celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Quello che non sapevo sull'allattamento al seno: il punto di vista di un uomo

Papà Prospettiva
Il punto di vista di un papà sull

JOHAN ORDONEZ / Getty Images

NFT

I nostri primi due bambini sono stati allattati artificialmente. Mel voleva allattare, ma con nostro figlio stava facendo un lavoro schifoso con orari schifosi e nessun posto dove pompare, e semplicemente non ha funzionato. Con il nostro secondo, ha dovuto subire un intervento chirurgico poco dopo la nascita del bambino e il farmaco le ha rovinato il latte. Entrambe le volte ha spesso parlato di sentirsi un fallimento.

Ho avuto difficoltà a capirlo fino a quando Mel non ha allattato al seno il nostro terzo e mi sono resa conto di quanto sia complicato l'allattamento al seno. È stata una vera esperienza di apprendimento per me come padre. La mia ipotesi era che l'allattamento al seno sarebbe stato abbastanza semplice. Le donne lo fanno da millenni. Ho scoperto che mi sbagliavo. Ci sono molti aspetti fisici, emotivi, sociali e pratici dell'allattamento al seno che non ho mai realizzato. Di seguito sono riportate alcune cose che ho imparato.



1. A volte perdono.

Ho pensato che i seni fossero provati e veri. Sono in circolazione dagli albori dell'umanità. Non mi sarei mai aspettato che quando il bambino piange o quando è passato troppo tempo tra una poppata e l'altra, le tette di Mel avrebbero iniziato a gocciolare. All'inizio presumo che fosse un difetto di progettazione, ma poi ho iniziato a rendermi conto che non mi succede nulla di fisico quando i miei figli piangono. Mi sono solo irritato, frustrato o confuso. Mel ha provato quelle stesse emozioni, credimi, ma è davvero fantastico che il suo corpo fosse così in sintonia con il nostro bambino che ha risposto fisicamente ed emotivamente.

NFT

2. Le tette erano fuori quasi tutto il giorno, ma non per me.

Quando Aspen iniziò a gattonare, io e Mel stavamo cercando di decidere chi amava di più il bambino. L'abbiamo fatta sedere al centro del soggiorno e poi ognuno di noi l'ha chiamata dalla cucina. Aspen ha iniziato a strisciare verso di me, e così Mel si è tolta la maglietta. Improvvisamente il bambino cambiò direzione e strisciò verso Mel con la bocca aperta. Ovviamente non ero una concorrenza. Il mio sogno adolescenziale era che una bella donna si aggirasse per casa mia con le tette fuori. Con l'allattamento al seno, quel sogno era reale, eppure è molto più pratico di quanto mi aspettassi. Quelle tette non erano fuori per me; erano fuori per il bambino, che è il loro scopo. Capisco, ma è stato un bene per me come uomo che è stato sottoposto per anni a vedere le tette come nient'altro che sessuali per vedere quanto siano essenziali per la vita.

3. L'allattamento al seno ha fatto odiare il nostro bambino.

Per i primi tre mesi della vita di Aspen, non valevo niente per lei. In effetti, ero più che inutile. ero odiato. Ero un'irritazione. Se guardassi Aspen troppo a lungo, piangerebbe. Dimentica di tenerla. Perché Aspen si sentiva così? Penso che sia perché non avevo le tette. Non potevo darle da mangiare, quindi a che servivo? Discriminazione diretta del papà del bambino.

4. I capezzoli sono complicati.

Capezzoli screpolati, crema per capezzoli, copricapezzoli, tensione dei capezzoli, magliette che mostrano i capezzoli, cuscinetti per capezzoli, capezzoli nascosti, capezzoli che perdono. Ci sono così tante complicazioni e rimedi per i capezzoli che non riesco a tenerne traccia di tutti! Parte del motivo per cui tutto questo è così sorprendente è perché, da una prospettiva pragmatica, i miei capezzoli sono inutili come piante artificiali. Danno al mio corpo simmetria e a volte prendono freddo, ma per la maggior parte non li noto. Si siedono lì, sul mio petto, senza scopo. Non avevo idea che potessero essere così complicati.

5. Le tette diventano più grandi quando sono piene di latte.

Questo avrebbe dovuto essere davvero ovvio, ma non lo era. Per me, questo è stato davvero un catch-22. Devo ammettere che i seni più grandi di Mel sembravano belli. Tuttavia, temevo di toccarli perché non volevo che mi schizzassero in faccia. Questo ha creato emozioni conflittuali sia di paura che di desiderio.

6. L'invidia del seno può verificarsi.

La prima volta che ero a casa da solo con tutti e tre i bambini, Aspen si è svegliato, ha iniziato a piangere e poi ha cercato di attaccarsi al mio bicipite. Mi sentivo completamente inutile e, per la prima volta nella mia vita, desideravo ardentemente il mio seno.

7. Ci saranno coccole invidia.

Mi piace molto coccolarmi con un neonato. E con i nostri primi due figli, ho avuto l'opportunità di passare un sacco di tempo a coccolarmi perché potevo dare loro una bottiglia. Ma con Aspen mi ha discriminato perché non ho il seno. Guardavo spesso Mel, che si rannicchiava con Aspen mentre le dava da mangiare, e diventavo davvero gelosa.

8. Le donne che allattano parlano molto dell'allattamento al seno.

Mel ha chiacchierato molto con le sue amiche sulla strategia dell'allattamento al seno. A proposito di cover e prodotti. Sui momenti in cui qualcuno era un idiota perché stava allattando. L'allattamento al seno è diventato l'argomento delle conversazioni a cena e delle chat di gioco. Era in cima all'ordine del giorno e devo ammettere che all'inizio l'ho trovato strano. ne avevo sentito parlare consulenti per l'allattamento , ma non capivo perché qualcuno avrebbe bisogno di uno specialista per consigliare su come ottenere il latte da una tetta. Ma dopo aver trascorso del tempo con Mel come madre che allatta e aver visto le complicazioni che possono sorgere, ho iniziato a vedere l'allattamento al seno, e il seno in generale, come qualcosa di molto complicato e meraviglioso, e in tanti modi, ero grato alla madre del mio bambini per aver cercato così tanto di nutrire e prendersi cura di nostra figlia.

9. L'allattamento al seno in pubblico è controverso.

La prima volta che siamo stati fuori a cena e Mel ha dato da mangiare ad Aspen mentre coperto , la gente la guardava come se stesse urinando pubblicamente. Non c'era niente di sessuale in quello che stava facendo, e onestamente, ho pensato a tutto quello che Mel aveva passato per insegnare a nostra figlia ad attaccarsi correttamente ed essere in grado di produrre abbastanza latte e poi quanto tempo le aveva impiegato per avere l'opportunità di allattare e volevo prendere a pugni in faccia queste persone.

Dicono che fare i genitori apre gli occhi, e io sono il primo a dirlo. Ma mi ha aperto gli occhi in modi che non mi sarei mai aspettato. Mel ed io eravamo sposati da quasi 10 anni prima di vederla allattare uno dei nostri figli, e alla fine ho guadagnato un nuovo rispetto per lei e per tutte le madri.

Condividi Con I Tuoi Amici: