3 cose che dovresti dire a qualcuno che ha perso un figlio

Perdita E Lutto
cose-che-dovresti-dire-a-qualcuno-che-ha-perso-un-figlio-in primo piano

Shutterstock

Uno dei tanti motivi per cui parlare con qualcuno che ha subito una perdita è così difficile è perché sappiamo che le parole non possono mai alleviare il dolore di chi è in lutto. Moltiplicalo per mille quando immagini il dolore e il dolore brucianti di un genitore, anche se sono passati anni dalla loro perdita. Se ti ritrovi goffamente a cercare la cosa giusta da dire e il giusto conforto da offrire, quello che devi sapere è che riconoscere la loro perdita, chiedere del loro bambino e lasciare che esprimano il loro amore, dolore o rabbia è una cosa più grande conforto di quanto pensi. Non sei il solo a non sapere bene cosa dire. Infatti, secondo gli ultimi dati di ricerca a nostra disposizione, l'argomento viene cercato quasi 2.000 volte al mese. Ma se hai bisogno di una guida extra per parlare con qualcuno che ha perso un figlio, allora leggi questo. Proprio adesso. Ma solo se vuoi essere un buon amico.

1. Mi ricordo di tuo figlio

Quando si verifica la morte, la persona sembra semplicemente evaporare. Puff! Andato. La realtà di questo è la cosa più sorprendente da affrontare per un genitore, perché eravamo così intimamente coinvolti nella loro vita di tutti i giorni. Un giorno stai preparando i panini e ti preoccupi se ci sono calzini puliti, e poi tutto si ferma.



Non ci saranno più foto di famiglia, né nomi nell'elenco delle classi. Quelle cose andranno avanti senza che il bambino sia lì, e questa è la cosa che fa più male. Siate certi che un genitore che ha perso un figlio segnerà ognuno di loro, per anni e anni. Per sempre. Stanno già soffrendo, anche se non lo mostrano, e il tuo tirarlo fuori non sta peggiorando il dolore. In effetti, lo rende MOLTO meglio.

La cosa peggiore in assoluto per un genitore che ha perso un figlio è la consapevolezza che sarà dimenticato. Questo pianeta li ha avuti per così poco tempo che spesso non hanno avuto l'impatto che ha qualcuno che ha vissuto per decenni. Semplicemente non sono stati qui abbastanza a lungo per fare quel tipo di impressione. C'è questa realtà ridicolmente dura, questa dolorosa consapevolezza che con il passare dei giorni, poi dei mesi, poi degli anni, questa piccola vita si farà sempre più lontana.

I genitori sono lasciati con questo onere incredibilmente pesante di mantenere viva la memoria del loro bambino. Puoi aiutare. Probabilmente conosci qualcuno che ha perso un figlio. Connettiti con loro. Oggi. Racconta loro un ricordo che hai del loro bambino e come la vita di quel bambino vive anche in te. Allevia quel fardello. Questa è la materia di cui è fatta la vera amicizia. Dì al genitore in lutto che può parlarti del suo bambino oggi, domani, tra cinque anni, o anche 30, sarai sempre lì per parlare dei loro ricordi e del loro dolore. L'ascolto da solo può essere di grande aiuto nel processo di guarigione.

2. Mi sono fermato alla tomba di tuo figlio

Questo risale al numero 1. Se sei del posto, puoi farlo il più spesso possibile, o se sei in città per una visita da lontano, passa quando sei in città.

Questo non è strano. Non è morboso. Succhialo; la morte è qualcosa con cui tutti viviamo. Per qualcuno che ha perso un figlio, è fin troppo reale, e l'hanno affrontato in questo modo folle e ridicolmente intimo. Prendersi cura della tomba di un bambino non è divertente, è doloroso. Per quelli di voi che potrebbero non saperlo, i cimiteri falciano il prato e questo è tutto. C'è spazzatura che soffia in giro a volte e altre varie cose che non lo rendono bello. Le persone possono essere idiote e tu puoi migliorarlo.

Sapere che qualcuno si è preoccupato abbastanza da passare con dei fiori freschi e pulire la tomba farà sentire una persona che ha perso un figlio in modo ridicolo amata e apprezzata. Non c'è nemmeno una vera parola per la sensazione che questo suscita in una persona che ha perso un figlio, un misto di tristezza, shock e gratitudine.

È meglio se non glielo fai sapere in anticipo, e fai loro sapere solo dopo che sei passato e che è stato significativo per te. In questo modo non si sentono spinti ad andare con te. Se ti dimostri di essere quell'amico, potrebbero chiederti di andare con loro in futuro. Di nuovo, la materia di cui è fatta la vera amicizia.

3. Tutto ciò che non è condiscendente

Non nasconderlo. Sii là fuori e parla solo della situazione. Di 'qualcosa. NULLA. Dio ci aiuti, la cosa PEGGIORE che puoi fare è fingere che la vita stia andando avanti e non sia successo nulla. È come se il loro bambino non fosse mai esistito. Ricordi da quattro paragrafi prima? Ci pensano sempre. Non lo stai in qualche modo tirando fuori quando si erano dimenticati. Il solo fatto che tu stia interagendo con loro su questo argomento è di conforto. Così tante persone si limitano a fissare e fare convenevoli. È orribile.

Ma parlando di cose orribili, non essere paternalistico. A meno che non inizino a parlare dell'aldilà, non parlarne. I genitori non vogliono pensare a dove sia il loro bambino; possono sentire nel profondo il dolore della perdita e questo è tutto. E qualunque credenza possano sposare sulla religione o sull'aldilà, è garantito che saranno stati scossi da questa esperienza.

Ci sono sempre domande su cosa succede dopo la morte, dove andiamo e com'è. La linea di fondo è che non lo sappiamo; nessuno sa. Quando dici cose come il tuo bambino è in un posto migliore, stai facendo tutti i tipi di supposizioni che in realtà fanno solo che il tuo amico faccia di nuovo quelle domande orribili. Se si aprono con te su dove si trova ora il loro bambino, allora sentiti libero di discuterne. In caso contrario, chiudilo.

le rose sono le viole rosse sono le battute d'amore blu

Oh, e non chiedere loro come stanno, come stanno reggendo o qualsiasi altra cosa in questo senso. La risposta è che stanno andando in modo orribile. Se il tuo amico dice qualcos'altro, allora questa è una bugia calcolata per essere piacevole con te.

Detto questo, puoi davvero parlarne con loro. Anche se dici accidentalmente qualcosa di sbagliato, è comunque meglio che non dire nulla. Non c'è niente che tu possa dire che possa peggiorare le cose, nemmeno un po'. Hanno già attraversato l'evento più devastante possibile, quindi non pensare di avere un potere incredibile per peggiorarlo. Voglio dire, davvero, non sei così potente. Quello che puoi fare è impegnarti attivamente con loro al riguardo. Li aiuterà a guarire, qualunque piccola guarigione sia concepibile dopo la perdita di un bambino.

Non c'è davvero alcun modo per aggirare il fatto che tutta questa cosa fa schifo. Ma non c'è modo di sopravvalutare questo: essere lì in questi momenti più difficili è la sostanza di cui è fatta la vera amicizia.

Citazioni commoventi sulla perdita e il dolore

Il dolore cambia forma, ma non finisce mai. — Keanu Reeves

Nessuna ora è eternità, ma ha il diritto di piangere. Zora Neale Hurston

Il dolore è come l'oceano; arriva su onde che rifluiscono e fluiscono. A volte l'acqua è calma, a volte è travolgente. Tutto quello che possiamo fare è imparare a nuotare. — Vicki Harrison

Noi in lutto non siamo soli. Apparteniamo alla più grande azienda del mondo, la compagnia di coloro che hanno conosciuto la sofferenza. - Helen Keller