celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Perché non ci saranno molti pacchi sotto l'albero quest'anno?

Vacanze 2019
regali-sotto-gli-alberi-1

Ben White/Unsplash

Amo le vacanze. Piace, veramente amore le vacanze. Inizio ad ascoltare la musica di Natale a novembre. Ho tirato fuori le nostre decorazioni natalizie prima del Ringraziamento. E alcuni anni, alcune decorazioni potrebbero non essere mai messe via. (Va bene, così l'ultimo potrebbe essere più per pigrizia che per altro).

Ma c'è una cosa che non amo delle feste: i regali.



Ok, quindi prima di etichettarmi come Scrooge, fammi chiarire. io attualmente amore i doni – sia dare che ricevere. Quello che non amo sono i regali eccessivi. Proprio come Big Pharma, non amo Big Christmas. Sono più una tipa natalizia organica, hippie e minimalista.

Quindi quest'anno non ci saranno molti regali sotto l'albero.

A dire il vero, questa è la tendenza verso la quale ci siamo mossi negli ultimi anni, dopo alcuni momenti post-vacanze di Gesù in cui c'erano così tanti regali sotto l'albero che sembrava quasi un'immagine virale sui social media.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Mymumissoextra (@mymumissoextraa)

OK, è un'esagerazione, ma non molto.

La mia famiglia ha festeggiato il Natale in grande. E non era solo la mia famiglia immediata. C'erano regali di nonni, zie, zii e cugini di secondo grado. In effetti, quando i miei figli erano più piccoli, c'erano diversi anni in cui non riuscivamo nemmeno a portare a casa tutto il bottino in un solo viaggio. Il nostro furgone stava quasi traboccando di vestiti, giocattoli e soprammobili che non sarebbero entrati in casa nostra. Ci sono volute letteralmente settimane per mettere via tutto.

Tutto ciò ha creato un'ansia pre-vacanza, seguita da un buzzkill post-vacanza. Perché niente smorza il bagliore delle vacanze come l'ansia indotta dal disordine, lo stress per le bollette delle carte di credito in aumento e il pesante senso di colpa del consumismo eccessivo.

Sono un minimalista nel cuore (o comunque minimalista). Il disordine e le cose in eccesso mi danno una seria ansia. Il solo guardare quella foto sopra mi fa sentire il petto stretto. Le cose extra mi fanno sentire ansioso, arrabbiato e l'opposto di gioioso.

Nel corso degli anni, abbiamo provato diverse tattiche per ridimensionare la nostra grande frenesia festiva in qualcosa che ci sembrava più gestibile e confortevole. Alcuni si sono bloccati, altri no. Ad esempio, uno scambio di regali di Babbo Natale non così segreto tra i miei fratelli e tutti i nostri figli, che consiste in un piccolo regalo e una donazione per una causa a cui il destinatario tiene, funziona davvero bene.

Catalogo del pensiero/Unsplash

D'altra parte, i tentativi di eliminare completamente i regali non hanno mai preso piede, come mi aspettavo. Dopo tutti i cari volere per dare le cose l'un l'altro. I nonni si divertono a guardare i loro nipoti che aprono i regali e le persone vedono i regali (di qualsiasi dimensione) come un modo per dire ti vedo e sto pensando a te. Diamine, anche io non riesco a rinunciare ai regali per zie, zii e cugini. Certo, parte di esso è un senso di obbligo, ma soprattutto è perché dare a qualcuno un piccolo segno di affetto fa sentire bene, sia per chi dà che per chi riceve.

giochi per 3 anni gratis online

Quindi rifiutare del tutto i regali non è la risposta, o comunque non lo era per la nostra famiglia.

Ma c'è un modo per farla finita con il Big Christmas a favore di un Holiday Lite. Certo, potrebbe significare meno regali in generale, ma anche di più significa meno cose e altro ancora esperienze.

Non solo sono un grande fan di offrire esperienze - come un abbonamento a un museo, un fine settimana in un hotel in un parco acquatico locale, un corso di cucina - perché riducono il disordine post-festivo, ma anche la scienza ne esalta i benefici. In effetti, dare esperienze invece di cose è effettivamente meglio per i nostri figli (e noi).

Gli studi dimostrano che le esperienze, piuttosto che le cose, aumentano la gratitudine. Secondo i ricercatori della Cornell University , proviamo più gratitudine per ciò che abbiamo fatto che per ciò che abbiamo e questo tipo di gratitudine si traduce in un comportamento più generoso verso gli altri.

I ricercatori della Cornell hanno scoperto che, anche se le persone si sentono felici dei beni materiali, si sentono più grate per le esperienze. E non è la gratitudine, piuttosto che la felicità fugace, ciò che vogliamo instillare nei nostri figli e in noi stessi? (Risposta: sì. E se non lo è, dovrebbe esserlo.)

Dare esperienze piuttosto che giocattoli o gadget può effettivamente aumentare anche l'intelligenza dei bambini. Secondo Motherly , un Studio dell'Università di Oxford hanno scoperto che il successo scolastico dei bambini dipendeva più dal loro ambiente domestico e dalle interazioni con i genitori, piuttosto che dai giocattoli o dai dispositivi elettronici. Quindi, anche se potremmo giustificare di mettere quel nuovo fantastico giocattolo elettronico sotto l'albero, i nostri bambini trarranno di più dal semplice passare del tempo con noi.

Troppi giocattoli, gadget e altri ciondoli possono anche farci sentire sopraffatti e meno felici, che è l'opposto di ciò che cerchiamo quando facciamo regali. Caso in questione: quella sensazione sopraffatta e non così allegra che ho avuto quando avevo bisogno di trovare spazio per un letterale carico di cose dopo le vacanze. Gli esperti dicono anche che regalare esperienze può anche rendere più felice un destinatario perché le attività sono spesso sociali e più personali.

Le esperienze sono grandi e portano alla felicità perché tendono ad essere più uniche e meno comparabili dei beni materiali, Joseph Goodman, professore associato alla Washington University che studia le pratiche dei regali, ha detto a Fast Company . Ma ciò significa anche che perché sono più unici e meno comparabili, ho bisogno di sapere molto su di te per trovare un'esperienza che ti piacerà davvero.

Inoltre c'è il vantaggio aggiuntivo che stai facendo qualcosa di buono per l'ambiente - o almeno non lo stai danneggiando di più - rinunciando a un altro giocattolo di plastica. Win-win.

Quindi quest'anno stiamo continuando la nostra tendenza di esperienze piuttosto che di cose, e anche la famiglia allargata sembra salire a bordo. Invece di un mucchio di fantasiosi dispositivi elettronici e giocattoli, ci saranno le iscrizioni al campo, una vacanza in famiglia pianificata e i biglietti per un evento sportivo. Faremo donazioni a nome dell'altro, pensando alle cause a cui tengono. Faremo piani per fare le cose insieme e davvero.

Quindi sì, saranno di meno pacchi che mai sotto l'albero arriva la mattina di Natale, ma ce ne saranno di più grandi i regali .