celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Non voglio più figli, ma mi mancano le mie gravidanze

Genitorialità
Non avere-più-bambini-manca-essere-incinta-1

Katie Cloyd/Instagram

Non posso credere che lo sto dicendo, ma mi manca essere incinta. Il mio terzo figlio è nato tramite il mio terzo taglio cesareo. Mentre era lì a frugare nel mio addome, il mio dottore è andato avanti e ha chiuso il negozio per me. Mio marito ed io eravamo decisamente D-O-N-E crescere la nostra famiglia . Nessuno di noi ha alcun desiderio di creare altri figli l'uno con l'altro o con chiunque altro. Non volevo rimanere incinta di nuovo. Sempre. I nostri giorni per fare i bambini sono alle spalle.

Devo ammettere che quando il mio ultimo bambino era piccolissimo, ero sollevata di non dover mai più essere incinta.

Le mie gravidanze sono state relativamente facili, ma l'ultima mi ha spazzato via più delle altre. Per non parlare del prezioso dono di spaventose emorroidi gigantesche durante il mio ultimo trimestre che mi ha lasciato un terrore permanente nel cuore e un dolore ricorrente nel mio buco del culo. Non avrei mai voluto rivivere quell'esperienza di nuovo.

yoga caldo durante la gravidanza

Bene, ora ha quasi due anni e le cose sono un po' cambiate.

Ovviamente, di certo non voglio mai più uno stronzo fiammeggiante, dolorante e pruriginoso. Tutto pronto su quel fronte.

E ancora non voglio più bambini. Tre, a quanto pare, è probabilmente uno in più di quello che sono in grado di gestire bene, ma grazie al mio fermo impegno per una genitorialità minima nei giorni difficili, sto facendo un buon lavoro.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Katie Cloyd (@katiecloydwriter)

Ma mi manca essere incinta.

Sono stata incinta cinque volte. Per due volte, i nostri bambini ci hanno lasciato nel primo trimestre e tre volte ce l'hanno fatta tra le nostre braccia. Tutte e cinque le volte ho cantato ai miei bambini dal momento in cui ho saputo che erano vivi. La mia gravidanza più breve è durata solo sette settimane e la mia gravidanza più lunga è stata trentotto, ma per tutti e cinque i bambini in egual misura, ho cantato amore per loro mentre ero l'unica casa che conoscevano. Quei momenti nella quiete dell'oscurità mentre canticchiavo e respiravo ninne nanne e sognavo il bambino che stavo crescendo sono alcuni dei miei ricordi più belli.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Katie Cloyd (@katiecloydwriter)

nomi di fuoco ragazzo

Non sono rimasta incinta facilmente, quindi sono un po' malinconica.

Non vivrò mai un altro momento magico in cui faccio la pipì su un bastoncino aspettandomi un'altra delusione, ma con mio stupore, due bellissime linee rosa compaiono in quella finestrella.

Non ci sono più ecografie di otto settimane nel mio futuro, che rivelano un minuscolo battito cardiaco tremolante e un bambino a forma di fagiolo di gelatina che mi sembra l'essere più bello della terra.

Non compileremo mai elenchi di nomi finché uno non si sente bene.

È difficile immaginare che non sentirò mai più i movimenti svolazzanti di un bambino del secondo trimestre, o i calci e i pugni decisi di un bambino che è quasi pronto per nascere.

Non si sogna più chi verrà dopo e come potrebbero essere. Ora sappiamo che nessuno dei nostri figli erediterà gli occhi azzurri di mio marito o i miei capelli quasi neri. Tutti sono già presenti, e mentre questa è una realtà bellissima e sorprendente che non riesco a credere sia la mia vita, è un tocco agrodolce. Costruire una famiglia è stato così eccitante, pieno di speranza e divertente.

un secondo nome
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Katie Cloyd (@katiecloydwriter)

Se la mia vita fosse andata diversamente, mi sarebbe piaciuto portare un bambino o due per qualcun altro.

Le mie gravidanze sono state abbastanza facili e l'ho adorato davvero. Emotivamente, penso che avrei potuto essere una grande casa per un bambino i cui genitori stavano cercando qualcuno che li aiutasse a creare la loro famiglia. Mi sarebbe piaciuto offrire a qualcuno quell'esperienza.

Ma non era nelle carte per me. Certo, emotivamente, sarei stato totalmente d'accordo, ma il mio corpo aveva altri piani. Avevo trentacinque anni prima che il mio corpo finalmente collaborasse per darmi il mio terzo e ultimo figlio. Tutti e tre sono nati tramite taglio cesareo. Ho avuto due sconfitte. Ho PCOS. Sono taglie forti. Sono un milione per cento NON un candidato per la maternità surrogata in qualsiasi forma.

Sono così grato di essere stato in grado di concepire e portare i miei figli.

La nostra strada verso la genitorialità è stata irta di difficoltà e ci sono stati momenti in cui non ero sicuro se sarei mai stato in grado di portare dei bambini. Il fatto di aver accolto tre bambini sani dopo tre gravidanze sane mi sembra davvero miracoloso. Sono grato di aver creato la vita con mio marito, la mia persona preferita viva.

So che ci sono molte persone che hanno lo stesso profondo desiderio di rimanere incinta che ho sempre avuto io, e non riescono a vedere quel sogno realizzato. Per le persone che darebbero qualsiasi cosa per portare un bambino sano, dire che mi manca essere incinta potrebbe sembrare ridicolo.

revisione della formula hipp

Va bene per me. Capisco che non è sempre possibile convalidare il momento difficile di qualcun altro quando sei nel mezzo del tuo. Non sto dicendo che sono triste come lo sarei se non fossi mai stata incinta. So che è un tipo completamente diverso di delusione e dolore da affrontare.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Katie Cloyd (@katiecloydwriter)

Sto semplicemente dicendo che mi manca essere incinta perché è stato un bellissimo momento clou della mia vita.

Sono pieno di gratitudine per quei mesi in cui ho avuto modo di vivere con i miei figli che crescono nel mio corpo, ma la verità è che i miei ricordi felici sono temperati dalla tristezza. È lo stesso tipo di tristezza riflessiva che provo a volte quando penso al giorno del mio matrimonio o ai miei momenti più divertenti del liceo o anche ai miei giorni più belli della mia infanzia con i miei defunti nonni. Sono così felice di aver creato quei ricordi e, allo stesso tempo, sono un po' triste di non poter tornare indietro e rivivere quella felicità.

Quando ami qualcosa così tanto, è difficile lasciar perdere. È così che mi sento di passare dall'idea di essere di nuovo incinta. Mi mancano solo tutte le sensazioni di essere incinta. C'è un filo di tristezza mescolato al monsone di felicità che mi ha portato diventare mamma, e penso che vada bene.

Condividi Con I Tuoi Amici: