10 segni di abuso emotivo di cui potresti essere colpevole e nemmeno rendertene conto

Stile di vita

Non è sempre facile riconoscere - specialmente in te stesso.

NFT

L'abuso è un argomento difficile e complesso che può essere difficile da discutere e identificare . Questo è particolarmente vero per l'abuso emotivo, che a volte non è così ovvio abuso fisico .

so che non ti interessano le citazioni

'L'abuso emotivo può essere definito come qualsiasi tipo di comportamento inteso a controllare, intimidire o manipolare in altro modo un'altra persona attraverso l'uso della paura, dell'umiliazione o dell'aggressione verbale o fisica', Joni Ogle, LCSW, CSAT e l'amministratore delegato di Il trattamento delle altezze , dice a mamma spaventosa. 'Sebbene l'abuso emotivo non possa sempre causare danni fisici, può avere un profondo impatto sul benessere mentale ed emotivo della vittima. L'abuso emotivo può verificarsi in qualsiasi tipo di relazione, inclusi familiari, amici o partner romantici'.



L'abuso emotivo può essere difficile da identificare, dice Ogle, perché può essere sottile o mascherato da qualcos'altro. 'Ad esempio, un partner che fa sempre richieste e critiche può dire che si sta solo 'prendendo cura' della vittima o che 'ha a cuore i suoi migliori interessi'', spiega Ogle. 'Tuttavia, nel tempo, questo comportamento può avere un impatto sull'autostima e sul benessere emotivo della vittima. Se hai una relazione in cui ti senti costantemente sminuito, controllato o maltrattato in altro modo, è importante chiedere aiuto .'

NFT

E poiché l'abuso emotivo può essere così insidioso, è altrettanto difficile determinare se sei o meno emotivamente violento nei confronti dei tuoi cari. 'Potrebbe essere difficile ammettere che potresti essere emotivamente violento, ma è importante essere onesti con te stesso', dice Ogle. 'Se non sei sicuro, chiedi a un amico fidato o a un familiare se pensano che il tuo comportamento potrebbe superare il limite dell'abuso'.

Di seguito sono riportati i suoi consigli da tenere a mente se metti in dubbio il tuo comportamento tossico e come capire se sei emotivamente violento.

Quali sono i segni di abuso emotivo?

Ci sono molte forme diverse di questo tipo di abuso , secondo Ogle, ma alcuni esempi comuni includono quanto segue:

  • Urlando (o addirittura imprecando) contro la persona
  • Fare commenti umilianti o dispregiativi sulla persona
  • Criticare o sminuire regolarmente la persona
  • Eliminare i pensieri e le opinioni della persona
  • Trattenere l'affetto o l'amore come un modo per controllare la persona
  • Controllare costantemente la persona o chiedere di sapere dove si trova
  • Isolare la persona da familiari e amici
  • Controllare le finanze della persona o limitarne l'accesso al denaro
  • Prendere tutte le decisioni nella relazione e non concedere alla persona alcun input o autonomia
  • Illuminare la persona o manipolarla facendole dubitare dei propri ricordi o percezioni

Come fai a sapere se sei emotivamente violento?

Ci sono alcune cose chiave che possono aiutarti a fare un autocontrollo quando si tratta di affrontare il tuo comportamento emotivamente abusivo.

In primo luogo, Ogle suggerisce di essere consapevole delle proprie emozioni e dei fattori scatenanti. 'Se ti ritrovi facilmente sulla difensiva o ti senti come se dovessi controllare tutto, questa è una bandiera rossa', dice. 'In secondo luogo, fai un passo indietro dalla tua relazione e cerca di guardarla obiettivamente. Ci sono modelli di comportamento che rendono infelici te o il tuo partner? Ad esempio, critichi o sminuisci regolarmente il tuo partner? Infine, pensa a come te la cavi ti sentiresti nei panni del tuo partner. Ti andrebbe bene con il modo in cui lo stai trattando?'

Cosa fai se ti rendi conto di essere emotivamente violento?

Riconoscere di essere emotivamente violento può essere un'esperienza dolorosa, ma è il primo passo verso la guarigione.

'Se ti ritrovi a sminuire o controllare costantemente il tuo partner, o se scopri che la tua relazione è principalmente caratterizzata da conflitti e manipolazioni, potrebbe essere il momento di contattare un consulente o un terapeuta', dice Ogle. 'Possono offrirti guida e supporto mentre lavori per apportare cambiamenti positivi nella tua relazione. Potrebbero esserci problemi di fondo che stanno contribuendo al tuo comportamento e un terapeuta può aiutarti ad affrontarli'.

Oltre a cercare un aiuto professionale, ci sono anche alcune cose che puoi fare da solo per lavorare per essere meno emotivamente abusivo, secondo Ogle. Un passo cruciale che raccomanda è di iniziare a riconoscere i propri modelli di comportamento. 'Quando ti accorgi di essere critico o manipolatore, fai un passo indietro e cerca di capire cosa potrebbe guidare quel comportamento', dice. 'Ti senti insicuro o minacciato in qualche modo? Una volta che hai identificato i fattori scatenanti, puoi iniziare a lavorare per gestirli in modo più sano'.

È anche fondamentale esercitarsi a comunicare in modo più rispettoso . Se ti ritrovi a metterti sulla difensiva o a scatenarti con rabbia, Ogle suggerisce invece di fare un respiro profondo e cercare di calmarti prima di rispondere. Inoltre, potrebbe essere utile provare in anticipo ciò che vuoi dire in modo da avere meno probabilità di essere agitato nel momento. E invece di attaccare il carattere del tuo partner o metterlo giù, Ogle dice di cercare di concentrarti su ciò che provi e perché.

'Se riesci a condividere i tuoi sentimenti in modo onesto e aperto, può aiutare a disinnescare molte tensioni e conflitti. Naturalmente, cambiare i modelli di comportamento a lungo termine non è sempre facile e probabilmente richiederà tempo e fatica. Ma se lo fai sei disposto a metterti al lavoro, può fare un mondo di differenza per la tua relazione'.

Condividi Con I Tuoi Amici: