Se non hai figli, non conosci la mia vita

Club Mid
Se non hai figli, non conosci la mia vita

Aleksandar Nakic / iStock

Prima di avere figli, ero un esperto di genitorialità. Davvero, sapevo la mia merda. Voglio dire, ho fatto da babysitter al liceo per guadagnare soldi da spendere e mi sono presa cura dei bambini nella mia professione di infermiera in un ospedale di una grande città. Capivo il pisolino e i capricci dei bambini meglio di chiunque altro, nonostante non avessi mai vissuto con un essere umano alto meno di un metro. Andrei a trovare i miei amici che hanno avuto figli e direi stupide cazzate del tipo, beh, e se ci provassi (inserisci qui un consiglio stupido e altamente inefficace)? o Sai, se lo facessi (inserisci qui una visione ridicola e disinformata della genitorialità), scommetto che tuo figlio si comporterebbe.

Mio marito ed io credevamo con tutto il cuore che i nostri futuri figli non avrebbero mai sofferto di cattivi genitori perché eravamo altamente informati in tutte le cose che riguardano i genitori. Non sono sicuro di cosa stessimo pensando, perché quando sono arrivati ​​i nostri figli, ci siamo resi conto abbastanza rapidamente che avevamo parlato a squarciagola per anni.



È una meraviglia che qualcuno dei miei amici genitori sia rimasto in giro per aiutarmi a sopravvivere agli anni da bambino dei miei figli. Dopo il modo in cui ho giudicato i loro genitori e tutte le volte che ho offerto consigli inutili, avevano tutto il diritto di buttare me e il mio cavallo alto fuori dalla porta. Sono abbastanza sicuro (leggi: lo so ) mi rende uno stronzo pensare di conoscere meglio dei miei amici i loro figli e la loro situazione genitoriale unica quando non avevo mai avuto a che fare con una diarrea esplosiva in un seggiolino per auto.

Se non hai figli e dai liberamente consigli ai tuoi amici che sono genitori: smettila subito. Non sai di cosa stai parlando e, francamente, sembri un idiota ignorante. Lo so adesso. Dopo essere sopravvissuto a 13 anni nella trincea dei genitori, posso affermare con autorità che quando una persona senza figli cerca di darmi consigli sui miei figli, alzo gli occhi al cielo così forte che praticamente mi viene un'emorragia cerebrale.

Mentre i consigli genitoriali non richiesti possono provenire da qualsiasi fonte, ci sono alcuni gruppi di persone che sono delinquenti regolari quando si tratta di giudicare i genitori stanchi.

contratto per 18 anni che vive in casa

Genitori in attesa

Lo sappiamo, lo sappiamo; hai letto tutti i libri sulla genitorialità. Capiamo che ti sei diplomato per primo nella tua classe di Lamaze, ma per favore, per l'amore di tutto ciò che è santo, chiudi le labbra quando mi vedi rinchiudere i miei figli al parco giochi. Non mi interessa che ogni singolo articolo che hai letto dica che i bambini dovrebbero mangiare solo cibo fatto in casa, biologico, coltivato nel mio cortile.

Mio figlio mangerà solo i cracker rossi del pesce rosso e quando ne avrà la bocca piena, avrò pace e tranquillità per tre minuti. In quei tre minuti riesco ad avere esattamente un pensiero ininterrotto. Ma non lo capisci, vero? Hai tutta la tranquillità e la pace di cui hai bisogno in questo momento, vero? Vieni a trovarmi tra sei mesi, e dopo che ti sarai chiuso in bagno a piangere enormi e pesanti singhiozzi perché non dormi da tre giorni, ti prometto che non dirò che te l'avevo detto. Ci penserò, però.

Persone con bambini pelosi

Posso dirlo perché ho un cane: cani e bambini sono due animali completamente diversi, quindi smettila di parlarmi delle abitudini del sonno di Fideaux quando mi lamento degli imbrogli notturni di mio figlio. Non sopporto quando le persone con animali cercano di aiutarmi a fare il genitore dei miei figli.

Ascolta, ho capito, la maternità si presenta in tutte le forme e fare da madre a un animale è uno sforzo nobile e altruistico. Davvero, lo è. E sono d'accordo che alcuni giorni è più difficile fare da madre a un animale che a un bambino. Ma non sono la stessa cosa, non per niente. Cercare di offrirmi consigli genitoriali solo perché funziona sul tuo gatto mi farà solo venir voglia di buttarti addosso la tua lettiera. Sarei felice di parlarti di come far smettere al mio cane di fare la cacca nella mia stanza alle 5 del mattino (seriamente, qualche consiglio?) ma lo farò non ascoltarti mentre esponi le abitudini alimentari della tua iguana in relazione a quelle del mio bambino.

Esperti che lavorano con i bambini

Ci sono così tanti professionisti che ci aiutano a crescere i nostri figli e contiamo su di loro per impedirci di sbagliare come genitori. Infermieri, medici, agenti di polizia e psicologi hanno tutti una formazione specializzata per aiutarci a navigare nelle acque agitate della genitorialità. Ma che dire dei professionisti che non tornano a casa con i loro preziosi fiocchi di neve? Non so voi, ma quando un dottore mi consiglia come dar da mangiare al mio schizzinoso cibo per bambini, metterò un po' più in conto i consigli di un dottore che ha tre figli e una moglie che vuole prenderlo in giro quando torna a casa alla fine della giornata.

Non mi interessa quanto sei altamente istruito o quanta esperienza sul lavoro hai, non sai ancora come veramente aiutami con i miei figli a meno che tu non stia camminando la stessa camminata quotidiana e implacabile in cui sono in scarpe genitoriali simili. Lo stesso vale per gli insegnanti e gli asili nido che non hanno figli: stare con mio figlio durante il giorno in un ambiente strutturato non equivale al caos e alla pressione di crescere un bambino dalla nascita all'indipendenza.

Essere genitori è già abbastanza difficile quando sei sopraffatto ed esausto, e i so-tutto-io senza figli lo rendono molto più frustrante. È difficile non indovinare le tue scelte genitoriali quando alcuni millennial con tette sode suggeriscono che forse l'allattamento al seno è meglio farlo in privato. Ogni bambino è diverso, i consigli non sono uguali per tutti, e più faccio questo lavoro da genitore, più mi rendo conto che meno è meglio. Meno movimenti della bocca e meno consigli a favore di più ascolto e supporto e presa di mano. Quindi, a meno che tu non stia aprendo la bocca per suggerire una bottiglia di vino che si abbini perfettamente al lavoro sui comuni compiti di matematica di base di tua figlia, ti ringrazierò di stare zitto.