Quando sei la mamma di un bambino che ancora non parla

Per I Più Piccoli
Quando il tuo bambino non parla ancora

gpointstudio / iStock

Tu conosci quella mamma. Forse sei stata quella mamma — quella mamma al parco giochi, al museo, al negozio di alimentari, al racconto della biblioteca o al ristorante. Vedi un altro bambino più o meno delle stesse dimensioni del tuo. Tu li guardi. Li ascolti. Ti chiedi se stanno ancora parlando . Vedi quante parole riesci a capire. Quindi inizi casualmente a parlare con il genitore.

la migliore auto telecomandata per bambini di 3 anni

Con attenzione, dirigi la conversazione all'età dei bambini. Speri che se stanno parlando, sono molto più grandi di tuo figlio - tuo figlio, quello che non sta dicendo qualunque parole ancora.



Inevitabilmente, la maggior parte dei bambini di questa età e più giovani stanno già dicendo parole. E ancora una volta, ti trovi di fronte al fatto che il tuo bambino non parla ancora.

Almeno, sono io.

Ho una figlia di 23 mesi, Charlotte, piena di vita, energia, curiosità e amore. Viviamo in una città di 1.000. Le nostre interazioni con gli altri ragazzi provengono dalla chiesa, dal parco e dalla biblioteca. Durante un recente viaggio per visitare la nonna, ci siamo trovati circondati da bambini piccoli ovunque andassimo.

Così ho cominciato a guardare e ascoltare con attenzione.

Ovunque andassimo, mi trovavo di fronte alle parole di altri bambini. Al parco giochi, hanno urlato: Guardami! Diapositiva! Swing! Al momento della storia, hanno risposto alle domande del bibliotecario sugli animali che hanno visto sulla pagina. Al sentiero, gridarono: Guarda, acqua! Al museo dei bambini, hanno tenuto in mano un giocattolo e hanno urlato Mio!

E con ogni parola, Potevo sentire il silenzio di mio figlio .

Fin dall'inizio, mia madre mi ha ricordato che neonati e bambini piccoli non leggono i libri sulla genitorialità e lo sviluppo. Fanno quello che devono fare quando sono pronti. Charlotte non ha gattonato fino all'età di un anno, il che sembrava una vita intera, specialmente quando vedi i film di Facebook e le foto dei bambini dei tuoi amici che strisciano su e giù per i corridoi.

cose sporche da dire alla tua ragazza tramite SMS

Ora, parlare, o non parlarle, sembra più personale. Sembra che ci sia più colpa da dare, specialmente a questa madre che ama le parole e le storie. Sembra che avrei dovuto leggerle un altro libro di notte, come se avrei dovuto insegnarle la lingua dei segni, come se avrei dovuto portarla a più attività per bambini, come se mi fossi seduta sul pavimento e avrei parlato di più con lei. E ancora e ancora e ancora - finché non dimentico di guardare mia figlia, di guardarla ora e vederla davvero, di guardarla ed essere presente con lei in ogni momento prezioso.

Vedete, ho scoperto che con tutta la mia attenzione alla sua mancanza di parole, non sono riuscito a notare ciò che mia figlia in realtà è facendo.

Concentrandomi su ciò che non sta facendo, dimentico di vedere questo regalo bellissimo, unico e speciale proprio di fronte a me.

cosa significa il nome aviana?

Non è facile, lo ammetto. Voglio che parli. Voglio sentirla chiamarmi mamma. Voglio conoscere la sua voce e il suo tono e come chiamerà questo mondo.

Ma mentre non sento le sue parole, vedo così tanto. La vedo abbracciare e amare il suo cane. La vedo raggiungere i suoi libri ogni mattina quando si sveglia. La vedo leggere i suoi libri, girare le pagine e ridere. La vedo correre avanti durante il tempo della storia, le mani alzate per raggiungere il libro. La vedo camminare a braccia aperte verso un altro bambino, offrendo un abbraccio. Vedo le sue mani piegarsi per pregare quando diciamo: Preghiamo. La vedo correre all'annaffiatoio quando annuncio che è ora di andare in giardino. La vedo portarmi alle piante di pomodorini ogni volta che siamo fuori a sceglierne uno da mangiare. La vedo fare il tifo per suo padre la domenica mattina mentre guida l'adorazione. La vedo salutare ogni auto e ogni persona che passa. La vedo raccogliere una foglia o restare per studiarla. Vedo il suo corpo avvolto intorno a me in un abbraccio pieno.

Vedo. Vedo. Vedo - tanto .

Quando distolgo la mia attenzione da ciò che non sta facendo, apro gli occhi su molto di più: su tutte le cose che sta facendo, su tutti i modi in cui vive. Apro gli occhi su questo dono prezioso, pieno di meraviglia e curiosità.

Mi chiedo ancora l'età degli altri bambini piccoli. Ascolto ancora con desiderio le loro voci e le loro parole. Sto ancora aspettando con impazienza che Charlotte parli.

come insegnare al bambino a calmarsi da solo

Ma fino ad allora, continuerò a guardarla e a vederla.

(ebook_gratuito)