celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Cosa significa essere intersessuali?

Lgbtq
intersex-flag-1

Diritti umani intersessuali

NFT

Se non hai sentito la parola intersex, o hai e ancora non sai cosa significa, non sei solo. Molti non sanno che la I nell'acronimo LGBTQIA+ sta per intersex. E troppi i miti si perpetuano silenzio e vergogna intorno a una parola che non va stigmatizzata. Intersex è un termine spesso frainteso nella migliore delle ipotesi, ma essere intersex è comune quanto essere a testa Rossa .

frasi sull'eliminazione delle persone dalla tua vita

Le basi

Una persona nata intersessuale è un evento biologico naturale negli esseri umani. Essere intersessuali può significare una varietà di cose, ma la definizione più elementare è che una persona non si adatta alla definizione tipica di cosa significa essere maschio o femmina. Una persona intersessuale può nascere con genitali ambigui, ma questo è lontano dal quadro completo. Il sesso è davvero uno spettro. Una persona intersessuale ha variazioni nei cromosomi, nelle gonadi, negli organi sessuali interni, negli ormoni o nei tratti sessuali secondari che portano a ciò che alcune persone non considererebbero normali. Spesso non puoi indicare una persona intersessuale guardandola, ma ci sono ottime possibilità che tu abbia incontrato qualcuno che è intersessuale. Alcune persone intersessuali potrebbero non sapere di essere intersessuali fino alla pubertà.



Genitorialità pianificata suggerisce che un bambino su 100 nato negli Stati Uniti è intersessuale e che circa il 2% della popolazione mondiale è intersessuale. Per fare un confronto, circa il 2% della popolazione mondiale ha occhi verdi . Non cerchiamo di cambiare il colore degli occhi o dei capelli di una persona perché non sono conformi alla maggioranza, ma i genitori e i chirurghi sono spesso pronti a modificare inutilmente un bambino intersessuale in modo che si adatti ai costrutti sociali di genere e sesso.

NFT

L'orrore

Un bambino intersessuale potrebbe avere cromosomi maschili e testicoli interni ma genitali femminili. Sono geneticamente maschi, ma per normalizzare il bambino, i chirurghi eseguono - a volte dopo aver fatto pressioni sui genitori per farlo - interventi di chirurgia estetica su un bambino per creare genitali che consentano ai medici di abbinare il corpo di un bambino al sesso che hanno scelto per il bambino. Questo è quello che è successo all'attivista intersessuale Piccione Pagonis . Assegnata femmina alla nascita, sono stati rimossi due centimetri dal loro clitoride ingrandito quando avevano quattro anni. A 11 anni la loro vagina si è allargata. Ora 33, Pagonis ha cicatrici, perdita di sensibilità e dolore durante il sesso. Il trauma emotivo è grave quanto quello fisico. Nessuno dei loro interventi era necessario dal punto di vista medico e Pagonis non ha scoperto che erano intersessuali fino a quando non erano al college. Non è raro che le cartelle cliniche vengano nascoste alle persone intersessuali.

Attivisti come Pagonis, l'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, l'ex generale dei chirurghi statunitensi, Human Rights Watch e i genitori di bambini intersessuali chiedono la fine di tutti gli interventi chirurgici sull'infanzia. Alcuni medici non forniscono suggerimenti non chirurgici per i bambini intersessuali; altri che si esibiscono interventi chirurgici non necessari sui bambini sani dicono ai genitori che ci sono potenziali pericoli medici per non ridurre un clitoride o rimuovere gli organi sessuali interni. I medici affermano che stanno riducendo il trauma psicologico a un bambino rendendo il suo corpo normale.

La speranza

Kristina Turner ha scoperto che suo figlio, Ori di 12 anni, è intersessuale quando avevano sette settimane. Ci è stato consigliato di fare un paio di diversi interventi chirurgici per 'consolidare' un genere femminile, un genere che loro stessi potevano solo dire essere una certezza del 65-75%, ha detto Turner a Scary Mommy. Lei ha detto loro di no. Ori era sano e non c'era bisogno di un intervento chirurgico nonostante l'insistenza dei medici.

Turner, che vive a Seattle, Washington ed è anche genitore di altri due bambini: sapevo che alla fine della giornata quando Ori è cresciuto è io questo dovrebbe rispondere al motivo per cui ho alterato il loro corpo quando non era necessario e sapevo dalle ricerche che avevo fatto (e dalla mia esperienza di vita personale) che proteggere la salute psicologica e il benessere di Ori era la cosa più importante che potessi fare .

o è felice e sano. Ori si identifica come intersessuale e transgender. Si sentono tra i sessi e usano i loro pronomi. Gli è stato permesso di definire se stessi e aggiungere etichette che si adattano e si sentono giuste invece di combattere contro i vincoli su ciò che gli altri hanno messo su di loro. Rimuovere parti del corpo e tessuti sani da un bambino non è normale. Normale dovrebbe essere un bambino e un essere umano a cui sono state fornite informazioni e gli è stato chiesto il consenso per modificare chirurgicamente il proprio corpo.

L'io in LGBTQIA+

Quando si tratta di catturare il maggior numero di voci emarginate in quella che chiamo collettivamente la comunità queer, tendo a includere, scrivere o dire queste lettere: LGBTQIA+. Questa è un'espansione di LGBT o LGBTQ. La maggior parte di noi ha familiarità con le prime quattro lettere: lesbica, gay, bisessuale, transgender . La Q sta per queer o interrogatorio; alcune persone all'interno della comunità LGBT-IA+ non si identificano come queer. Lo faccio, ma sono anche sensibile a coloro che non lo fanno. Non ci aggrappiamo tutti alle stesse etichette che descrivono le nostre identità.

La lettera A sta per asessuale. Una persona asessuale è una persona che può sentirsi romanticamente attratta da qualcun altro ma non provare sentimenti sessuali per un'altra persona. Possono ancora provare sentimenti sessuali, ma sono felici di prendersi cura di quei sentimenti da soli. Il + racchiude le altre, non meno belle forme di amore e identità che cadono al di fuori dell'eteronormativo.

Si discute sull'inclusione dell'io nell'acronimo.

Axel Keating, 26 anni, vicepresidente di interACT Advocates for Intersex Youth , educatore, organizzatore di comunità e attivista con sede a New York City ha detto a Scary Mommy questo: L'acronimo LGBTQIA+ offre visibilità, maggiore consapevolezza sui tratti sessuali e sull'assegnazione del sesso alla nascita e solidarietà sulla discriminazione dovuta alla non aderenza alle norme (in questo caso tratti sessuali), medicalizzazione, autonomia corporea negata e cure mediche inadeguate in molte situazioni. Keating ha affermato che alcune persone intersessuali non vogliono essere incluse nell'ombrello LGBTQIA+. Potrebbero non identificarsi come LGBTQ+ o non voler essere collegati alla comunità queer, per paura o bigottismo.

miglior prodotto per radere l'area pubica

Keating ha aggiunto questa intuizione: per le persone intersessuali che sono LGBTQ+, sono se stesse, non solo l'una o l'altra. Lo stesso vale per razza, classe, genere, disabilità, status di immigrazione, cittadinanza, religione e spiritualità. Quindi, quando parliamo di comunità queer, parliamo di questioni intersessuali, ma parliamo anche di immigrazione, alloggio, accessibilità e tutto ciò che le persone queer affrontano nella loro vita.

Keating ci ricorda di mettere la I in LGBTQIA+ se stiamo effettivamente includendo e sostenendo le persone intersessuali.

Per quanto riguarda Ori, amano l'inclusione e si identificano con molti pezzi dell'acronimo.

Dobbiamo smettere di eseguire interventi di normalizzazione sui bambini in modo che si conformino alle etichette di genere forzate, un'etichetta che può cambiare quando il bambino può esprimere la sua vera identità. Intersex si riferisce a un'espressione di caratteristiche biologiche. Ci sono molte versioni belle e salutari di queste espressioni; l'idea sbagliata che il sesso determini il genere e che il genere debba apparire in un certo modo danneggia la comunità intersessuale. Più genitori sono allontanarsi dagli interventi chirurgici sui loro figli intersessuali, ma tutti noi abbiamo bisogno di essere meglio istruiti e migliori alleati. Abbiamo tutti bisogno di avere conversazioni più significative anche sul genere e sull'espressione di genere.

Kristina Turner ha aggiunto: Se potessi dare un consiglio ai potenziali genitori di bambini intersessuali, sarebbe questo: impara dalle persone intersessuali; lascia che tuo figlio faccia da guida. Scegli un genere se devi (senza intervento chirurgico) ma accetta che il genere possa cambiare e potrebbe cambiare più di una volta. Il tuo compito è proteggerli e guidarli nel loro percorso proprio viaggiare e amarli. È il mondo che deve cambiare, non loro.