina. Non hai tempo per raccogliere il disordine. La rabbia comincia a salire in te.

Quindi il più giovane non salirà sul seggiolino dell'auto e tutta la frustrazione della mattinata si accumula e scatta: perché non puoi farlo bene? Non sei un bambino! chiedi al tuo bambino di 3 anni. Il suo labbro trema. E vuoi solo piangere con lui perché la tua rabbia non ha nulla a che fare con lui e tutto ha a che fare con l'essere ansiosi e sopraffatti.

Questo è ciò che significa convivere con un disturbo d'ansia che si manifesta come stress e rabbia and . Ogni singolo giorno, fai del tuo meglio per tenere a freno le tue emozioni, cerca di non badare al disordine o al ritardo, prova a stare al di sopra di te stesso e chiedi, cosa sto veramente provando? Questo richiede un grande sforzo e un sacco di metacognizione. È estenuante. A volte sei troppo lontano per gestirlo. E tu urli, e perdi la calma. Urli a quelli che ami di più. Quelli per cui faresti letteralmente qualsiasi cosa.

E questa, forse, è la parte più straziante di tutto.

Condividi Con I Tuoi Amici: