celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Hai lasciato il tuo incubo tossico di un lavoro: ecco come guarire

Salute Mentale
Sentendosi prosciugato da tutti i suoi sforzi

Scary Mommy and PeopleImages/ jayk7/ Nenov/Getty

Sono passati diversi mesi da quando ho lasciato il mio ultimo lavoro – un lavoro che ha distrutto la mia autostima e mi ha lasciato dubitare di ogni scelta che ho fatto nella mia vita – e sto ancora lottando con le conseguenze. La cosa ancora più scioccante è che sono stato al lavoro solo per un anno circa, ma il danno è stato feroce e pervasivo.

Sinceramente, probabilmente avrei dovuto avere i miei dubbi anche prima di accettare il lavoro. Mia madre mi ha chiesto, come è meglio di quello che stai facendo ora? Durante il processo di intervista, i miei difetti e le mie vulnerabilità sembravano amplificati. Mi sentivo sulla difensiva e inadeguato prima ancora di iniziare. Suppongo che volessi sentirmi desiderato, professionalmente parlando, quindi ho trovato molte giustificazioni che avevano senso.

I primi mesi sono stati pieni di quel nuovo bagliore di lavoro, che è svanito abbastanza rapidamente. Nei mesi successivi, ho iniziato a sentirmi elettrizzato quando i leader si vantavano della cultura (qualunque essa fosse) ma si comportavano ripetutamente in modi che la indebolivano. Le persone con meno esperienza sono state assunte e promosse. Competenza e conoscenza sono state ignorate. I manager non hanno difeso la loro squadra. E lentamente, il morale si è eroso.

cibo pranico positivo

Per essere chiari, non ci sono state molestie. Nessun abuso evidente. Eppure ho sentito la mia autostima crollare. Sono una donna forte con una laurea post-laurea e decenni di esperienza di lavoro con e per i principali attori del settore. Eppure non mi ero mai sentito così demoralizzato e insicuro di me stesso come quando lavoravo in questo lavoro. Ho lasciato quel lavoro diversi mesi fa e mi sento ancora scossa, insicura e scoraggiata.

Prima di questa esperienza, avrei pensato che i luoghi di lavoro tossici fossero quelli in cui i dipendenti intentano azioni collettive o ci sono palesi molestie e discriminazioni. Ma non è sempre così. A volte basta un capo narcisistico per creare un ambiente tossico. Un manager che dice una cosa alla propria squadra e un'altra al proprio capo. Un supervisore di microgestione che è tutto nella tua attività e indovina tutto ciò che fai.

meditazione sul respiro buddismo

Non è solo la sensazione 'oh no, è lunedì mattina' o l'unico fattore di stress elevato di una giornata, afferma Deborah Byrne, psicologa in Irlanda. È la paura che provi al solo pensiero di andare al lavoro. Questo potrebbe provenire da molte fonti all'interno del posto di lavoro. Ad esempio: l'alto turnover del personale, i pettegolezzi, i comportamenti minacciosi tra colleghi o la cattiva comunicazione.

Il segno finale per me è stato l'enorme successo per il mio benessere emotivo e mentale. Era una sensazione viscerale di dover uscire di qui. Come scritto su Carriera Contessa , Proprio come quando mangi cibo avariato o troppe caramelle, il tuo intestino è il tuo miglior segnale di avvertimento. Se il tuo istinto ti dice che il tuo posto di lavoro è pessimo, probabilmente è cattivo.

A volte lasciare il posto di lavoro tossico può essere sufficiente per risolvere il problema. Per la maggior parte di noi, tuttavia, possono essere necessarie settimane o mesi per riprendersi. Un posto di lavoro tossico può lasciare ferite e cicatrici sulla nostra autostima e fiducia. Quindi cosa puoi fare per sentirti più radicato e sicuro di te stesso?

Maskot/Getty

lista di controllo dello stato di paura

1. Riconosci i tuoi punti di forza.

Annota tutte le cose in cui sei bravo, professionale o meno. Se questa è una sfida troppo grande, chiedi a un buon amico di elencare alcune delle sue cose preferite su di te o le cose che pensano tu faccia davvero bene. Ripensa alle esperienze lavorative positive e identifica le cose in cui eccellevi in ​​quel ruolo precedente. Annotali, aggiungili all'elenco e consultalo spesso.

2. Sii intenzionale con i resti del tuo vecchio lavoro.

Vai avanti e smetti di seguire il tuo capo su LinkedIn. Posticipa i post di vecchi colleghi su Instagram per alcuni mesi. Non hai bisogno di bruciare ponti o distruggere la tua rete, ma sii intenzionale riguardo alle persone e ai resti del tuo vecchio lavoro che sono ancora nella tua vita.

3. Parlane.

Se non puoi permetterti un terapeuta, considera la possibilità di confidarti con un amico che potrebbe aver vissuto un'esperienza simile. Chiedi loro cosa ha funzionato per loro. Trova libri sui cambiamenti di carriera e sul recupero dal burnout professionale o dai luoghi di lavoro tossici. Questo è stato un passaggio fondamentale per me. Parlare della mia esperienza con il mio terapeuta mi ha aiutato a capire che i miei sentimenti non sono sbagliati, parlare con mio marito ha aiutato ad aumentare la mia autostima e fiducia e parlare con gli amici mi ha ricordato che non sono solo in questa esperienza .

4. Prenditi del tempo per ricalibrare.

Per alcune persone, questo potrebbe significare prendersi una pausa prima di iniziare un nuovo lavoro. Per altri, potrebbe significare lanciarsi in un nuovo lavoro ma trovare un po' di tempo per meditare ogni giorno o fare una lunga pausa pranzo. Oppure potresti dover andare in letargo completamente per un po', spegnere i social media e abbuffarsi di Netflix per qualche giorno, come suggerito da Claire Hanrahan su Girlboss .

5. Fai le cose in cui sei bravo.

Ora è il momento di fare riferimento a quell'elenco dal numero 1. Anche queste cose non devono essere legate alle capacità professionali. Se sei bravo con gli album di ritagli, crea libri per la tua famiglia e i tuoi amici. Fai cose che rafforzino la tua fiducia.

metallo in cereali gerber

6. Non credere alle bugie che stai dicendo a te stesso.

Riconosci che la tua calibrazione è un po' sbagliata in questo momento e resisti all'impulso di credere alle bugie che stai dicendo a te stesso sulla tua autostima e capacità. Ti sentirai di nuovo te stesso. Nel frattempo, circondati di persone e cose che ti sollevano finché non sei su un terreno più solido.

Lo so, è tutto più facile a dirsi che a farsi. Credimi. Lo sto vivendo proprio ora. Ma fidati che migliorerà. Vi sentirete meglio. Noi si sentirà meglio.

Condividi Con I Tuoi Amici: