celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Quando tuo figlio ha difficoltà a fare amicizia a scuola

Bambini In Età Prescolare
piccolo parco giochi da solo

Voyagerix/Getty Images

Quando hai un piccolo che ha problemi a farsi degli amici , può essere assolutamente straziante. Come genitori, non vogliamo altro che che i nostri piccoli siano accettati dai loro coetanei. Soprattutto perché sappiamo quanto siano fantastici.

le migliori bambole per bambine

Ma le amicizie per i bambini piccoli, in particolare per bambini in età prescolare e asili nido, possono essere difficili da trovare, per i bambini e genitori. Hanno un'età in cui l'indipendenza è importante, ma sono ancora i nostri bambini, quindi vogliamo aiutarli e proteggerli dal ferire i loro sentimenti. In effetti, quando mio figlio stava per entrare all'asilo, la cosa che mi preoccupava di più era la sua capacità di fare amicizia.



Sebbene mio figlio sia sempre stato amichevole, essendo figlio unico che non era costantemente in giro con i suoi coetanei, poteva avere problemi a socializzare con altri bambini perché non era qualcosa a cui era abituato a fare regolarmente. La sua eccitazione di stare con altri bambini e giocare con loro può essere travolgente e, sebbene le sue intenzioni siano buone, non sempre ha l'approccio migliore. Temevo che l'asilo sarebbe stato simile a tutte le altre volte in cui ho dovuto aiutarlo a socializzare - agli appuntamenti di gioco, al parco, a lezione - quando non era in grado di fare amicizia. Tranne che all'asilo, non sarei in giro per sostenerlo in quegli incontri.

Ho cercato di trovare conforto nel fatto che sarebbe stato circondato da ragazzi della sua età. Era probabile che molti di loro si trovassero socialmente in una situazione simile. Le probabilità erano che per la maggior parte di loro, questa sarebbe stata la prima volta che erano costantemente intorno a bambini della loro età senza i loro genitori. Quindi, almeno, se mio figlio fosse socialmente imbarazzante, non sarebbe l'unico. Ma questo di certo non mi ha impedito di preoccuparmi nei giorni precedenti all'inizio della scuola.

Il primo giorno eravamo entrambi preoccupati. Ho cercato di valutare gli altri bambini della sua classe. Stavo cercando i volti amichevoli dei bambini di quattro anni, così da poter riparare e proteggere il suo dolce cuoricino, anche se sapevo che dovevo far volare il mio uccellino.

Quelle prime settimane sono state dure per entrambi. L'adattamento e il passaggio dall'essere a casa con me a un'aula di nuove persone è stato molto per lui. Quando dicevo, è ora di prepararsi per la scuola, avrebbe un crollo totale. Piangendo, supplicandomi di lasciarlo stare a casa con me. In cuor mio volevo solo dire, lascia perdere, riproveremo la scuola l'anno prossimo, ma sapevo che l'asilo era la cosa giusta per lui.

il mio migliore amico è mio marito

Poi è arrivato il giorno che temevo: mio figlio ha litigato con uno degli altri ragazzi per un giocattolo. Ero in parti uguali imbarazzato e triste. Volevo così tanto che lui solo him non Sii come quello. Temevo che, anche se fosse un piccolo guazzabuglio nel grande schema delle cose, potesse avere un impatto sulle amicizie e sulle interazioni sociali per il resto dell'anno. Dopotutto, non ero molto più grande di mio figlio quando ho incontrato il mio primo bullo, e tutti quei sentimenti sono tornati a perseguitarmi.

Ci sono stati altri incidenti ed ero certo che mio figlio sarebbe stato preso in giro o che nessuno avrebbe voluto giocare con lui. L'ho immaginato nella sua piccola classe, seduto da solo mentre tutti gli altri bambini giocavano insieme felici.

Ma non è affatto quello che è successo. Dopo alcune settimane, mi disse che lo stesso ragazzino con cui inizialmente aveva attriti era uno dei suoi migliori amici. E ti dico, ho quasi pianto.

Ho capito in quel momento che stava crescendo. A quattro/cinque/sei anni, i bambini hanno una migliore comprensione di come funzionano le interazioni con i loro coetanei. Possono vedere Oh, se gioco bene con questa persona, vorranno continuare a giocare con me. Puoi sederti con loro e parlare davvero di cosa significa essere un amico e di come le loro azioni possono rendere qualcuno non vogliono essere loro amici.

Iniziare la scuola per la prima volta è davvero difficile sia per i bambini che per i loro genitori. Noi genitori stiamo lasciando andare i nostri bambini per la prima volta e i nostri figli si stanno rendendo conto per la prima volta che mamma e/o papà non saranno sempre lì per sistemare tutto. Devono scendere a compromessi che non hanno mai dovuto fare prima; ci sono altre persone i cui bisogni possono essere più importanti dei loro quando sono abituati a ricevere più attenzione.

cose da fare con i bambini vicino a me

Fare amicizia è una cosa difficile da fare per noi adulti; tendiamo a ricordarlo come molto più facile da bambini. Ma per alcuni bambini, fare amicizia non è affatto facile. Per i bambini con ansia sociale o ritardi emotivi o dello sviluppo, potrebbero non essere in grado di avvicinarsi a un bambino e dirgli: Ciao, vuoi giocare con me? Dobbiamo dare loro lo spazio per capire come navigare in queste nuove situazioni sociali, in parte lasciando che se la cavino da soli.

È molto difficile per noi genitori vedere i nostri bambini passare un periodo difficile. Ma la cosa più grande che ho imparato da tutta questa esperienza è che a volte devi lasciarli fallire un po'. Possiamo proteggerli così tanto solo se vogliamo che siano in grado di prosperare quando non ci siamo. E per quanto difficile possa essere, lasciarli combattere le proprie battaglie è l'unico modo per rafforzare questo punto.

Inciamperanno, ma i bambini sono sorprendentemente resistenti. Certo, feriranno i loro sentimenti, ma è probabile che abbiano gli strumenti per risolvere il problema senza che ci mettiamo in gioco. Sii lì per guidarli, ovviamente, ma fatti coinvolgere solo se il problema sfugge di mano.

Mi ha anche fatto sentire bene sapere che mio figlio no bisogno io a combattere le sue battaglie per lui, perché era perfettamente in grado di farlo da solo. E onestamente, questo è ancora più importante che farsi degli amici.