45 citazioni memorabili del 'Gobbo di Notre Dame' dalla storia più oscura della Disney Disney

Giochi Divertenti
citazioni gobbo di notre dame

Disney

Guardando indietro a Disney' s canone di lungometraggi animati che dominano i cuori e le menti dei fan, è chiaro che un film viene sempre relegato in fondo alla lista. E per una ragione. Il gobbo di Notre Dame , lo studio millenovecentonovantasei rilascio in primo piano musica memorabile e le voci di alcune delle più grandi star del giorno (Demi Moore, Jason Alexander e Kevin Kline, per citarne alcuni), ma era anche il più adulto in natura, con alcuni elementi che a malapena arrivavano al taglio finale.

La rivisitazione moderna del tragico classico del 1831 di Victor Hugo sul desiderio di accettazione e amore di Quasimodo è stata annacquata in modo significativo per un pubblico più giovane ed è stata pubblicata durante il periodo d'oro del Disney Rinascimento degli anni '90 . Con la musica scritta e prodotta dal leggendario Alan Menken (sai, lo stesso responsabile della musica iconica di La Sirenetta , La bella e la bestia , Aladdin , Pocahontas , Mulan , tra gli altri) il film ha ottenuto nomination all'Oscar e al Golden Globe per la colonna sonora. Ma sono i temi e i messaggi più oscuri del film che sembrano essere rimasti impressi nel pubblico, decenni dopo l'uscita del film.



Anche con un punteggio G dalla MPAA, il film ha esplorato l'argomento più maturo della persecuzione religiosa, del peccato, desiderio sessuale , abilismo, infanticidio, la vergognosa storia dell'antiziganismo in Europa e il genocidio, tra gli altri. Tutto questo diventa molto più chiaro quando guardando il film da adulto .

Detto questo, i fan del film d'animazione ambientato a Parigi non si lasciano intravedere. Quindi, se stai cercando di ricordare o vuoi semplicemente rinfrescare la tua memoria su tutte le cose Quasimodo, Esmeralda e Frollo, siamo andati avanti e abbiamo raccolto le citazioni più memorabili di Il gobbo di Notre Dame , un film che sostiene che il bene prevale sempre sul male.

citazioni gobbo di notre dame

Disney

1. Frollo: La sento. La vedo. Il sole catturato nei suoi capelli corvini sta ardendo in me senza controllo. Come il fuoco. Fuoco infernale. Questo fuoco nella mia pelle. Questo desiderio ardente mi sta trasformando in peccato.

2. Febo: A proposito di guai, dovremmo averne già incontrati.

domande e risposte doppio senso in inglese

3. Quasimodo: SANTUARIO!

4. Frollo: Hellfire, fuoco oscuro, ora zingara tocca a te. Scegli me o la tua pira. Sii mio o brucerai!

5. Laverne: (i piccioni atterrano dappertutto) Non emigri mai?!

6. Clopin: Ti troviamo totalmente innocente, che è il peggior crimine di tutti! Quindi pagherai!

7. Febo: Cittadini di Parigi! Frollo ha perseguitato la nostra gente, saccheggiato la nostra città e ora ha dichiarato guerra alla stessa Notre Dame! Lo permetteremo?

8. Clopin: Qui alla Corte dei Miracoli, è un miracolo se ne esci vivo!

9. Esmeralda: Non chiedo niente, posso cavarmela. Ma conosco tanti meno fortunati di me.

10. Esmeralda: Allora, sembra che abbiamo incoronato lo sciocco sbagliato! L'unico pazzo che vedo qui sei tu! (getta il cappello da giullare in direzione di Frollo)

11. Hugo: Quello che Frollo non sa non può farti del male!

12. Quasimodo: se scegliessi un giorno per volare, sarebbe questo! (nidifica l'uccello nelle sue mani)

13. Arcidiacono: puoi mentire a te stesso e ai tuoi scagnozzi! Puoi affermare di non avere scrupoli! Ma non puoi mai scappare, né nascondere ciò che hai fatto agli occhi! (indica le statue della chiesa) Gli stessi occhi di Notre Dame!

14. Quasimodo: Mi dispiace, Maestro. Non ti disobbedirò mai più.

15. Esmeralda: Sei sempre così affascinante o sono solo fortunato?

citazioni dal signore degli anelli

16. Esmeralda (a Frollo): Tu maltratti questo povero ragazzo nello stesso modo in cui maltratti la mia gente. Parli di giustizia, eppure sei crudele con chi ha più bisogno del tuo aiuto.

17. Esmeralda: (a Quasimodo, ignaro che sia il suo vero volto) A proposito, grande maschera!

18. Esmeralda: Come ha potuto un uomo così crudele aver cresciuto qualcuno come te?

19. Frollo: Oh, mio ​​caro Quasimodo, non sai com'è là fuori. Lo voglio. Lo voglio…

20. Frollo: una strega così intelligente. Così tipico della tua specie da distorcere la verità; annebbiare la mente con pensieri empi!

21. Clopin: È un racconto, il racconto di un uomo e di un mostro...

22. Febo: Hmm? Uh-uh. Lasci la città per un paio di decenni e cambiano tutto.

suocera che controlla mio marito

23. Febo: (a Quasimodo, quando si rifiuta di lasciare il campanile e di avvertire Esmeralda) Lei ti ha difeso! Hai un modo divertente di mostrare gratitudine. Bene, non starò seduto a guardare Frollo massacrare persone innocenti. Fai quello che ritieni giusto.

24. Victor: Forse è malato.
Laverna: impossibile. Se vent'anni di ascolto di voi due non lo hanno fatto ammalare, niente lo farà!

25. Hugo (a Victor): Hehehe, vai a spaventare una suora!

26.Smeraldo:Cosa fai?
Frollo:Stavo solo immaginando una corda intorno al tuo collo
Smeraldo:So cosa stavi immaginando!

Citazioni da Il gobbo di Notre Dame , il libro

Hai bisogno di ancora di più? Continua a leggere per le citazioni dal romanzo classico di Victor Hugo.

1. L'amore è come un albero: cresce da solo, si radica profondamente nel nostro essere e continua a fiorire su un cuore in rovina. Il fatto inesplicabile è che più è cieco, più è tenace. Non è mai più forte di quando è completamente irragionevole.

2. Niente rende un uomo così avventuroso come una tasca vuota.

3. Spira, spera (respirare, sperare) .

4. Volevo rivederti, toccarti, sapere chi eri, vedere se riuscivo a trovarti identico all'immagine ideale di te che era rimasta con me e forse infrangere il mio sogno con l'aiuto della realtà.

5. Un orbo è molto più incompleto di un cieco, perché sa cosa gli manca.

6. L'avresti immaginata un momento un maniaco, un altro una regina.

7. I santi erano suoi amici e lo benedivano; i mostri erano suoi amici e lo proteggevano.

8. Nel momento in cui i suoi occhi si chiudevano, quando ogni sentimento svaniva in lei, credette di sentire un tocco di fuoco impresso sulle sue labbra, un bacio più ardente del ferro arroventato del carnefice.

9. A un gargoyle sui bastioni di Notre Dame mentre Esmeralda se ne va con Gringoire Quasimodo dice: 'Perché non sono fatto di pietra come te?'

10. Il suo giudizio dimostra che si può essere un genio e non capire nulla di un'arte che non sia la propria.

11. L'ha lasciata. Era insoddisfatta di lui. Aveva preferito incorrere nella sua rabbia piuttosto che causarle dolore. Aveva tenuto tutto il dolore per sé.

12. I più grandi prodotti dell'architettura sono meno le opere degli individui che della società; piuttosto il frutto dello sforzo di una nazione, che il lampo ispirato di un uomo di genio.

13. Scoprì che l'uomo ha bisogno di affetto, che la vita senza un amore che riscalda è solo una ruota secca, che scricchiola e stride mentre gira.

14. Che la protezione per una creatura così sfortunata fosse venuta da un'altra creatura così deforme, che una ragazza condannata fosse stata salvata da Quasimodo, anche questo aveva la sua intensità.

15. Sai cos'è l'amicizia?’ chiese.
«Sì», rispose lo zingaro; ‘è essere fratello e sorella; due anime che si toccano senza mescolarsi, due dita di una mano.'
«E l'amore?» proseguì Gringoire.
'Oh! amore!», disse, e la sua voce tremava e il suo occhio brillava. «Questo significa essere due ed essere uno solo. Un uomo e una donna si sono mescolati in un angelo. È il paradiso.

cosa fare per una festa di compleanno di 4 anni

16. Egli, quindi, si rivolse all'umanità solo con rammarico. La sua cattedrale gli bastava. Era popolato da figure marmoree di re, santi e vescovi che almeno non gli ridevano in faccia e lo guardavano solo con tranquillità e benevolenza. Le altre statue, quelle dei mostri e dei demoni, non provavano odio per lui: assomigliava troppo a loro per questo. Era piuttosto il resto dell'umanità a essere deriso. I santi erano suoi amici e lo benedivano; i mostri erano suoi amici e vegliavano su di lui. A volte passava intere ore accovacciato davanti a una delle statue in solitaria conversazione con essa. Se qualcuno si fosse imbattuto in lui allora sarebbe scappato via come un amante sorpreso durante una serenata.

17. Mi hai chiesto perché ti ho salvato. Hai dimenticato un furfante che una notte tentò di rapirti, un furfante al quale il giorno dopo portasti sollievo sulla loro infame gogna. Una goccia d'acqua e un po' di pietà sono più di quanto tutta la mia vita possa mai ripagare. Hai dimenticato quel cattivo; ma ricorda.

18. Non ho mai realizzato la mia bruttezza fino ad ora. Quando mi paragonavo a te, mi compiangevo davvero, povero mostro infelice che sono! Devo sembrarti una brutta bestia, eh? Tu, tu sei un raggio di sole, una goccia di rugiada, il canto di un uccello! Quanto a me, sono qualcosa di spaventoso, né uomo né bestia, oggetto indefinito, più duro, informe e più calpestato di un sassolino!

19. “Capisci? Ti amo!' gridò di nuovo. 'Che amore!' disse la ragazza infelice con un brivido. Riprese: 'L'amore di un'anima dannata'.