celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Amiamo l'adorabile acronimo di James Van Der Beek per calmare un bambino che piange

Tendenza
Sundance Film Festival 2020 – Premiere Bad Hair

Cindy Ord/Getty

Il padre di sei anni ha lasciato cadere alcune conoscenze super-sagge sul sussurro dei bambini senza un grammo di parole maschili

James Van Der Beek ha più esperienza con i bambini: lui e sua moglie Kimberly hanno avuto sei figli da quando si sono sposati nel 2010: Olivia, 11, Joshua, 9, Annabel, 6, Emilia, 4, Gwendolyn, 3, e il piccolo Geremia, che è nato questo autunno.

Sono molte ore trascorse a dondolare, cantare e zittire sotto il naso Dawson Creek cintura di stelle.



Ha condiviso parte della sua saggezza da bambino conquistata a fatica Tic toc e Instagram questa settimana con un video su come gestire un bambino che piange. È arrivato anche con un comodo acronimo.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da James Van Der Beek (@vanderjames)

Domanda secolare: cosa fai con un bambino che piange, come era solo pochi minuti fa? Inizia il video. Ho un acronimo per te. È CALLLM — ci sono tre L.

La prima C è connessione, snocciola. Riconosci che ogni momento è un'opportunità di connessione con il tuo bambino, dice. Ciò include sorridere, ridere, divertirsi e anche piangere. Stai mostrando loro che puoi essere lì. Che c'è un'opportunità di connessione.

La 'A' è per l'accettazione, continua. Molta pace può venire dall'accettazione. Non provi a cambiarlo subito, accetti semplicemente che questa è la situazione. Il bambino sta piangendo: hanno qualcosa da dire e tu sei lì per loro

La prima 'L' è l'amore. Inietta un po' di quell'amore nella situazione. Quel primo amore quando hai visto la prima ecografia, quando tua madre era nel mezzo del parto, e potrebbe esserci stato un punto interrogativo per un secondo, inietta un po' di quell'amore nella situazione.

La seconda L è ascoltare.

Salta dentro. Ascolta dal tuo cuore. Di cosa ha bisogno il bambino? Cosa stanno cercando di dirti?

La terza L è la lista. Questo è quello che probabilmente conosci: chiediti di cosa potrebbe aver bisogno il bambino.

Da lì, puoi andare all'elenco. È quello che puoi trovare in qualsiasi libro sui genitori. Sono stanchi? Sono fuori orario? Hanno freddo? Sono caldi? Sono affamati? Hanno rovinato il pannolino?

Finalmente arrivi alla M, che è magica. E questo è qualcosa che tu, in quanto genitore, puoi offrire - tu come loro caregiver - puoi offrire. Forse è la tua canzone speciale, è il tuo modo di trattenerli, è il tuo modo di rockeggiare.

Adoriamo quest'ultimo e sentiamo di non ricordarcelo abbastanza. Tutti noi abbiamo un po' della nostra speciale magia da caregiver, se possiamo rallentare e ricordarcelo.

Jeremiah, noto come Remi, è nato in ottobre e annunciato pubblicamente dalla famiglia cinque settimane dopo. La coppia aveva taciuto riguardo al loro nuovo figlio dopo aver subito due gravidanze a termine di seguito.

Frasi La Bella e la Bestia Rosa Incantata

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da James Van Der Beek (@vanderjames)

Ogni bambino porta la propria energia, la propria manifestazione di coscienza, le proprie lezioni, scrive accogliendo Remi e riflettendo sui due aborti della famiglia su Instagram. Quelli che abbiamo perso ciascuno ci hanno regalato diversi pezzi del puzzle... lasciandoci molto più grati per la lezione di perfezionamento in corso che possiamo godere con questo piccolo dolce e saggio.

Questa non è la prima volta che Van Der Beek condivide la sua saggezza genitoriale con il mondo nel suo modo dolcissimo. Le sue piattaforme social sono piene di immagini della famiglia e di riflessioni amorevoli sulla genitorialità. Che bravo ragazzo.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da James Van Der Beek (@vanderjames)

Guarda tutti quei bambini felici e fortunati con i capelli rossi! Ragazzi fortunati, papà fortunato.