Non dovremmo avere accesso 24 ore su 24, 7 giorni su 7, agli insegnanti dei nostri figli

Formazione Scolastica
Ufficio a casa

mahiruysal/Getty

Durante i miei nove anni di insegnamento, ho affrontato la mia giusta quota di studenti che si irritavano , anche alcuni si sono arrabbiati, perché non ho risposto alle loro e-mail nel cuore della notte o nel fine settimana. Mi mandavano freneticamente messaggi che la loro stampante non funzionava o che il loro computer aveva un problema tecnico e cancellava il loro saggio. Le loro e-mail erano piene di testo tutto maiuscolo e punti esclamativi, facendomi sapere quanto fossero sconvolti. Quando non ho risposto , poiché stavo dormendo o trascorrendo del tempo con la mia famiglia, si sarebbero alzati ancora di più nei loro sentimenti.

Come ex insegnante e ora mamma di quattro figli, lo sono molto rispetta gli insegnanti dei miei figli quando non rispondono alle e-mail nei fine settimana, la sera o nei giorni festivi. Quando gli invio un'e-mail, che spesso è durante una delle volte che ho menzionato, aggiungo sempre che non mi aspetto una risposta quel giorno, nel caso in cui si sentano in dovere di rispondermi. È ammirevole che apprezzino il loro tempo abbastanza da aver creato dei confini attorno alle loro responsabilità lavorative.

iCoraggioso/Getty

So che molti genitori si infastidiscono, in base alle loro invettive su Facebook nei gruppi di genitori, quando gli insegnanti non rispondono entro cinque minuti caldi dall'invio di un'e-mail dei genitori. La mia risposta: buono per l'insegnante. Sono oberati di lavoro e sottopagati. Si sono iscritti per insegnare perché è la loro passione, ma insegnare non è la responsabilità o lo scopo della loro vita. I genitori (e gli studenti più grandi) spesso si sentono autorizzati a tutto il tempo e l'energia dell'insegnante, il che è patetico. L'unico contraccolpo che ha un insegnante è non rispondere.

Ora, più che mai, gli insegnanti, e davvero tutti noi che lavoriamo, hanno bisogno di proteggere la nostra pace. Per fare questo, dobbiamo creare un buon equilibrio tra lavoro e vita privata e creare confini sani a cui aderiamo rigorosamente. Altrimenti, è semplicemente troppo facile andare nella tana del coniglio di rispondere. Ogni scelta ha un costo e troppo spesso il costo è perdere momenti con la nostra famiglia e gli amici, praticare la cura di sé o prendersi cura di altre responsabilità.

Emilija Randjelovic / Getty

Mi sono confrontato con la dottoressa Rachel Goldman, psicologa e assistente professore di psichiatria clinica presso la NYU School of Medicine, per ottenere la sua opinione sui confini tra lavoro e vita privata. Ha condiviso con me che i confini contano perché abbiamo bisogno di sentirci realizzati in diverse aree della nostra vita e prevenire il burnout. Dobbiamo ricordare che non possiamo fare tutto e, con i limiti in atto, possiamo avere successo.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da DR. RACHEL | PSICOLOGO (@drrachelnyc)

C'è un altro vantaggio importante. Quando stabiliamo limiti chiari di ciò che faremo e non faremo, quando e come, stiamo dando l'esempio per gli altri, sia che si tratti di un insegnante che mostra i propri studenti o di un'altra persona che mostra la propria famiglia. Ho notato che ogni volta che scelgo di porre un limite nella mia vita, i miei figli ne hanno preso atto. Ad esempio, ho insegnato ai miei figli che quando la porta del mio bagno è chiusa, devono bussare, sempre, e aspettare una risposta prima di entrare. A loro volta, hanno imparato che quando vogliono un po' di relax ininterrotto, possono anche chiudere la porta della loro camera da letto.

Sappiamo che i confini sono sani e utili, ma che aspetto hanno, in pratica? La dottoressa Rachel, mentre passava, ha condiviso con me alcuni suggerimenti utili. Dice che possiamo spegnere tutta l'elettronica e non controllare la posta elettronica dopo un certo tempo. Ho anche visto altri scrittori mettere un avviso nelle loro firme di posta elettronica che rispondono alle e-mail solo durante determinate ore e in determinati giorni della settimana. Brillante! Ciò consente all'altra persona di sapere che non dovrebbe aspettarsi una risposta durante le ore di riposo dello scrittore.

Possiamo anche stabilire un limite lasciando il lavoro a una certa ora ogni giorno. C'è sempre, sempre di più da fare, quindi non usarlo come scusa per bruciare l'olio di mezzanotte. Riprenditi il ​​tuo tempo.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da A Dose of Reminders ✧.* (@adoseofreminders)

oli essenziali per l'orecchio

Ha anche condiviso che dobbiamo abbracciare dire e rispettare la parola no. Aggiunge che a volte dire di no significa dirti di sì. Troppo spesso offriamo un no con una giustificazione prolissa sul motivo per cui stiamo dicendo di no, quasi come se ci stessimo scusando per avere dei limiti. Probabilmente hai già sentito prima, ma te lo ricordo qui, il no è una frase completa.

Un altro consiglio che offre la dottoressa Rachel è sulla stessa falsariga del dire di no. Dobbiamo essere disposti a comunicare ciò di cui abbiamo bisogno alle persone che hanno bisogno di ascoltare tali bisogni. Principalmente, un supervisore al nostro lavoro. Se stai marciando verso il burnout, hai apportato tutte le modifiche che puoi da solo, quindi è tempo di vedere cos'altro si può fare.

Gli insegnanti socializzano spesso con gli amici insegnanti, ma la dottoressa Rachel vuole ricordarci che interrompere il nostro ciclo di lavoro, anche se è durante il tempo libero, è una buona idea. Inevitabilmente, quando uscivo con i miei amici insegnanti, parlavamo di negozio, il che non faceva nulla per ridurre il mio stress. Espandi la tua cerchia di amici o passa un po' di tempo solo con il tuo partner o da solo.

La dottoressa Rachel prova empatia con gli insegnanti, perché dice che la pandemia ha avuto un forte impatto su di loro. Non solo gli insegnanti (e tutti i professionisti) hanno i loro normali fattori di stress, ma anche i fattori di stress COVID-19. Molti professionisti devono indossare sempre maschere, oltre a prendere molte altre precauzioni per mantenere se stessi e coloro che li circondano al sicuro e in salute. Con questo in mente, è ancora più importante stabilire confini sani.

https://www.instagram.com/p/CT-RxF0sySb/?utm_source=ig_web_copy_link

Vuole che ci chiediamo, di cosa ho bisogno in questo momento? Aggiunta, cosa funziona? Cosa non funziona? Fare un po' di autoriflessione e un'onesta autovalutazione può fare molto per mantenere un equilibrio tra lavoro e vita privata. Condivide: Rispondere a queste domande può essere utile per vedere se c'è qualcosa di piccolo che puoi cambiare per aiutarti a sentirti meglio.

Trovo che gli insegnanti dei miei figli siano eccellenti modelli di ruolo nei loro confini di posta elettronica. Stanno insegnando ai miei figli che hanno vite fuori dalla scuola, che meritano rispetto e spazio. I miei figli, a loro volta, stanno imparando che hanno anche il diritto di creare confini sani e di ascoltare i propri bisogni. Ora, se riusciamo a coinvolgere il resto del mondo, staremo molto meglio.

Condividi Con I Tuoi Amici: