4 cose che voglio che il mio coniuge capisca sull'essere un genitore acquisito

Altro
Vuoi che il marito sappia di essere un patrigno

scimmiabusinessimages / Getty

Quando avevo 27 anni, mi sono trasferita da un uomo che aveva una figlia piccola. Durante la notte, sono diventata una matrigna a tempo pieno. Sia lui che io eravamo completamente impreparati all'impatto che quella decisione epocale - e la nostra nuova famiglia mista - avrebbe avuto su tutti noi.

Quando non ci siamo allenati, mi sono trasferita e ho trascorso diversi anni da sola nel tentativo di guarire e andare avanti. All'inizio del 2017, ho incontrato e innamorato dell'uomo più incredibile, e dopo che ci siamo fidanzati all'inizio di quest'anno, mi sono trasferita da lui e dai suoi due ragazzini energici, felici e gentili.



Ora che sono al mio secondo ciclo di matrigna, mi piacerebbe pensare di essere un po' più saggia. (Ma in realtà, come genitori, non stiamo fondamentalmente solo cercando di capirlo mentre andiamo avanti?) Le emozioni nel diventare un patrigno sono spesso trascurate, con la giusta attenzione che va ai bambini durante questo enorme cambiamento di vita. Ma se sei il genitore biologico nella partnership, ecco alcune cose da tenere a mente quando si tratta del tuo partner per far iniziare la tua famiglia mista ad un inizio felice e di successo.

1. Giochiamo costantemente al recupero.

I tuoi figli ti conoscono come loro genitore dal giorno in cui sono nati e ti stavi preparando a essere il loro genitore per nove mesi prima. Anche se è il più caloroso benvenuto alla tua famiglia, stiamo ancora cercando di capire il nostro posto in essa e dimostrarci come una parte degna di essa. Comprendi che giocare a questo gioco di recupero può essere mentalmente estenuante e chiedici cosa puoi fare per alleviare alcune delle difficoltà che lo circondano.

cose civettuole per mandare messaggi a una ragazza

2. Non amiamo i tuoi figli tanto quanto li ami tu.

MOLTO DURA, TAI.

Ma è la verità. E anche se potrebbe non essere vero per tutti genitori acquisiti, è certamente vero per me.

Ora, questo non vuol dire che non mi piacciono i suoi figli. mi piacciono Un sacco . Ci tengo a loro e stiamo tutti imparando ad amarci. Ci arriveremo, ma forzare i sentimenti che non ci sono ancora è una ricetta per il disastro. Va bene se il tuo partner non ama i tuoi figli come tu ami i tuoi figli (purché non lo dicano a loro ). Non sono stati i loro genitori dal primo giorno; non c'è quel legame Il potenziale è certamente lì, ma non se provi a far apparire dal nulla l'amore dei genitori istantaneo.

3. È una grande transizione che cambia la vita per noi.

Prima di andare a vivere insieme, io e il mio compagno abbiamo parlato all'infinito di come questo cambiamento avrebbe influenzato i suoi figli. Mi abbiamo introdotto lentamente nelle loro vite, abbiamo iniziato a fare sempre più cose insieme, abbiamo iniziato a parlare con loro del mio trasferimento. Sono così orgoglioso di come l'abbiamo gestito, perché quando è arrivato il giorno del trasloco, erano felici di guadagnare un altro membro della famiglia, e il cambiamento sembrava essere un piccolo punto debole sul loro radar.

le migliori barzellette di tutti i tempi

Non è così per me.

Tra i miei anni da patrigno, ho vissuto da solo. Uscivo quando volevo uscire, dormivo quando uscire la sera significava tornare a casa la mattina presto. Ho mangiato quello che volevo, ho guardato quello che volevo e ho vissuto in relativa pace (tranne per il mio adorabile cane iperattivo). Ho deciso che non volevo avere figli miei, e poi mi sono innamorata di un uomo che ne aveva due.

battute divertenti ma buone

Il passaggio da donna single a matrigna questa volta è stato più difficile, soprattutto perché sono un po' più grande, più testarda e determinata nei miei modi. Per quanto ami e desideri questa nuova vita, a volte proverò nostalgia per la mia vecchia vita. Per fortuna, ho un partner straordinario che mi capisce e mi supporta in tutto. Ma se dovessi farlo in modo diverso la prossima volta, presterei un po' più di attenzione ai miei bisogni durante la transizione, prendendomi del tempo per prendermi cura di me stessa e dei bambini.

4. Capire. Supporto. Amore.

Questi sono tutti standard abbastanza ovvi per qualsiasi relazione, ma sono particolarmente importanti in un ambiente familiare misto. Come ho detto, questa transizione è stata dura per me, e se non fosse per il mio partner che fa tutto quanto sopra, non sarebbe possibile.

Prima di andare a vivere insieme, parla del tipo di ruolo che il tuo partner/il nuovo patrigno dei tuoi figli vuole assumere nella vita dei tuoi figli. Potrebbero non voler assumersi le responsabilità genitoriali con te, o potrebbero voler fare la maggior parte di esso. (Sono un maniaco del controllo che ricade in quest'ultima categoria.)

E una volta che sarete tutti sotto lo stesso tetto, ci saranno momenti in cui avranno bisogno di uscire: ritirarsi in camera da letto e leggere un libro, o uscire di casa e incontrare un amico per un caffè o un bicchiere di vino.

Comprendi che ti amiamo, anche quando è difficile. Se non lo facessimo, non saremmo lì. Sostieni ciò di cui abbiamo bisogno per prenderci cura di noi stessi in modo che l'intera famiglia abbia successo. E non importa cosa, amaci in tutto questo e ti promettiamo di amarti a tua volta.