celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Non potevo prendermi cura dei miei figli, quindi li ho lasciati andare

Maternità
perdere l

kjekol / Getty

citazioni di rick da rick e morty

Prima che nascessero i miei tre figli, ho letto tutti i libri sui genitori esistenti. Non ero quasi mai stato con i bambini quando ero più giovane e non sapevo nemmeno come cambiare un pannolino. Spaventato di essere tristemente inadeguato, ho usato ogni risorsa a cui potevo pensare per riempire il mio cervello di informazioni su come essere il genitore perfetto.

C'erano alcune cose che già sapevo di voler fare. Era importante che i miei figli avessero uno spazio sicuro, un luogo in cui potessero condividere i propri sentimenti senza vergognarsi. Volevo essere quella persona per loro.



Questo era particolarmente vero con i ragazzi, Brendan e Shayne. Sapevo che il loro padre voleva che fossero duri e che diventassero uomini forti. Andava bene, ma volevo anche che sapessero che potevano essere emotivi senza vergognarsi. Ho giurato di essere qualcuno a cui potevano rivolgersi per qualsiasi cosa senza giudizio. Credevo che sarei sempre stato dalla loro parte e non li avrei mai costretti a navigare da soli nelle loro vite.

Mia figlia, Vanessa, è nata prematura di tre mesi. Era la cosa più piccola che abbia mai visto, ma una così piccola combattente. Ha combattuto ogni giorno per la sua vita ed è sopravvissuta a problemi polmonari, interventi al cuore e un'infezione da stafilococco . Invecchiando è diventata una piccola pistola, sempre pronta ad affrontare il mondo che inizialmente era così crudele con lei. È una sopravvissuta come non l'ho mai vista prima.

Dopo aver giurato che ci sarei sempre stato per tutti e tre, li ho delusi uno per uno.

Dire addio al mio cuore

Ho firmato l'affidamento dei miei ragazzi al padre poco dopo essere stato dimesso da un ospedale psichiatrico. Il loro padre è venuto nel mio appartamento e ha messo i documenti legali sul tavolo della cucina insieme a un biglietto di Shayne, di tre anni. Ho letto la nota per prima, le mie mani tremanti quando l'ho aperta.

io misu. Questo è tutto ciò che ha detto, ma è stato abbastanza per spezzare il mio cuore in un milione di pezzi.

La verità era che non avevo tanto da offrire quanto il loro papà. Aveva una famiglia allargata amorevole e una vita stabile, entrambe cose che mi mancavano gravemente. I ragazzi avevano un disperato bisogno di ciò che poteva dare loro. Anche se li amavo teneramente entrambi, sapevo che non potevo provvedere a loro allo stesso modo.

Qualche anno dopo, Vanessa andò a stare con mia madre per alcune settimane. Il giorno in cui se ne andò era il suo quinto compleanno, e l'ho tenuta stretta mentre giravo il viso in modo che non mi vedesse piangere. Ero in grave astinenza dalla droga e stavo per fare il check-in in una casa di cura dove non accettavano bambini. Mia madre ha detto che era per il meglio. Ancora una volta, Vanessa aveva bisogno del tipo di stabilità che non potevo fornire.

Non è tornata a casa per due anni.

Perdere i miei figli è stato come un pugno nello stomaco ogni singolo giorno. Il mio cuore soffriva costantemente per loro e i sentimenti di vergogna erano così intensi che non riuscivo a gestirli. Mi sono rivolto all'alcol e alle droghe pesanti per non dover affrontare il dolore che mi accoglieva ogni mattina.

Gli oppiacei che prendevo regolarmente fornivano l'illusione che tutto andasse bene e non fosse poi così male, non proprio. Forse non ero un pezzo di merda totale che non poteva nemmeno prendersi cura dei propri figli. Forse non gli importava nemmeno più di me. Era per il meglio, come diceva mia madre.

Era una bugia, e le droghe mi hanno permesso di crederci molto più a lungo di quanto avrei dovuto.

I momenti in cui non sono riuscito a tornare

C'erano cento traguardi che sono passati senza di me. Vanessa ha perso il suo primo dentino e ha iniziato l'asilo. Brendan e Shayne si unirono ai Boy Scout e guadagnarono distintivi al merito. Non avevo idea di cosa stesse succedendo nella loro vita quotidiana. Era troppo da sopportare sapere che non facevo parte di loro.

Ogni tanto vedevo ancora i ragazzi, di solito nei campi da gioco o nei parchi. Hanno pregato di tornare a casa con me anche se ero in un secondo matrimonio abusivo che li avrebbe messi in pericolo.

è più probabile che bevono domande sul gioco

Non mi interessa se è lì, annunciò Shayne un giorno al parco giochi. Voglio solo stare con te e vivere di nuovo con te.

È stata una cosa coraggiosa da dire, e l'ho abbracciato e ho voltato il viso in modo che non potesse vedermi cadere a pezzi. Non c'era nient'altro che volevo in quel momento se non portarli a casa e non lasciarli mai andare. Era il mio sogno, per quanto impossibile.

Brendan era più vecchio e sapeva meglio. Non voleva vedere le mie lacrime o che mi dispiacesse per me stesso. Suo padre era un duro, e di conseguenza lo era anche Brendan. Sapevo che voleva che facessi la cosa giusta, ma ero troppo debole per obbedire. Non c'era modo di riportare indietro quei ragazzi a tempo pieno, e sapere che questo mi torturava l'anima.

Vanessa era un'altra storia. Mia madre l'ha portata a casa nel Missouri e non l'ho vista fino a quando non l'ho riportata in Florida un paio di anni dopo. Il senso di colpa che provavo per averla persa mi ha quasi ucciso, e ho smesso di chiamarla e parlarle perché mi vergognavo così tanto.

Non conoscevo più mia figlia, quella che piangeva con rabbia al telefono perché andassi a prenderla in quell'istante. Era troppo giovane per capire quanto fossero instabili le cose e come non riuscissi nemmeno a prendermi cura di me stessa, figuriamoci a prendermi cura di lei.

Gli anni passati hanno preso il loro pedaggio su di me

Gli anni senza i miei figli sono stati schiaccianti per l'anima. Ho smesso di preoccuparmi della mia vita, sentendo che era inutile senza di loro. Mi vergogno ad ammettere di aver pensato abbastanza spesso al suicidio. I miei figli sono la ragione per cui non l'ho mai fatto. Avevo causato loro abbastanza dolore nelle loro giovani vite senza appesantirli ulteriormente.

Diventare madre mi ha cambiato, ma perdere i miei figli mi ha danneggiato per sempre. Ho pregato che qualcuno li stesse abbracciando e baciando i loro buo-fischi, sostenendoli quando avevano una dura giornata a scuola, mettendoli al primo posto prima dei propri bisogni egoistici. Non c'era motivo di pregare che quella persona potessi essere io. Avevo già fallito nel lavoro più importante che avrei mai avuto.

idee per costumi per bambini di 11 anni

Non c'era più lotta in me. Non avevo la possibilità di alzarmi in piedi e andare in tribunale per riconquistare i miei figli. Avevo già troppi colpi contro di me e sapevo che avrebbe solo causato più dolore a tutti. Eppure, li volevo vicino a me con ogni fibra del mio essere. Era un buco costante nel mio cuore che non avrei mai pensato si sarebbe rimarginato.

Sapere di non essere il miglior genitore per loro è stata una dura realizzazione con cui ho dovuto convivere, ma mi ha sollevato il fatto che stessero crescendo sotto la stabilità e l'amore che meritavano anche se non provenivano da me. Ogni bambino se lo merita come minimo. Una cosa era amarli e adorarli quanto me, ma un'altra era prendersi cura di loro abbastanza da lasciarli andare senza di me.

I miei figli ed io siamo molto più vicini oggi. Brendan è un adulto e Shayne lo sarà tra un paio d'anni. La dolce Vanessa ha 11 anni ed è di nuovo a casa con me. Niente è più significativo per me che essere lì per sostenerli e amarli, e considero ogni minuto con loro un dono di Dio. Sono diventato lo spazio sicuro per loro che ho sempre voluto essere.

Parliamo apertamente dei giorni brutti, del tempo che abbiamo passato separati, e sono il più onesto possibile con loro. Spero che imparino dagli errori che ho fatto e che un giorno possano capirli.

Quando Shayne chiede il mio consiglio, mi sento la persona più importante del mondo. Quando Brendan e la sua ragazza vengono in Florida per una visita, mi sento fortunato che si fermino a vedermi ogni volta che ne hanno la possibilità. Quando Vanessa mi tiene la mano per attraversare la strada, la tengo molto stretta per tutte le volte in cui non ho avuto quel lusso. Tutti e tre mi hanno guarito a modo loro anche se non se ne rendono conto.

Le cose sono cambiate. I miei figli vengono prima di tutto ora, non io o la mia instabilità o bisogni egoistici. Darei volentieri la mia vita per tutti loro. Infine, sono la loro mamma e oltremodo grata di dirlo. Tutti e tre sono i miei figli preferiti, ognuno per le proprie ragioni speciali. Non devo più nascondermi o vergognarmi. Mi è stata data una seconda possibilità per sistemare le cose.

Non importa come abbiamo intenzione di crescere i nostri figli, a volte finiscono per allevarci in modi che non ci saremmo mai aspettati. I bambini sono magici in questo modo.