celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Sono nero con un figlio biondo - No, non è adottato, ma lo sono

Questioni Sociali
Nero-con-un-biondo-figlio-1

Per gentile concessione di Leah Olson

È TUO? È... adottato? (*ridacchia ridacchiando*)

Questa è la domanda in due parti che mi è stata posta regolarmente da quando mio figlio aveva circa quattro mesi e ha iniziato a spuntare i suoi capelli biondi. I suoi occhi sono rimasti azzurro neonatale e la sua pelle è così chiara che una volta ha avuto una scottatura solare in una giornata parzialmente nuvolosa (per la quale il pediatra mi ha giudicato difficile , potrei solo dirlo).



Per gentile concessione di Leah Olson

Mio figlio è una copia carbone di come appariva mio marito da bambino, ma la ragione per cui le persone si chiedono se sia mio è perché sono nera. Tecnicamente, sono una donna biraziale metà afroamericana e metà caucasica, che è quasi tutto ciò che so sui miei genitori biologici nel mio scarso fascicolo di adozione chiuso del 1985. Quello, e la loro età e posizione generale: diciassette e diciotto; piccola cittadina rurale del Maryland.

Così sì, è giusto gente, io stesso sono stato adottato! L'avete visto arrivare quando avete ridacchiato?

Lo so, lo so, non capita tutti i giorni di osservare una donna di colore che fa cose con un ragazzo biondo che madri e figli di solito fanno insieme (es. picnic al parco, commissioni, timeout, che ne dici). Le menti delle persone si affannano a trovare una spiegazione plausibile per ciò che stanno vedendo.

Per gentile concessione di Leah Olson

Mi è stato chiesto, come alcuni dei genitori neri di bambini bianchi che sono stati presenti in un film altamente riconoscibile Mamma spaventosa pezzo , se sono la tata. Se sono la baby sitter. Mi è stato chiesto se l'ho rubato. Penso che questo volesse essere uno scherzo, ma data l'appartenenza demografica della donna - la buona vecchia combinazione Boomer-Karen - non posso confermare, e la linea di sicurezza dell'aeroporto non sembrava essere il posto migliore per testare uno sarcastico storta.

Ma quando i più progressisti tra noi assumono una relazione genitore-figlio, spesso parlano di adozione. Riconosco che io e mio figlio rappresentiamo un enigma per chiunque, me e mio marito inclusi, abbia avuto almeno un livello di biologia di scuola superiore e abbia quindi una vaga familiarità con il concetto di tratti genetici. Di solito domina il marrone. Tranne quando si tratta della percezione della società del colore della pelle. (Oops, l'ho scritto ad alta voce?)

Dato che qui stiamo parlando principalmente di estranei, le persone non saprebbero che sono adottato quando fanno la loro domanda, motivo per cui molti di loro lo punteggiano con quella risata di cui sopra. Seriamente, la maggior parte delle volte quando ricevo questa domanda, le persone seguono con una leggera risata. Forse sono nervosi e pensano di invadere la mia privacy sottintendendo che ho lottato con l'infertilità, un argomento che sta diventando sempre meno tabù (come dovrebbe essere) ma è ancora delicato (come dovrebbe essere).

cose da non fare in gravidanza

Per gentile concessione di Leah Olson

Ma più spesso penso che le persone trovino umorismo in 1.) il concetto di adozione in primo luogo. Molte persone là fuori pensano che l'adozione possa essere una buona premessa per uno scherzo, come un pezzo presentato in featured Mamma spaventosa ha sottolineato . I bambini problematici sono il prodotto di o stanno per essere dati in adozione, LOL. Oppure, 2.) Una donna di colore potrebbe *in realtà* adottare un bambino biondo dai capelli biondi? Il suddetto Mamma spaventosa anche un pezzo sui genitori neri di bambini bianchi condivideva questa prospettiva, quindi so che non è solo una creazione della mia fottuta immaginazione.

In ogni caso, mi piace pensare di avere il senso dell'umorismo - e anche se non penso che l'adozione sia o dovrebbe essere uno scherzo, posso almeno ridacchiare sull'incredibile risultato della lotteria genetica di mio figlio biologico che non sembra più imparentato a me che a mia madre adottiva. Diavolo, la mia mamma adottiva assomiglia più a mio figlio biologico di quanto non lo sia io.

Nota a margine: una volta ho chiesto a mia madre se fosse difficile per lei, una donna che non era in grado di rimanere incinta, vedere sua figlia incinta. Lei ha risposto, No... Pensi che questo ti renda una donna più di me o qualcosa del genere? Bene, quella seconda parte è la domanda che le ho messo in bocca, ma lei non l'ha contestata. Quindi forse è il karma che ho dato alla luce un bambino che nessuno crede sia geneticamente imparentato con me!

L'unico problema che ho con la questione dell'adozione, in realtà, è l'implicazione che in qualche modo renderebbe mio figlio meno mio. Voglio dire, cosa cazzo significa anche il mio? Scommetto che la maggior parte delle persone non lo sa nemmeno: esce dalla lingua. Probabilmente stanno cercando di confermare se è uscito dalla mia vagina senza usare quella parola.

Per gentile concessione di Leah Olson

l'ex marito non comunicherà con me

In ogni caso, voglio educare i miei figli a rispettare e apprezzare l'adozione, ma anche a capire che non deve essere una cosa così grande e pesante. È incredibile, ma anche non così incredibile. Ascoltami.

L'adozione è incredibile perché ho fatto dei miei genitori dei genitori e loro hanno fatto di me una figlia, un'identità che era nell'aria mentre ero in utero. Secondo la lettera anonima che mia madre biologica ha lasciato nel mio scarso fascicolo, la sua famiglia (i miei nonni biologici) le ha proibito di tenere il suo bambino e anche lei sentiva che non sarebbe stata in grado di darmi la vita che meritavo. Che lo meritassi o no, sono cresciuto in una casa estremamente amorevole, solidale, confortevole, di mentalità aperta, finanziariamente ed emotivamente stabile. E una casa impegnata. (È un bel modo per dire merda? Certo che no, mamma!) Ho cinque fratelli multirazziali - un altro incredibile dono reso possibile dall'adozione.

L'adozione è incredibile perché la gravidanza è un lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per la maggior parte dell'anno. Le interruzioni che porta alle nostre vite, di cui ovviamente a volte ci lamentiamo, di solito sono completamente mitigate dall'eccitazione che ogni giorno che passa nell'inferno grasso, nauseante, a pressione di una palla da bowling è un giorno più vicino all'incontro con nostro figlio. Per la mia madre biologica, ogni giorno era più vicino al giorno in cui avrebbe dovuto lasciare andare il suo. Oh, e ho detto che era all'ultimo anno della SCUOLA SUPERIORE (che secondo quanto riferito ha frequentato per tutto il tempo in cui era incinta di me).

Ma ci sono cose sull'adozione che non sono così incredibili. I miei fratelli sono solo i miei fratelli. Certo, non ci assomigliamo per niente, ma siamo spessi come ladri. A volte litighiamo come cani e gatti. Amiamo i nostri genitori. Infastidiamo anche i nostri genitori, che ora hanno sei Millennial/Gen-Zer che si prendono gioco del loro boomerismo. Abbiamo molte cose uniche su di noi, ma siamo anche autentici e riconoscibili come molte altre famiglie geneticamente imparentate là fuori.

L'adozione non è poi così incredibile in termini di come i miei genitori avrebbero potuto accogliere il bambino di un estraneo, come ho sentito descrivere - e uno di una razza diversa, a quello! - nelle loro braccia come se fossero loro. Questo mi ha colpito una volta che ho avuto il mio primo figlio. Un bambino in realtà vuole e ha bisogno solo di due cose: il latte e l'amore. I consulenti per l'allattamento potrebbero dirci diversamente, ma Baby non valuta da dove provengano queste cose. Mia madre mi ha avvolto nel corridoio fuori dall'asilo nido in un ospedale rurale a tre ore da casa sua e mi ha nutrito con la mia bottiglia di Similac con gli stessi desideri istintivi di mio figlio sul tavolo del parto del reparto L&D allattato al mio seno con il cordone ombelicale ancora attaccato. Sia io che mia madre abbiamo avuto un bambino che aveva bisogno di noi per amarli, e l'abbiamo fatto.

L'adozione è diventata ancora meno incredibile per me una volta che ho avuto il mio secondo figlio. In quella che è diventata una svolta genetica altrettanto sorprendente alla luce dell'aspetto del mio primo figlio, il mio secondo figlio sembra una copia carbone di ME. Pelle e occhi marroni. Capelli TBD (ha solo nove mesi ed è ancora per lo più calvo in questo momento!)

Quello non è né qui né là. Mi identifico allo stesso modo con entrambi i figli e anche mio marito, che è un'altra domanda che mi è stata posta in più occasioni. Naturalmente ci sono momenti in cui valuto come mi assomigliano o meno, e ovviamente è bello quando riesco a vedermi in loro. Amo quella parte della maternità. Chiamiamola evoluzione.

Ma questa è una piccola parte di ciò che i miei figli significano per me. Amo i miei figli perché sono piccoli esseri umani che mi amano incondizionatamente, che mi adorano (non sono ancora adolescenti!), che cercano in me sicurezza e nutrimento. Sono, come l'ha descritto un amico una volta, cuori che vivono fuori dal mio corpo. Quando ridono, io rido. (Di solito.) Quando piangono, io piango. (A volte.) Quando fanno male, io faccio male. (Sempre.) Come la maggior parte dei genitori, penso che i miei figli siano carini, soprattutto perché hanno l'età in cui posso ancora vestirli e lavarli a mio piacimento. Ma sono molto più preoccupato di chi sono all'interno.

Non esiste una formula magica per una famiglia. La famiglia che io e mio marito abbiamo creato biologicamente è altrettanto autentica e reale di quella in cui sono stata adottata. È reale quanto quello che mia sorella ha creato con sua moglie, il cui figlio è il suo bambino biologico concepito con lo sperma di un donatore. Whoa! Direi che scommetto che non l'hai visto arrivare, ma a questo punto della storia forse hai abbandonato tutte le aspettative. Inoltre, fatto divertente: in un'altra svolta comica, il mio adorabile nipote attualmente ha gli stessi capelli rosso vivo di mia cognata (la sua mamma non biologica).

Le famiglie sono così interessanti. Così sono la genetica. Così è il destino. Tutto ciò può anche essere divertente in determinati contesti. Ma alla fine della giornata, la cosa più importante che voglio condividere con i miei figli e con tutti è che se hai un figlio che ami e a cui tieni, lui o lei (o loro!) è tuo figlio, qualunque cosa accada. anche mezzi. Le famiglie sono famiglie. L'amore è amore.