Come crei i bambini con diritto

Anni Elementari
HbrH / Getty

HbrH / Getty

Quando ero bambino, i miei genitori facevano sempre la predica a me e mio fratello su quanto fossimo ingrati. Sei così ingrato, mia madre sputerebbe. Ti aspetti solo che ti venga consegnato tutto.

Queste invettive ci lascerebbero per lo più confusi e arrabbiati. Siamo stati ingrati? Cosa significava? Naturalmente, siamo stati grati.



elenco di soprannomi carini per ragazzi

Quello che voleva dire, credo, è che noi eravamo intitolato — bambini che si aspettavano che tutto ci fosse consegnato.

Ogni volta che andavamo da qualche parte, mia madre ci comprava qualcosa. Abbiamo solo dovuto chiedere. I parenti ci hanno riempito di regali. E nonostante la nostra classe media, avevamo un'istruzione scolastica privata, automobili, persino un cavallo.

E quando siamo stati noi a chiedere invece che a chiedere, ci siamo sentiti imbronciati. risentito. Quando i miei genitori ci chiedevano di lavare i piatti, mi incazzavo. Non che schifo, ma sinceramente incazzato, tipo come osi arrabbiarti. Non ho mai pulito un bagno, portato fuori la spazzatura, dato da mangiare a un cane o lavato i vestiti. Di tanto in tanto venivo costretto a spolverare, cosa che facevo così male che mi sgridavano e ci rendevamo tutti infelici, e passavo l'aspirapolvere, cosa che odiavo ugualmente. Entrambi sono accaduti solo quando gli ospiti stavano arrivando e mia madre era disperata. Di tanto in tanto accettavo di apparecchiare la tavola per detti ospiti, quando c'erano, ma quando c'era solo la famiglia sbuffavo e sbuffavo come il lupo cattivo.

Io e mio fratello non avevamo lavoretti. Mio fratello ed io avevamo diritto. I due sono indissolubilmente legati. Perché se un bambino non ha compiti, un bambino cresce per averne diritto.

Questo non accade intenzionalmente. Nessuno si propone di allevare figli aventi diritto. I miei genitori certamente no. Ma c'è una lenta diapositiva: è più facile fare le faccende da solo, o perché i bambini piagnucolano o impiegano troppo tempo, o perché fanno un lavoro di merda, e tu devi seguirli e farlo di nuovo comunque - è più facile farlo da solo in primo luogo. Oppure sono così impegnati con la scuola e le attività, e lo vedi come il loro lavoro, non portare fuori la spazzatura e lavare il bagno.

Voglio dire, quando avranno tempo fare queste cose, nel mezzo della frenesia delle loro vite già piene? Forse eri il bambino più grande e vuoi dare una pausa ai tuoi figli. Ma lentamente, scivoli da un genitore sì a un genitore facile e sei in un territorio pericoloso.

Non ti racconterò una storia magica sui miei angeli perfetti e sulla loro tabella dei lavori dai colori vivaci. Non ti dirò nemmeno che i miei figli non hanno diritto, perché lo sono. In effetti, i miei figli hanno tutto il diritto, e parte di questo è perché per lo più non hanno compiti coerenti. Non è che non ho provato a fare una tabella delle faccende domestiche. Lo hanno semplicemente ignorato e così ha fatto mio marito e l'idea è morta di una morte lenta e persistente.

cosa fare quando non puoi permetterti l'università?

E ragazzo, i miei figli hanno diritto. Sono dolci, davvero. Non accettano molto bene, almeno i due più grandi lo fanno: quando andiamo da Target e io dico niente giocattoli, loro non piagnucolano, calpestano e si scatenano. Non si lamentano nemmeno per andare a guardare i Lego dopo che ho rifiutato, anche se sono ovviamente delusi.

Ma si aspettano la cena in tavola. Si aspettano che produciamo snack secondo i loro capricci, bevande su richiesta, pasti diversi quando li chiedono. Si aspettano che se ci ignorano abbastanza a lungo, ci arrendiamo e smettiamo di chiedere loro di fare qualcosa di spiacevole, come ripulire i loro pasticci, e che andare a letto significhi sei richieste che vengono ignorate a malincuore finché non si urla.

Le scarpe perdute appaiono magicamente. Così fa la biancheria pulita, un bagno pulito, i pavimenti spazzati, i cani da mangiare. Tutte queste faccende vengono eseguite senza il loro contributo, come se fossero degli elfi domestici. Fanculo quella merda.

Mi sento come Dobby l'Elfo Domestico in Harry Potter e Dobby vuole essere un elfo libero.

Ma non è così semplice come darmi un calzino. Ho bisogno di dare ai miei figli alcune vere responsabilità, e poi continuare a fargli eseguire ciò che viene chiesto.

Sono, in teoria, responsabili della pulizia della camera da letto e della stanza dei giochi. Ma sono sempre cestinati. Li faccio pulire la tana ogni giorno, il che suppongo sia un lavoro ingrato. Il mio più grande spazzerà anche se richiesto. Il mio figlio di mezzo nutre i suoi rospi. Il mio più giovane urla per il suo tablet durante l'intero processo. Ma anche quando tecnicamente completano un lavoro, spesso si incazzano e fanno un lavoro a metà. Devo venire dietro di loro e sottolineare cosa si sono persi, e loro si arrabbiano e si imbronciano, e poi divento risentita e imbronciata. Circolo vizioso.

prendi linee che funzionano sempre always

Una semplice richiesta di portarmi un cesto di vestiti provoca piagnucolii e gemiti da parte di tutti - tranne il mio maggiore, che ha (a) più responsabilità, e (b) è il meno autorizzato dei miei figli, il più probabile per dire grazie, e il più gentile del lotto. Non credo che questa sia una coincidenza.

Riesco a individuare i bambini che non fanno le faccende domestiche. L'altro giorno, alla gastronomia locale, ho visto un bambino di sette anni chiedere il dolce. Suo padre ha risposto con un forse. Il ragazzo ha deciso di usare la tattica di guerriglia di urlare PAPÀ PAPÀ PAPÀ VOGLIO IL DESSERT POSSO AVERE IL DESSERT VOGLIO DESSERT più e più volte, praticamente prendendo l'intero ristorante in ostaggio a suo capriccio per un biscotto di velluto rosso finché papà non si è ribaltato. Quello è avente diritto. Sono sicuro come una merda che quel piccolo manifestante non avesse altre faccende se non quella di allacciarsi le scarpe da calcio. Perché quando dai tutto a un bambino, finisci con questo.

Sì, ogni bambino ha brutte giornate. I miei certamente lo fanno. Ma quando questo comportamento è uno schema, quando non puoi uscire da Target senza comprare giocattoli dal Dollar Spot, quando tuo figlio insiste che la mamma gli compri vestiti nuovi o pigiami ad ogni uscita (ero io), quando vivono come marmocchi con gli elfi domestici di nome mamma e papà, ne hanno diritto.

E i bambini aventi diritto crescono diventando adulti aventi diritto. Mi ha preso anni per imparare a mantenere una casa pulita. Anni per imparare che alla gente non importava delle mie scuse. Anni per rendermi conto che dovevo dare la priorità alla mia vita, anni per imparare a bilanciare un libretto degli assegni e vivere entro i miei mezzi. Perché prima che mi rendessi conto di tutto questo, se volevo qualcosa, appariva e basta.

Quindi ho intenzione di fare un altro tentativo con quella tabella di lavoro. Il mio più grande riesce a dar da mangiare ai cani al mattino. I due più piccoli possono prendere i loro giocattoli, gettare le coperte sul divano e assicurarsi che io possa vedere il pavimento della loro camera da letto. Tutti possono ritirare prima di andare a letto. Il bambino di sei anni può ricevere la posta; il bambino di quattro anni - beh, se riesco a convincerlo a raccogliere la spazzatura sul pavimento, farò una danza di gioia sul pavimento della cucina. I bambini possono trasportare o spingere i cestini della biancheria. Possono aiutare a mettere via i vestiti. Forse allora guadagnerò un po' di tempo per bere un caffè prima che si raffreddi.

E forse i bambini impareranno che questa merda non accade per caso. Significa duro lavoro e qualcuno deve pur farlo. Quel duro lavoro potrebbe anche ricadere in parte su di loro: dopotutto, fanno parte della famiglia. Forse allora si sentiranno meno autorizzati, più in sintonia con ciò che serve per gestire una famiglia di cinque persone. Meno propensi ad arringarci per piccole cose e più autosufficienti. Perché i bambini che non hanno compiti si aspettano che gli venga consegnata la merda.

In questo momento, è lì che siamo. E fa schifo.