Perché 'Free to Be... You and Me' è stato l'album più importante della nostra giovinezza?

Generale
perché-libero-di-essere-e-me-era-il-più-importante?

1972 è stato un anno piuttosto radicale: è stata approvata la legge Titolo IX, che vieta la discriminazione nelle scuole in base al sesso; SM. rivista ha iniziato la pubblicazione regolare; e rilasciato Marlo Thomas and Friends Libero di essere... io e te, il rivoluzionario album per bambini con canzoni sugli stereotipi di genere, l'uguaglianza e l'accettazione. Quale ragazzo non si è seduto nella parte posteriore della station wagon con pannelli di legno cantando l'inno anti-bullismo, William's Doll, o l'ode straziante ai piagnucoloni ovunque, It's Aright to Cry?

Marlo Thomas ha detto che ha creato Liberi di essere... dopo essere andata alla ricerca di un libro di favole della buonanotte per la sua nipotina, solo per trovare libri che rafforzavano i ruoli di genere antiquati e ignoravano le possibilità che ragazze e ragazzi potessero crescere per essere ciò che volevano essere. Raccolse alcuni dei suoi talentuosi amici del mondo dello spettacolo (tra cui Mel Brooks, Diana Ross e Alan Alda) e nacque l'album che avrebbe trasformato molte bambine.

Mentre ci sono sicuramente dei genitori che stanno giocando Liberi di essere... io e te per i loro figli oggi, ce ne sono molti altri che sono passati a album per bambini più moderni. Ho regalato a mia nipote il CD dell'album alcuni anni fa e sono rimasto deluso nel trovarlo non aperto quando sono andato a trovarla di recente. Probabilmente ero un po' idealista, ho imposto il mio preferito d'infanzia a una nuova generazione che avrebbe preferito ascoltare il Teen Beach 2 o Congelato colonne sonore, ma le lezioni—e le melodie funky—di Liberi di essere... sono altrettanto rilevanti, progressisti, stimolanti e cantabili oggi come lo erano quando eravamo bambini.



cose strane per mandare messaggi al tuo ragazzo

1. Liberi di essere... io e te (musica di Stephen J. Lawrence, testi di Bruce Hart, eseguita da The New Seekers)

La canzone del titolo è ancora la migliore di tutto l'album, un grido di battaglia affinché i bambini vivano in un mondo in cui possono essere chiunque o qualunque cosa vogliano. Quei meravigliosi testi—Prendi la mia mano, vieni con me, dove i bambini sono liberi—richiamano alla mente un altro successo degli anni '70, I'd Like to Teach the World to Sing, anch'esso del gruppo pop britannico The New Seekers. Chi non voleva vivere in una terra dove i cavalli corrono liberi? Chi non lo fa ancora volere?

2. Il ragazzo incontra la ragazza (scritto da Carl Reiner e Peter Stone, interpretato da Mel Brooks e Marlo Thomas)

Mel Brooks e Marlo Thomas sono bambini in questa commedia avanti e indietro. Brooks è sicuro che Thomas sia un maschio e una femmina, a causa di una logica infantile difettosa, una logica che sembra sospettosamente simile al tipo di stereotipi di genere che Thomas stava cercando di confutare. Sei un ragazzo perché sei calvo, dice Brooks a Thomas. E dal momento che Thomas vuole essere un pompiere e Brooks una cameriera quando crescono, sembra ovvio che Thomas debba essere il ragazzo e Brooks la ragazza. Poi viene l'infermiera a cambiargli i pannolini e la confusione viene chiarita.

3. Quando diventiamo grandi (musica di Stephen J. Lawrence, testi di Shelly Miller, interpretata da Roberta Flack e Michael Jackson nello speciale e Diana Ross nella colonna sonora)

Diana Ross ha cantato questo classico nel disco, ma nella versione televisiva del 1974, Roberta Flack e Michael Jackson ci hanno spezzato il cuore cantando del loro futuro, chiedendosi se lei crescerà e sarà carina, se lui sarà grande e alto. Sono d'accordo sul fatto che, qualunque cosa accada quando cresceranno, saranno comunque amici per sempre. Questa canzone esprime una vera paura che i bambini hanno ma non possono necessariamente esprimere a parole: cosa ne sarà di noi quando diventiamo adulti? Come cambieremo? Diventare una signora o un ingegnere cambierà chi siamo fondamentalmente?

4. Non vestire il tuo gatto con un grembiule (scritto da Dan Greenburg, interpretato da Billy De Wolfe)

Una persona dovrebbe indossare ciò che vuole (...) una persona è una persona in quel modo. Amen a tutti quei bambini che scelgono abiti che non si abbinano, o a me da bambino, sempre in dolcevita e velluto a coste invece dei vestiti.

5. I genitori sono persone (scritto da Carol Hall, interpretato da Harry Belafonte e Marlo Thomas)

È un po' rivoluzionario quando sei un bambino pensare ai tuoi genitori come persone con un lavoro e interessi al di fuori dell'essere mamme e papà. Questa canzoncina cantata da Marlo Thomas e Harry Belafonte ha introdotto l'idea che anche i genitori erano bambini una volta, e ora che sono adulti con bambini, ci sono molte cose, molte mamme. E molti papà e molti genitori possono farlo. E queste cose non sono necessariamente specifiche di genere. Alcune mamme guidano i taxi o cantano in TV, canta Thomas. Beh, non possono essere nonni. O papà, le ricorda Belafonte. Si immagina che anche questo punto venga discusso oggi.

6. Lavori domestici (scritto da Sheldon Harnick, interpretato da Carol Channing)

Penso che questa poesia, letta da Carol Channing, potrebbe essere la traccia più sovversiva di Liberi di essere... . Dà la notizia che le donne nelle pubblicità che sorridono e vendono saponi e detersivi per fare i lavori di casa sono effettivamente pagate per farlo, e a nessuno piace davvero fare i lavori di casa. Finisce con una nota allegra, un po' di propaganda dei genitori, consigliando ai bambini che i lavori di casa sono tollerabili solo se li fai insieme. (Traduzione: alzati e aiuta già i tuoi genitori con i piatti, ragazzo.)

7. Aiutare (scritto da Shel Silverstein, interpretato da Tom Smothers)

Una poesia su quel bambino che arriva e ti rompe il giocattolo. Un certo tipo di aiuto è il tipo di aiuto di cui si tratta. E un qualche tipo di aiuto è il tipo di aiuto di cui tutti possiamo fare a meno, recita la poesia. Mi piacerebbe avere una versione incorniciata di questo e FedEx in modo anonimo a Warren e Brian, i ragazzi che vivevano di fronte a noi nel 1979, che sono venuti un pomeriggio e hanno completamente distrutto la mia stanza.

giochi spaventosi da fare a casa con gli amici

8. Prima le donne (basato su una poesia di Shel Silverstein, eseguita da Marlo Thomas)

Un ammonimento sui pericoli di essere una principessa impertinente! Una traccia che ridicolizza la ragazza che insiste per essere trattata come una signora sembra abbastanza fuori luogo oggi, a dire il vero. Ma il finale, dove la piccola primadonna che continua ad affermare che lei, come signora, deve sempre andare per prima, ottiene la sua punizione ed è la prima ad essere mangiata dalle tigri non ha prezzo.

9. Va bene piangere (scritto da Carol Hall, interpretato da Rosey Grier)

Ti sfido a guardare questo video di Rosey Grier che canta It's Alright to Cry e non a piangere da solo. Va bene sentire le cose anche se i sentimenti possono essere strani. I sentimenti sono cose così reali e cambiano, cambiano e cambiano. Come un piagnucolone in buona fede che lo sentiva fortemente non va bene piangere in qualsiasi circostanza a meno che tu non voglia essere ostracizzato o preso in giro, questa canzone era la mia ora.

10. La bambola di William (musica di Mary Rodgers, testi di Sheldon Harnick, eseguita da Alan Alda e Marlo Thomas)

Un ragazzo che preferisce una bambola invece dell'attrezzatura sportiva viene schernito con quel ritornello lamentoso, Una bambola! Una bambola! William vuole una bambola! Ugh, grazie a Dio per sua nonna che vede che William desiderare una bambola da amare non è un comportamento da femminuccia ma una buona idea in modo che quando William avrà un bambino un giorno, saprà come prendersene cura come ogni buon padre dovrebbe imparare a fare fare. Una difesa di William, una replica ai bulli e qualcosa per i papà e i futuri papà: dovresti pensare di fare il pannolino e ruttare anche i nostri futuri bambini, ragazzi.

11. Atalanta (scritto da Betty Miles, interpretato da Alan Alda e Marlo Thomas)

Una favola su una principessa molto intelligente che tutti i ragazzi vogliono sposare. L'Atalanta decide di uscire e vedere il mondo, così come il suo corteggiatore. Forse un giorno si sposeranno, e forse no. In ogni caso, è certo: vivono entrambi felici e contenti. Una storia la cui morale non è che tutti si sposano, e sono comunque felici. Questo potrebbe facilmente essere l'oggetto di un articolo pubblicato la scorsa settimana.

12. Terra delle ragazze (musica di Mary Rodgers, testi di Bruce Hart, interpretata da Jack Cassidy e Shirley Jones)

Una canzone inquietante su un parco di divertimenti chiamato Girl Land che non è mai stato molto divertente e che sta per essere chiuso. Un raccapricciante cerimoniere sibila: L'ingresso è un ammiccamento e un fruscio dei tuoi ricci (…) entri in una ragazza e ne esci una signora! Alcuni dicono che è un crimine perdere gli alberi che ti è proibito scalare, canta sarcasticamente Shirley Jones. L'intera canzone è un gigantesco F-tu per l'essenzialismo di genere: il sinistro MC spiega perché Girl Land è un tale incubo: entri in una ragazza e non ne esci mai ! Adoro il messaggio di questa canzone ora, ma non è difficile capire perché non fosse un successo soft rock come It's Alright to Cry era negli anni '70: è agghiacciante.

13. Felice di avere un amico come te (scritto da Carol Hall, interpretato da Marlo Thomas)

cosa significa il nome makai?

Questa era l'ultima canzone dell'album, ed era proprio il tipo di dolce canzone pop che volevi Liberi di essere... io e te con cui chiudere. Una melodia irresistibile sui bambini che fanno ciò che vogliono insieme e lo possiedono. Jill insegna a Bill a cuocere una torta, Bill insegna a Jill a innescare un amo da pesca e tutti sono felici. Felice di avere un amico come te... fa il ritornello, ... e felice di essere solo me. L'ultimo messaggio di tolleranza: io farò me, tu fai te e saremo tutti buoni.

Ascoltare Liberi di essere... io e te ora mi fa sentire un po' esausto. È un tale tour de force, un album rock così orecchiabile ma anche un'educazione piuttosto approfondita sulla politica di genere in soli 45 minuti. Mi sono perso così tanti dei messaggi potenti quando ho consumato il disco quando ero un bambino, o forse, come i migliori media per bambini, ne ho assorbito molto senza rendermene conto. E ascoltando le canzoni orecchiabili ora, è chiaro che le loro lezioni sono cruciali per i bambini di oggi come lo erano negli anni '70. Inoltre, nessun bambino dovrebbe crescere senza aver ascoltato almeno una volta quell'esuberante title track.