Quello che avrei voluto sapere prima del mio secondo cesareo

Salute E Benessere
Quello che avrei voluto sapere prima del mio secondo cesareo

Rob Hainer / Shutterstock



Se la tua esperienza è stata qualcosa come la mia, il tuo primo cesareo ha fatto schifo. Essere ricoverati d'urgenza in un intervento chirurgico importante dopo aver sopportato ore di lavoro fisicamente estenuante non è l'idea di un buon momento per nessuno. Mentre si avvicinava la nascita del mio secondo figlio, temevo seriamente di dover affrontare di nuovo tutto questo. Tuttavia, sono rimasto piacevolmente sorpreso.

Ecco cosa avrei voluto sapere entrando nel mio secondo cesareo:





1. Un cesareo non è così traumatico la seconda volta

Diciamolo chiaro: un cesareo di emergenza non è il risultato dei sogni quando si entra in travaglio. Sei stanco, hai paura e stai soffrendo. Ti senti completamente fuori controllo. UN cesareo pianificato è una tazza di tè completamente diversa. Ho dormito bene la notte, poi sono entrata nel reparto travaglio e parto del mio ospedale prescelto a un orario precedentemente concordato. Le infermiere mi stavano aspettando e avevo già compilato tutti i miei documenti di ammissione. Mi sono stati dati liquidi IV, che ha richiesto circa un'ora. Poi sono stato portato in sala operatoria, dove il mio ginecologo mi stava aspettando. È stata in grado di far nascere il mio bambino perché siamo stati in grado di pianificare in anticipo, cosa che ho apprezzato.

L'intera cosa ha richiesto forse 20 minuti dall'inizio alla fine, e poi sono stato portato in recupero con una bellissima bambina. Non voglio minimizzare la gravità di un taglio cesareo; anche se pianificato in anticipo è un intervento chirurgico importante, ma è completamente diverso quando sei preparato sia fisicamente che emotivamente per entrare.

2. Il recupero è più facile quando sai cosa aspettarti

La prima volta, un cesareo è una passeggiata verso l'ignoto. Potresti spingerti troppo forte fisicamente perché non capisci i tuoi limiti. Non sai quanto dolore è normale o quando andrà via. La seconda volta, sai in cosa ti stai cacciando e sei in grado di prendere decisioni molto più ponderate e informate. Sai come dovrebbe essere la tua incisione, sai quanto ti farà male entrare e uscire dal letto e sai che tutto si sentirà meglio prima di quanto ti aspetteresti. Sai anche che non dovresti raccogliere da solo quella cassa di acqua in bottiglia e potresti aver bisogno di aiuto per trasferire i vestiti dalla lavatrice all'asciugatrice i primi due giorni.

Non fraintendermi, farà ancora male come l'inferno. Potresti ancora ritrovarti a cercare su Google incisioni cesarei infette nel bel mezzo della notte. Ma sai anche che puoi gestirlo. Dopotutto, l'hai già fatto prima, il che è positivo, perché...

3. Non dovresti aspettarti tanto aiuto la seconda volta

Penso che questo valga per tutti i secondi bambini, non solo per quelli nati tramite taglio cesareo. Il fatto è che nessuno fa un grosso problema per il secondo bambino come fanno per il primo. Con la mia prima gravidanza, mi sono sentita come la prima donna al mondo a partorire. È stato il primo bambino della nostra famiglia in oltre 20 anni, quindi è stato un grande affare per tutti nella mia vita. Mio marito si è preso sei settimane di ferie e mia madre si è trasferita da noi per un paio di settimane. Poi è arrivato il mio migliore amico ed è rimasto un altro paio di settimane. Ho avuto tutto l'aiuto che potevo desiderare. Non dovevo preoccuparmi di cucinare, pulire o fare il bucato. Tutto quello che dovevo fare era allattare il bambino e dormire quando potevo.

Con il mio secondo, ero da solo a rincorrere un bambino in età prescolare, a prendermi cura di un neonato e a riprendermi da un intervento chirurgico importanteentro due settimane. Sembra terrificante, ma era fattibile. Anche se pensavo con nostalgia ai giorni successivi alla nascita del mio primo.



4. Il tuo bambino potrebbe avere alcuni problemi nei primi giorni che non si verificherebbero con un parto vaginale

Abbiamo avuto un piccolo spavento quando il nostro bambino aveva poche ore. Ha iniziato a tossire/vomitare liquidi limpidi al punto da avere difficoltà a respirare. A quanto pare, il suo stomaco e i suoi polmoni erano pieni di liquido amniotico. L'infermiera l'ha aspirata e ha trascorso un paio d'ore nella stanza dei bambini in modo che le infermiere potessero osservarla più da vicino. Questo è abbastanza comune tra i bambini con taglio cesareo programmato quando la madre non ha alcun travaglio. Di solito, le contrazioni uterine spremere parte del fluido dal bambino mentre è ancora nell'utero. Quando non ci sono forti contrazioni uterine, i bambini nascono con il liquido ancora al loro interno. Non è grave, ma può essere spaventoso se non te lo aspetti.

5. Un cesareo ripetuto potrebbe non essere la tua unica opzione

Per me, un secondo cesareo è stata la scelta giusta. Tuttavia, se non ritieni che un cesareo ripetuto sia giusto per te e il tuo medico è d'accordo, potrebbero esserci altre opzioni. La nascita vaginale dopo il taglio cesareo (VBAC) sta diventando sempre più popolare. Se sei interessato, tu e il tuo medico dovreste discutere se siete un buon candidato.

Un taglio cesareo sicuramente non era nel mio piano di nascita la prima volta, ma ce l'ho fatta con un bambino sano, che probabilmente non sarebbe stato qui altrimenti. Anche se sicuramente non vedevo l'ora di ripetere l'esperienza, la seconda volta è stata molto più facile, sia fisicamente che emotivamente. Essere riposato all'inizio e sapere cosa aspettarsi fisicamente ha fatto un'enorme differenza nel mio recupero. Un intervento chirurgico importante non è mai divertente, ma con questo almeno hai un bel bambino tra le braccia quando tutto è finito. E questo ne vale assolutamente la pena.