Non è troppo tardi per scusarsi, quindi chiedi scusa a tuo marito e ai tuoi figli quando sbagli

Relazioni
Non è troppo tardi per scusarsi, quindi chiedi scusa a tuo marito e ai tuoi figli quando sbagli

istock / karau

Mia moglie Mel ed io stavamo litigando per un biscotto. Era malata di raffreddore, quindi mentre faceva un pisolino, ho ripulito la cucina. Ho trovato il biscotto e, pensando che fosse in palio, l'ho mangiato, solo per scoprire che lo aveva tenuto da parte per dopo il pisolino.

Ci sono alcuni fattori che sono entrati in questo argomento. Mel era già malato da qualche giorno e io cominciavo ad ammalarmi. Mi sentivo un papà prodigio per averla lasciata fare un pisolino, il che non era davvero il caso. Era malata e aveva bisogno di guarire. Ma come la maggior parte delle liti in cui entriamo dopo 12 anni di matrimonio, tutto era piuttosto ridicolo. Abbiamo avuto una lunga settimana di bambini malati e una mamma malata, e alla fine tutta quella pressione e lo stress sono usciti da un dannato biscotto. Il che è davvero stupido, ma al momento non sembrava così.



Affatto.

Sembrava piuttosto importante. Mi sono sentito preso in giro e Mel si è sentito derubato. Abbiamo fatto avanti e indietro per un po'. Abbiamo discusso su chi fosse uno stronzo. Nessuno di noi era disposto a prendersi la colpa. Entrambi ci siamo sentiti presi in giro. E soprattutto, eravamo entrambi troppo orgogliosi per scusarci, quindi siamo rimasti bloccati in questa discussione circolare su un biscotto al cioccolato delle dimensioni di un dollaro d'argento.

Ma la realtà è che questo è ciò che accade nel matrimonio. Due persone rimangono bloccate a discutere su qualcosa di piccolo e insignificante. Si concentrano su di esso e ne discutono all'infinito, senza mai discutere veramente del problema reale. E fu solo a tarda notte che finalmente le dissi che mi dispiaceva. L'ho detto sinceramente, e subito mi è sembrato che un palloncino si fosse sgonfiato e abbiamo potuto finalmente discutere del vero problema, che non era affatto un problema, ma solo la realtà che è piuttosto stressante quando i membri della famiglia e i bambini sono tutti malati al contemporaneamente.

Ma questo, in definitiva, è il potere delle scuse. Questo non vuol dire che devi scusarti per ogni piccola cosa. E non significa nemmeno che dovresti scusarti anche quando non lo intendi davvero. C'è un peso e una sincerità in una scusa che deve essere genuina. Ciò che significa è che le scuse possono davvero e onestamente essere l'inizio di una sana conversazione.

A volte, quando mi scuso, sembra che qualcosa si sia sciolto, e all'improvviso possiamo sederci e parlare razionalmente. Non posso parlare per tutti i matrimoni, ma almeno nel mio, le scuse di solito portano a più scuse da entrambe le persone e alla fine portano un cambiamento utile.

E quando ci penso, penso spesso a mio padre. Morì mentre divorziava dalla sua quarta moglie. Ha passato la maggior parte dei miei anni di liceo in prigione. Onestamente, era un uomo egoista e non ricordo che si sia mai scusato con una delle sue mogli. Non sono sicuro se fosse orgoglio o qualcos'altro, ma non credo che fosse interessato a dire che gli dispiaceva. Quindi litigi, errori, rimostranze - tutto si è accumulato fino a quando il matrimonio in cui si trovava non si è ribaltato e si è concluso, e poi è passato a un altro.

Dico spesso alle persone che ho imparato di più dall'assenza di mio padre che dalla sua presenza, e in questa situazione ho imparato molto da ciò che non ha detto piuttosto che da ciò che ha fatto.

La mia speranza è che i miei tre figli imparino a scusarsi guardando i loro genitori che lo fanno. Non voglio che imparino da ciò che non viene detto, come ho fatto io.

In effetti, mi scuso molto con i miei figli, in particolare con la mia figlia di mezzo, che è spesso la più propensa ad incrociare le braccia, guardare per terra e chiudersi. È la più probabile che porti rancore. Non riesco a contare quante volte mi sono accucciato, l'ho presa per le spalle e le ho detto che mi dispiaceva per questo o quello. In momenti come quelli, alza sempre lo sguardo e finiamo per parlare di ciò che è veramente sbagliato. E alla fine, le spiego sempre che le scuse non sono necessariamente ammettere che ti sbagli. È ammettere che tieni abbastanza a quella persona da umiliarti. Scusarsi è come dare un ramoscello d'ulivo. Significa che vuoi superare la tua discussione e discutere il vero problema, in modo da poter andare avanti entrambi.

E penso che sia questo il problema con le parole mi dispiace. Sono associati all'ammissione di colpa e, nel pronunciarli, accetti la colpa. Ma non è proprio questo il motivo per cui mi scuso. Lo faccio per far uscire la tensione dalla stanza. Lo faccio perché amo mia moglie e i miei figli, e sono disposto a umiliarmi in modo che possiamo incontrarci nel mezzo, trovare un compromesso e, insieme, diventare più forti. E qui sta il vero potere delle scuse: è il modo per assicurarti che le persone che ami sappiano che sei più coinvolto nella relazione e nell'amore che c'è in essa che nel tuo orgoglio.

Quindi, se sei una persona che lotta con le scuse, prova a riformularlo. Provalo la prossima volta che ti senti in una situazione di stallo. Non pensarlo come ammettere la colpa, ma piuttosto ammettere che ami le persone con cui stai. Migliorerà il tuo rapporto con il tuo partner e i tuoi figli. Lo prometto.