Essere un buon marito non è difficile, quindi smettila di essere una mer*a

Relazioni
buon marito, cattivo marito

Photographee.eu / Shutterstock

cosa significa il nome cree?


Ringrazio mio marito per alcune cazzate piuttosto banali. Lo amo e lo apprezzo, e voglio che sappia che quando fa qualcosa come portare i bambini al parco mentre io mi trattengo dopo una giornata particolarmente difficile a casa, sta migliorando la mia vita. Lo ringrazio per aver cambiato un brutto pannolino che ho sicuramente annusato per primo. Lo ringrazio quando mi incoraggia a uscire e vedere i miei amici quando il senso di colpa di mamma mi sta spingendo a restare a casa.

L'unica volta che non può accettare le lodi è quando ricevo un messaggio da un'amica che non può incontrarmi a cena perché suo marito non è mai stato solo con i bambini di notte, o quando sento una storia su un marito che fa il broncio perché è tornato a casa dal lavoro e la cena non era pronta. Non importa che la mia amica fosse malata lei stessa mentre si prendeva cura dei suoi figli malati tutto il giorno - Johnny Husbo non può essere disturbato a prendere della pizza e una scatola extra di fazzoletti mentre tornava a casa dal lavoro. Vuole ancora il suo brasato.





Mi allontano da queste conversazioni e ringrazio immediatamente mio marito per non essere stato un completo stronzo. E ogni volta rifiuta l'idea che tutto ciò che deve fare per essere un buon marito non è essere un pessimo marito. La lode piove su di lui.

Questo non è per farmi le corna per avere un marito fantastico.

Questo è per chiedere cosa cazzo c'è di sbagliato in quelli che non possono essere disturbati a fare il minimo necessario per essere un buon marito. Non è così difficile non essere un marito di merda perché ci sono solo Due principi di base per fare la dannata cosa correttamente:

1. Sii gentile.

2. Sii premuroso.

Fine della lista.



Due cose. Il tuo lavoro è due cose.

E se queste due cose sembrano fuori dalla tua portata, per favore dai una lunga e dura occhiata allo specchio che implica dire al tuo riflesso di smetterla di essere un tale coglione e di diventare adulto.

Ogni relazione ha una sua dinamica e il matrimonio richiede un certo equilibrio di responsabilità. A volte questo equilibrio coinvolge una persona che gestisce la maggior parte della cucina, e non c'è niente di sbagliato nel fatto che sia un ruolo concordato di comune accordo. Quello che è sbagliato è entrare dalla porta alla fine della giornata e borbottare una domanda su quando sarà pronta la cena invece di salutare tua moglie e chiedere cosa puoi fare per aiutare.

Meglio ancora, non chiedere. Hai due occhi e un cervello quindi sei pienamente in grado di guardarti intorno, valutare la situazione di fronte a te e aiutare. Tavolo vuoto? Prendi alcuni piatti e inizia a impostare. Sul piano di lavoro ci sono carote, un coltello e un tagliere? Vai a tagliare. C'è un inizio.

Se sei un marito e un padre che scivola attraverso l'esistenza, è probabile che tua moglie ti spiani regolarmente la strada e lo fa a proprie spese. Se la senti lamentarsi per la mancanza di tempo che ha per fare la doccia e non ha mai fatto nulla al riguardo, non sei bravo nel tuo lavoro. Ricorda che il tuo lavoro come marito è essere gentile e premuroso.

Se non sei così gentile da togli il culo dal divano per guardare i tuoi dannati figli in modo che possa fare una vera doccia che non implichi l'impostazione dell'ugello per il lavaggio elettrico e sperando che abbia spruzzato via tutta la sporcizia degli ultimi quattro giorni, non sei bravo nel tuo lavoro.

Se senti il ​​bisogno di elevarti al di sopra di lei sminuendo il suo lavoro e i suoi sforzi, mettendo in discussione ciò che fa tutto il giorno e non offrendo un grammo di gratitudine, non sei bravo nel tuo lavoro.

Se ti comporti come un pazzo inetto quando si tratta di prendersi cura di il tuo bambini o la manutenzione di base e la gestione di il tuo a casa, non sei bravo nel tuo lavoro.

Tutto quello che devi fare è non essere un idiota e pensare ai bisogni dell'unica persona che anticipa tutti i tuoi. L'unica persona che hai giurato di amare e di cui ti prendevi cura e con cui hai creato una famiglia. Fai queste due semplici cose e sarai almeno un marito decente.

Se non ti preoccupi di essere gentile e premuroso, nel migliore dei casi sei un altro bambino di cui lei si prende cura e, nel peggiore dei casi, firmerai più della metà della tua merda nella mediazione per il divorzio perché merita di meglio. Quindi fai il tuo cazzo di lavoro. Adesso.