celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Perché non amo i miei figliastri come i miei?

Maternità
amo i miei figliastri in modo diverso

Liderina / iStock

Quando io e Gabe ci siamo sposati, ho capito che mi stavo impegnando con lui e i suoi figli Sara, Amy e Jack per il resto della mia vita. Non avevo idea di cosa significasse realmente. Col senno di poi, probabilmente è una buona cosa. Sapendo quello che faccio ora riguardo alla genitorialità dei figliastri, le complessità e le sfumature potrebbero avermi portato a mettere un altro segno nella colonna della nostra decisione sul matrimonio, piuttosto che intraprendere questa selvaggia e meravigliosa avventura da matrigna.

Prima di alzare gli occhi al cielo e pensare che sto addolcendo questa cosa dei genitori acquisiti, lascia che te lo assicuri, ho avuto la mia giusta dose di complessità e disastri a tutto campo. I miei tre figliastri faticano ancora a riconoscere il mio ruolo nelle loro vite. Dopo molti anni, a volte mi chiamano ancora Miss Kate, una reliquia formale della loro prima infanzia. Ci sono state esibizioni scolastiche con date e orari borbottati nella speranza che potessi non partecipare ed esporre la nostra dinamica familiare mista. Ci sono state porte sbattute e voci alzate e sguardi di pietra. Questa non è stata una strada facile e, ne sono certo, tornerà ad essere accidentata.



Tuttavia, il bene ha di gran lunga superato il male il nostro viaggio insieme . Le Miss Kate vengono spesso pronunciate mentre sono rannicchiate accanto a me sul divano. Sono stato intervistato per un progetto di quinta elementare come VIP nella vita di Amy. Il feed Instagram di Sara è pieno di foto della nostra casa e delle attività che ho pianificato. Jack una volta disse che voleva una maglietta con la scritta I Have an Epic Stepmother. Alcune delle mie serate preferite in famiglia sono state trascorse con i miei figliastri e ne sono grato.

Vedo spesso i genitori acquisiti, in particolare le matrigne, incoraggiati ad amare i loro figliastri come se fossero i propri. Ma come mamma di Simon, Caden e Lottie, la clausola che amo Sara, Amy e Jack allo stesso modo mi rende ansiosa. Non credo sia possibile amare allo stesso modo i figli di una prima famiglia e i figliastri.

Non ho cresciuto i miei figliastri. Non ho fatto il bagno ai loro corpini paffuti nel lavello della cucina. Non ho tracciato i loro grafici di crescita e mi sono preoccupato di quante parole conoscessero ai loro appuntamenti dal pediatra. Non ho disposto con cura i loro vestiti per il primo giorno di scuola. Gabe e io non abbiamo pianificato per loro, leggendo libri per bambini sulla mia pancia in crescita e aspettando con impazienza ogni pietra miliare dal gattonare al college.

Qualcuno era presente per quelle pietre miliari. Qualcuno guidava il carpooling e organizzava feste e stava in disparte il sabato mattina. Sara, Amy e Jack hanno una madre. È coinvolta nelle loro vite e la amano profondamente. Questo è importante e rispetto profondamente il loro rapporto con la madre.

In un certo senso, il decreto che i genitori acquisiti dovrebbero amare i loro figliastri come propri si aggiunge al senso di competizione mondiale tra madri e matrigne, papà e patrigni, ovunque. I miei figliastri non sono miei, appartengono a Gabe e alla loro madre. Forse è meglio dire, i miei figliastri anche appartengono a Gabe e alla loro madre. Proprio come i miei figli anche appartengono a Gabe, Billy e sua moglie. E così, la sfida che devo affrontare - immagino che tutti i genitori acquisiti debbano affrontare - è come amare i figliastri allo stesso modo dei figli della prima famiglia, ma in modi manifestamente diversi. Diverso perché cercare di amare allo stesso modo aumenta il senso di interdipendenza del bambino e la tensione genitore-patrigno.

Nel tempo che ho passato ad amare queste tre piccole persone, ho imparato diversi modi per amarle ferocemente, con tutto il cuore, incondizionatamente, e tuttavia in modo abbastanza diverso in modo che possano accettare quell'amore senza fili.

Innanzitutto, sono un alleato vocale e appassionato di ciascuno dei miei figliastri.

Faccio il tifo per loro agli eventi sportivi e fuori dal campo. Ricordo a Sara che è fatta in modo spaventoso e meraviglioso, anche quando la pensa diversamente. Parlo con Amy della trama appiccicosa del dramma femminile alla scuola media, assicurandole che ciò che sta affrontando è normale e aiutandola a farsi strada. Sono selvaggiamente e sfacciatamente nella loro squadra, purché la loro squadra non stia attualmente affrontando Gabe.

Io sostengo per loro.

Quando Sara si stava muovendo nel bel mezzo della TYOGS (sindrome della ragazza di tredici anni), ho aiutato Gabe a capire che il suo corpo non era stato preso dagli alieni. Quando è durato più a lungo e si è presentato in modi diversi e più difficili, mi sono preoccupato (correttamente, a quanto pare) che stesse lottando con qualcosa di più grande e ho parlato con Gabe della consulenza. Quando Jack non stava leggendo al suo livello scolastico, gli ho comprato libri che i miei ragazzi adoravano e gli abbiamo letto ad alta voce. Non mi schiero con i bambini di fronte a loro se non sono d'accordo con Gabe, ma spesso sono una voce tranquilla per i loro interessi dopo che sono andati a letto. Lavoro per dare ai miei figliastri ciò di cui hanno bisogno.

Li incontro dove sono.

Sara ha un'età in cui il contatto fisico la mette a disagio, quindi non la costringo ad abbracciarmi. La aiuto con i capelli e la faccio stare alzata fino a tardi a parlare con me appollaiata sul lato del mio letto, ma non la faccio abbracciare goffamente. Amy sente acutamente la competizione mamma/matrigna, quindi non ci aggiungo. Non aspetto la sua risposta quando le dico che la amo. Ho smesso di dirle che poteva semplicemente chiamarmi Kate, invece di Miss Kate. Le dico che sono felice che lei e la mamma siano in un club del libro madre-figlia perché sinceramente lo sono. Jack è un animale diverso dalle sue sorelle: brama coccole e ti amo e tutti i fiocchi. Quindi li ottiene, presto e spesso. Quando scivola e mi chiama mamma, non lo correggo.

In superficie, è così che amo i miei figli. La differenza nell'amare i miei figliastri è nel modo in cui faccio quelle cose. Non entro in ruoli che, nelle loro menti, gli altri ricoprono. La disciplina appartiene a mamma e papà, per esempio. Sto attento che il mio amore non escluda altre relazioni che sono importanti per loro. Parlo di quanto sono entusiasta che vadano in spiaggia con la mamma o che visitino nonno e nonno a Natale. Non appesantisco la nostra relazione con il mio bisogno di accettazione o di amore (come a volte faccio con i miei figli, per quanto erroneamente). Amo Sara, Amy e Jack con ogni fibra del mio essere. io solo mostra che l'amore in modo diverso perché rende loro più facile accettarlo.