celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Ho trentadue anni e vivo con la mia sorella gemella di successo

Relazioni
32-hot-gemella-1

Per gentile concessione di Evelyn Martinez

Nota: ho ricevuto il permesso di scrivere su questo argomento.

Mi sono fatto questa domanda quante volte, ma ti sei mai chiesto cosa penserebbe di te il tuo io più giovane e più ambizioso in questo momento? Se mi avessi detto al piccolo che a trentadue anni sarei rimasto con il mio gemello invece di essere l'attore/scrittore/qualunque cosa volessi essere (o almeno indipendente), potrei essere stato abbastanza imbarazzato da dire la mia prima parolaccia. Ma è solo il modo in cui la vita doveva andare a finire. (Non è così, tipo, il 99,9 percento delle volte?)



La mia giornata è iniziata come ogni giorno da quando il divorzio mi ha lasciato solo poche valigie e il mio cagnolino. Mi sono svegliato in un letto, una stanza e una casa (villa, davvero - c'è un cinema al piano di sopra) che non è mio come pensavo. Invece, appartiene alla mia generosa sorella gemella e al cognato. Mi hanno salvato. Come tante persone, anni di fuga dalla maturità e il duro lavoro mi hanno portato a po di un vicolo cieco. Ho avuto la fortuna di avere una famiglia che poteva e voleva aiutarmi. Non tutti lo fanno, e la gratitudine non copre ciò che sono. Inoltre, francamente, a nessuno importa molto che io sia qui come immaginavo, e nemmeno a me più, visto quanta crescita ho fatto.
Ma siamo onesti.

detti di guerre stellari sulla forza

Vivere con il tuo gemello è una situazione ideale per un trentaduenne? No. Non agli occhi della società, o almeno di quella in cui sono cresciuto. (Anche se questo posto è ah-ma-zing.) Come molti di noi, quando sono arrivato qui per la prima volta in questa situazione non ideale, mi sono preoccupato quello che potrebbero pensare gli altri. Per un po' comunque. Soprattutto, mi preoccupavo di cosa potesse pensare il mio io passato. Non posso parlare per te, ma immagino che da giovane proverei molte cose. Sebbene la piccola Evie si aspetterebbe di essere un adulto a tutti gli effetti ormai, scommetto che non sarebbe sorpresa.

Molto tempo fa, sono venuto a patti con il fatto che sono il lottatore della famiglia. Tutti ne hanno uno. (A meno che non siate tutti incredibili, allora andatevene dalla mia faccia. Scherzo. Quasi.) Non ho mai pensato a me stesso in quel modo (o a chiunque altro in quel modo, davvero), ma è il termine che ho sentito di più.

Se mi chiedi di classificarmi, sono il tipo di persona che ha avuto tutte le opportunità ma ha passato molto tempo a evitare il duro lavoro perché non mi piace farlo e non ho mai dovuto affrontarlo fino ad ora. Inoltre, io sono l'altro gemello. Questo è un dettaglio piuttosto importante. Fin dall'inizio, mia sorella è stata quella che eccelleva in ogni parte della vita, il che non è un crimine, solo un dato di fatto.

Il mio primo ricordo della nostra dinamica gemella era da bambino. Non mi sono preparata per andare a letto come ci ha insegnato nostro padre. Mia sorella ha deciso di mostrarmi come. La mamma l'ha presa su di me, schiacciandomi il panno in faccia. (Scommetto che mia sorella leggerà questo al piano di sopra una volta pubblicato e sarà tipo, sì, preciso, sorseggiando il Café Misto pomeridiano che ho preso da Starbucks.)

È una qualità fantastica da avere: impulso naturale e chiarezza, uno che ha reso mia sorella un grande successo nella sua vita (meritatamente). Se sei così fortunato da non essere distratto dal vento, per favore fammi sapere come ci si sente così posso vivere attraverso di te. Nessuno della mia famiglia ha condiviso le mie lotte. Alzi la mano se riesci a relazionarti: so che ci sei tutto.

La mamma mi ha detto che sapeva che sarebbe diventata un dottore. Non c'era altra opzione. Mio padre è un uomo d'affari di grande successo. Mio fratello era il pagliaccio della classe e una stella del calcio con ottimi voti.

Allora ero solo lì. Anche allora, non mi dispiaceva affatto. Ad alcuni di noi piace essere quello senza la messa a fuoco, giusto? In effetti, non essere al centro è il modo in cui ho imparato a saltare nella vita. (Il pattinaggio è ciò che mi ha messo nei guai in primo luogo, però, assicurati di trovare un equilibrio.)

A casa siamo stati tutti trattati allo stesso modo. Avevo i miei amici di teatro, ricevevo ogni lezione, insegnante o giocattolo nuovo di zecca che avessi mai voluto. Non mi importava nemmeno quando la mia gemella è passata da ragazza strana a popolare durante la notte mentre cresceva nel suo status di bomba. Ero la quinta elementare vestita da FDR, con tanto di sedia a rotelle e baffi da caffè il giorno della figura storica. Sapevo di sembrare un ragazzo.

L'unica volta che sono mai stato veramente arrabbiato per non sembrare mia sorella quando avremmo voluto essere identiche per cambiare classe. Essere semplice aveva i suoi vantaggi, anche se avrei potuto fare a meno di prendermi in giro per sembrare così diverso - quella parte non la capivo. (Nessun tormento avrebbe reso le nostre vite più facili, ne sono sicuro). Ai tempi in cui mi importava, era bello vedere la sorpresa degli altri quando potevo fare qualcosa di giusto. Le persone non si aspettano molto dalle norme (non? qualcuno ricorda Susan Boyle ?) O di persone carine, se è per questo.

Mia sorella ha affrontato la sua giusta dose di controllo: semplicemente non si è lasciata fermare. È una mentalità che ho acquisito da quando ho vissuto con lei. Vorrei averlo fatto prima, naturalmente, ma la giovinezza è sprecata per i giovani e tutto il resto.

Nelle sue parole, quando ho chiesto se sapeva quante voci circolavano su di lei e quante persone erano ossessionate da lei, ha detto, tutto ciò che ricordo è in quale stupida merda potrei finire nei prossimi quattro anni.

Aveva molti amici perché trattava tutti allo stesso modo. Se la facevi ridere, le piacevi. Ho avuto parti maschili nelle commedie, il che mi ha reso felice perché le trovavo più succose). Andavo bene nella musica, tenendo a galla i miei voti. Quello che mi ha infastidito è stato il lato accademico, lo ammetto.

Per gentile concessione di Evelyn Martinez

Se i nostri sé più giovani venissero mai a trovarci, quanti di noi li scuoterebbero e direbbero, non sei stupido!? Quanto sarebbe stata più semplice la vita con questa conoscenza?

(Aggiungerei anche, BTW, smetti di usare il sapone per le mani per domare i tuoi capelli. È così strano - vai a prendere una mousse Suave per tre dollari, accidenti. Ma nel complesso, questo sarebbe il primo cosa direi al giovane me.)

Potevo sembrare un hobbit (un enorme vantaggio quando giocavo a Bilbo), ma non essere considerato stupido significava molto per me. Questo è stato il mio primo errore: penso più o meno ai nostri errori quando siamo così giovani (e anche da adulti). Mi importava cosa pensavano gli altri. Certo, ho avuto alcuni bulli, ma tutto quello che dovevo fare era credere in me stesso e la vita sarebbe stata più comoda. Avevo più amici e sostenitori di quanto pensassi. (Consiglierei anche al giovane me di dire al piccolo Bobby che non sa fare karate e guarda come corre piangendo.)

Ma lavorare sulle tue differenze è dannatamente difficile quando non hai ancora le tue basi. Mia sorella e mio fratello hanno volato attraverso la scuola e l'atletica, il che era deprimente da morire. non mentirò. (Sento il bisogno di fermarmi qui e ricordare a tutti che ero un bambino - c'è sempre qualcuno nella sezione dei commenti che pensa che sia successo tutto ieri.)

Mamma e papà hanno fatto del loro meglio per insegnarmi la matematica, ma non sono riuscita a capirla. Musica, lingua, teatro, tutto questo aveva senso per me. Passavo la maggior parte del mio tempo a saltare le lezioni in biblioteca o con il mio insegnante di francese. (Qualcun altro l'ha fatto?)

Gli insegnanti mi avrebbero tenuto allo stesso livello di mia sorella nonostante le mie difficoltà di apprendimento e il fatto che fossi completamente un'altra persona. Il che penso sia stato bello, tranne per una cosa. Hanno segnato il mio discalculia (che non ho ricevuto una diagnosi fino al mio ultimo anno) come pigrizia. Non ho ricevuto alcun aiuto, e io fatto ho bisogno di aiuto. La parte peggiore è che mi piace la matematica quando riesco a capirla.

Non biasimo i miei insegnanti per questo. Gli anni novanta hanno avviato una monumentale riforma educativa per supportare l'apprendimento degli studenti . Tuttavia, c'era ancora molto da imparare sulle disabilità, anche se la nostra scuola ha investito molto nel programma Gifted and Talented - che avevo testato, e il motivo per cui gli educatori suggerivano che stavo fingendo. Ho anche fatto parte dell'Academic Decathlon e ho vinto premi per i miei saggi.

Tuttavia, sono arrivato nel Silver Team a causa della mia pessima media dei voti, che la competizione ha pubblicizzato. Mi sono piazzato al primo posto in concorsi musicali e band d'onore, ma non riuscivo a fare calcoli di base. Non avevo mai visto così tante F su una pagella - ed è stato soprattutto perché ho appena detto, fanculo, perché provare?

(So ​​di non essere l'unico ad aver attraversato l'inferno accademico. Ogni anno, più di 1,2 milioni di bambini abbandonano la scuola superiore negli Stati Uniti. )

Da adulto, come tutti gli adulti devono fare a un certo punto, che sia prima o poi, ho trovato un modo per aggirare le mie difficoltà e non ho paura di usare gli strumenti che ho a disposizione.

Alla mia età, la maggior parte di noi è consapevole dei propri punti di forza e di debolezza. Poi ci sono quelli come me che sono quelli che chiamano i ritardatari, immagino. Finché arriviamo tutti lì, non penso che dovremmo preoccuparci di come ci chiamano. Ma da bambino, niente è peggio che cercare di trovare il proprio equilibrio nella vita mentre si è nella stessa classe del tuo gemello e vedere il suo razzo matematico sul muro è sulla Terra, e il tuo è bloccato su Plutone con il bambino che mangia pasta. (Che è un insulto all'amante della colla che era dotato. Semplicemente non gli importava e gli piaceva il gusto di Elmer's).

Vorrei anche dire che non biasimo mia sorella per nessuna pressione esercitata su di me. Sto meglio che mai perché tutto questo mi è successo, credo. Anche in quel momento, ho capito che non era colpa sua la scuola era così semplice. Ognuno è diverso è una delle prime lezioni che impariamo da adulti, o almeno l'ho fatto.

Sarebbe stato bello sapere tutto allora, però, giusto? Il mio percorso è andato in una direzione completamente diversa da quella di mia sorella: ospedali psichiatrici, appuntamenti di consulenza, apprendimento alternativo. (Il che è stato un buon affare, ma ero un adolescente clinicamente depresso che veniva da un orologio suicida - quindi puoi immaginare che la mia mente fosse altrove). Era triste. Uno spreco. Se mi fossi spinto di più, cosa avrei potuto essere? Ma il cliché tutto accade per un motivo è uno perché è tutto vero.

Vorrei potermi dire che potevo fare quello che volevo. Ma almeno posso ricordarmelo adesso, e tu, ovviamente. Anche se molte volte è difficile ricordare tutto questo, non è vero?

Da qui, puoi usare la tua immaginazione per riempire la maggior parte della trama perché molte delle tue storie sono le stesse. In qualche modo, mi sono laureato. Il mio consulente di orientamento ha fatto un miracolo con il programma 504.

Non avevo progetti per l'università. A che serviva l'università quando non riuscivi a superare l'algebra? Non ho nemmeno preso i SAT. (Ho ricevuto il mio B.A. alla fine a ventisette anni, il che potrebbe non essere tradizionale, ma secondo la Education Writer's Association, a volte, gli studenti adulti costituivano il quaranta percento degli studenti universitari della nazione. )

Dopo il liceo, mia sorella è andata direttamente in un grande college, ha remato in equipaggio e ha ottenuto il massimo dei voti - un requisito chiave della borsa di studio per papà - condizioni che non si applicavano a me. Non biasimo nemmeno i miei genitori.

La maggior parte della pressione per esibirmi veniva dal confrontarmi con mia sorella e mio fratello, cosa che i miei genitori non hanno mai fatto: era tutto nella mia testa ea scuola, ma quel tempo era finito. Per me, a diciotto anni, avrei dovuto essere pronto per stare da solo o almeno avere qualche idea. Questa è la regola, no? La maggior parte dei genitori non aspetta il giorno in cui potrà dire addio ai propri figli adulti?

Gran parte del disagio per il fatto che non andassi all'università era anche autoinflitto. (Ai tempi in cui andavo a scuola, andare al college e poi trasferirmi era una delle opzioni per perdere, ma ci sono anche scuole della Ivy League che accettano studenti trasferiti . Dovrai farti il ​​culo, ma è fattibile.)

Almeno nella mia esperienza, la vita ha presentato standard comuni: pietre miliari che dovremmo raggiungere entro determinate età. College, carriera, matrimonio, ecc. Inoltre, non possiamo dimenticare la pressione aggiuntiva di essere una donna e le tue ovaie avvizzite prima di spremere la famiglia che non vuoi (o fai - la tua scelta).

Ho fluttuato per molto tempo, recitando qua e là in vari parchi a tema e suonando per orchestre di fossa, essendo giovane e spesso davvero stupido. È stato un periodo che non dimenticherò: la maggior parte dei miei ricordi e delle mie storie più felici provengono da questi giorni. Sento che tutti hanno bisogno di fare questa esperienza, per trovare voi stessi e i vostri talenti, per essere un individuo. Eppure, in quella piccola parte del cervello che continua a colpirti finché non lo affronti, sapevo che dovevo rimettermi in forma presto e non sapevo da dove cominciare.

Quando ho fatto il provino per la Disney Cruise Line e sono entrato, ho pensato di aver trovato la mia cosa, e i miei problemi sarebbero passati. Niente ha funzionato in quel modo, ovviamente. Forse era rendermi conto che non c'era un modo facile per recuperare il ritardo nella vita, o forse andare a scuola mentre lavoravi su una nave tredici ore al giorno senza giorni di riposo mi ha reso fuori gioco.

Tutto quello che so è che sono tornato a casa peggio di come sono arrivato, ma non l'ho fatto e non mi pento ancora dell'esperienza. Alcune delle parti più dure della vita sono necessarie per la crescita.

(Aggiungerei questo alla mia lista di cose da dire a me giovane, che molto probabilmente sarebbe legato a una sedia perché aveva cercato di scappare a questo punto.)

Poi ho trovato il mio ex marito, e una volta che la nostra relazione è diventata seria, ho pensato, ora Questo è quando lo farò. Per qualsiasi motivo, sono cresciuto con l'idea che innamorarmi, sposarmi e avere figli che non volevo avrebbe aggiustato tutto. Nemmeno io sono solo a pensare in questo modo. I bambini con il cerotto sono una cosa. Per fortuna mi sono svegliato, ho capito che dovevo smettere di correre e ho lasciato tutto alle spalle prima che entrassero in scena bambini innocenti. (Questo dramma è tutta un'altra storia.)

Non potevo più correre. ho ceduto.

C'è un momento nella tua vita in cui devi solo smettere di correre, smettere di evitare il duro lavoro necessario per arrivare dove vuoi essere.

A volte, è più difficile per certe persone, ma lo dobbiamo ai nostri sé più giovani e pieni di speranza di provarci, non è vero? Ma ciò che i nostri sé più giovani potrebbero non capire è che ci sono momenti in cui hai bisogno di un hard reset. E questo richiede un certo reindirizzamento, appoggiandosi ad altri.

Non ho imparato questa lezione, ovviamente, finché non sono venuta qui da mia sorella. Quando non avevo altra scelta, ascoltavo.

Se stai andando avanti, stai bene.

Ora sono qui a vivere il peggior incubo di mio figlio. Tuttavia, non sono imploso e, grazie alla generosità della mia famiglia, sto prosperando e molto presto sarò da solo come un vero adulto.

cose da fare a Knoxville con i bambini

Ma la mia situazione che ho condiviso con te dice qualcosa sulle pressioni che poniamo su noi stessi nella vita. Dice, non essere così duro con te stesso e sicuramente non confrontarti con gli altri. La vita si muove al ritmo di cui ha bisogno, e finché vai avanti e cerchi di essere il meglio di te stesso, stai andando bene.

Ognuno entra in se stesso nel proprio tempo: l'ultimo consiglio che darei a me più giovane insieme all'avvertimento che nostra sorella ci farà leggere un intero Pelle d'oca Scegli il tuo libro di avventure - nessuna pagina che salta - nonostante le istruzioni e fai non fallo perché la storia è il caos.

Poi mi spingevo di nuovo in un portale infernale da cui proveniva, e penso che se ne sarebbe andata soddisfatta. So che sarebbe felice che io e mia sorella fossimo ancora così ispirati l'uno dall'altra, e questa è una vittoria per me.

Ora è il tuo turno. Cosa penserebbero di te i tuoi sé più giovani oggi?