celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Perché ho lasciato che mio figlio prendesse le scarpe scintillanti da Walmart?

Bambini
scintillanti-sneakers-1

Per gentile concessione di Kristin Smysniuk

Questo. Ecco come appare un bambino felice! E digitando questo è una madre che tiene il cuore aperto per imparare.

Oggi siamo andati a prendere delle scarpe nuove per la scuola. Qualcosa che Elliot e Bennett odiano, e Sawyer e io ADORO. Acquisto di scarpe? Ciao? C'è qualcosa di meglio di così, penso di no.



Abbiamo un po' di storia con le scarpe, Sawyer e io. Quindi cerco sempre di essere molto presente e consapevole mentre lo facciamo.

Osservo il suo linguaggio del corpo. Studia la sua faccia. Guarda dove viene trascinato e dove finisce per andare.

Mentre camminavamo verso la sezione delle scarpe, ero perfettamente consapevole che avremmo passato gli scaffali delle ragazze prima di arrivare a quelli destinati ai ragazzi.

Mentre passavamo davanti alla rastrelliera con il rosa killer, il viola, il luccichio e i metallizzati, ho guardato la faccia di Sawyer.

Si è acceso. Il suo corpicino si mosse istintivamente verso di lui, ma ogni volta si riprendeva e continuava a camminare verso la sezione dei ragazzi.

Ho chiesto più volte se gli sarebbe piaciuto fermarsi, se c'era qualcosa che gli sarebbe piaciuto provare o provare, ma è rimasto timido per lasciarsi andare. E così, si è recato nella sezione ragazzi.

Scarpa dopo scarpa. Stile dopo stile. Il processo era lo stesso. Se li infila, cammina e poi, quando gli viene chiesto cosa ne pensa, alza le spalle e dice: Stanno bene, immagino.

Nessuna eccitazione. Senza energia. Solo l'esistenza in uno spazio in cui non era felice. E ogni volta che osservavo le sue reazioni, mi avvicinavo un po' di più ai suoi occhi, ero colpito da quanto presto ci viene insegnato chi siamo e chi non dovremmo essere. Cosa è fatto per noi e cosa no. Cosa ci è permesso trovare attraente e cosa no.

i migliori podcast per i viaggi in famiglia

E questo è un ragazzo che viene da una casa in cui questo non è una cosa.

I colori non sono di genere.

Glitter non è vietato.

E non c'è mai un momento in cui non gli sia permesso di essere completamente e totalmente se stesso.

Eppure siamo qui. Allenato. Condizionato. Infelice nel mezzo del corridoio delle scarpe. Essere ciò che non siamo.

Perché ho lasciato che mio figlio comprasse le scarpe scintillanti da Walmart?

Per gentile concessione di Kristin Smysniuk

linee di raccolta di formaggio per gli amici

Mentre lo guardavo, una riga che avevo letto di recente dal libro di Glennon Doyle indomito suonava sempre più chiaro nella mia mente:

Dieci è quando impariamo ad essere brave ragazze e veri ragazzi. Ten è quando i bambini iniziano a nascondere chi sono per diventare ciò che il mondo si aspetta che siano. Verso le dieci è quando iniziamo a interiorizzare il nostro addomesticamento formale.

Era addomesticato. E stavo lasciando che accadesse. Quindi, ho detto, aspetta qui solo un secondo, amico, e ho portato i miei occhi pieni di lacrime dietro l'angolo.

Mentre camminavo, la narrativa interiorizzata che mi era stata insegnata dal mondo tremolava nella mia mente:

E se viene preso in giro?

E se i suoi amici non capiscono?

E se il mondo lo schiacciasse?

Forse dovremmo semplicemente restare con le scarpe da ragazzo?

Ma questa volta, ho lasciato che un'altra voce parlasse più forte.

E se pensa che lo sto addomesticando?

E questo mi è bastato. Posso aiutarlo se i bambini sono crudeli, posso aiutarlo se le persone gli spezzano il cuore, posso insegnare al mondo una piccola ribellione alla volta. Ma quello che non posso fare è essere quello che lo doma.

Perché ho lasciato che mio figlio comprasse le scarpe scintillanti da Walmart?

Per gentile concessione di Kristin Smysniuk

Quindi, con quello, ho trovato le scintillanti cime alte olografiche su cui aveva messo gli occhi e ho pregato che avessero la sua taglia.

Poi li ho raccolti e ho girato l'angolo... Guarda cosa hanno della tua taglia, Orso!

Poi è arrivato. Tutta la roba buona.

I fuochi d'artificio.

La risata.

I sorrisi.

L'eccitazione.

L'ESALAZIONE. La potente liberazione dal trattenere il respiro. La profonda libertà che deriva dal sentirsi convalidati e realmente VISTI.

Abbiamo buttato quelle ventose nel carrello più velocemente di quanto tu possa immaginare e alla fine abbiamo anche preso un secondo paio di scarpe rosa e nere da usare in casa. Quindi, abbiamo raccolto felicemente il resto dei nostri articoli a Walmart con lui entusiasta di tornare a casa perché conosce una camicia e una cravatta che staranno perfettamente con loro. E il mio cuore era felice.

L'ho detto prima, e lo ripeto: non si tratta di scarpe. Si tratta di sfidare le narrazioni che il mondo ha radicato in noi. Si tratta di sfidare lo status quo ed essere chi siamo invece di chi il mondo pensa che dovremmo essere.

Si tratta di mostrare ai nostri figli il potere di conoscersi pienamente e completamente e di fornire loro lo spazio e la libertà per essere esattamente chi sono.

Nella nuova canzone dei The Chicks, Young Man, c'è una linea che dice che sei mio, non mio. Cammina sulla tua linea storta. Andrà tutto bene.

È il mio lavoro. È mio, non mio. E il mio lavoro è assicurarmi che non ci sia mai un momento di dubbio sul fatto che sua madre e suo padre lo sostengano. Ed è per - una piccola ribellione alla volta - mostrargli che non è qui per essere ciò che il mondo vuole, ma invece per camminare sulla sua linea storta, ovunque si trovi la felicità.

bambole per bambini di due anni

Periodo. Punto.