Amerai ogni secondo folle del film di Natale di Dolly Parton

Opinione
dolly-parton-film-di-natale

NETFLIX

Il Natale in piazza di Dolly Parton è un film con un mattone legato all'acceleratore e adorerai ogni secondo folle

Nel caso in cui in qualche modo te lo fossi perso, Dolly Parton è stata qui a salvare il mondo nel 2020. Ci ha regalato un nuovo album di Natale, una linea di maglioni per le vacanze e articoli da forno. Ha donato soldi per aiutare a sviluppare un vaccino contro il coronavirus. E lei ha creato un film natalizio originale di Netflix è così esilarante, adorabilmente pazzesco, che ti dimenticherai sicuramente di tutti i tuoi guai del 2020 per tutti i 98 minuti della sua durata.

Lo ammetto: non sapevo in cosa mi stavo cacciando quando ho messo in coda questo sabato mattina. In effetti, ho messo il rewatching Un principe di Natale e Il cavaliere prima di Natale davanti a Natale in piazza nella mia visione festiva di quest'anno. Quanto mi sbagliavo. Il film di Dolly Parton è il più scadente e il più meraviglioso di tutti. Se non vuoi spoiler, smetti di leggere ora e vai ad accendere Netflix.



TBH, questo video lo riassume.

Nella scena iniziale, ci troviamo in un'idilliaca piazza cittadina, dove i cittadini cantano e ballano sull'imminente stagione natalizia, e Christine Baranski sta cantando del suo passato a scacchi e del mucchio di avvisi di sfratto che sta per consegnare a tutti nella città. Sta vendendo la terra in modo che possa diventare un centro commerciale e, naturalmente, tutti devono essere fuori per la vigilia di Natale.

Oh, e poi c'è Dolly Parton, avvolta in una tela per farla sembrare una senzatetto. Ma nessun mantello cencioso può nascondere il suo vestito bianco lucido, o il fatto che stia letteralmente scintillando. È un angelo che in seguito visiterà il personaggio di Baranski, pronto ad aiutarla lungo la strada mentre trasforma il suo cuore con il perdono, l'amore e la gioia del Natale. Sai, praticamente una giornata di lavoro per Parton, che è un vero angelo IRL.

Non voglio nemmeno rivelare molto di più, a parte il fatto che questo film racchiude colpi di scena a una velocità che sinceramente non sapevo fosse possibile per un film che dura poco più di un'ora e mezza. C'è una scandalosa gravidanza adolescenziale, un'adozione segreta, un barista stanco del mondo, un crepacuore permanente basato su un semplice malinteso, una diagnosi di cancro, un incidente d'auto sul ponte, un trauma cranico, una coppia che combatte l'infertilità, i suddetti sfratti, Il personaggio di Baranksi è alle prese con la recente morte di suo padre – ed è tutto pronto per 14 canzoni originali di Dolly Parton, eseguite con tutto lo spudorato entusiasmo di una truppa teatrale della comunità (ricordate il teatro della comunità?).

Entro la fine di quell'ora e 38 minuti, probabilmente ti siederai e ti chiederai cosa sia appena successo. Ma avrai anche molte nuove canzoni natalizie bloccate nella tua testa e un profondo apprezzamento per un genere di film natalizio francamente sottoutilizzato: il musical campy.

Quindi mettiti in coda Il Natale in piazza di Dolly Parton e preparati per la corsa sfrenata che è. Suggerisco di versare un grande bicchiere di vino e farne una notte.