Dobbiamo insegnare ai nostri bambini a parlare delle loro allergie alimentari

Genitorialità
Allergia al cibo

CarrieCaptured/Getty

Come genitori, ci sono momenti che rimangono consolidati nei nostri ricordi, anni, anche decenni dopo. Possiamo ricordare ogni dettaglio, ogni suono, cosa indossavamo, se c'era il sole o se pioveva, e chi altro era presente. Per me, uno di quei ricordi è dell'estate del 2017. Ero a un weekend per ragazze e ho ricevuto la chiamata. Non appena ho visto che stava chiamando l'ufficio del nostro pediatra, sono uscito in modo da poter sentire chiaramente i risultati del test. È stato un momento cruciale della mia vita di mamma perché da quel giorno in poi tutto è cambiato.

Quello fu il giorno, il momento, in cui sapevamo per certo che mio figlio di quattro anni era allergico alle arachidi. Che stava per diventare un bambino Epipen e io, una mamma allergica. E che avremmo dovuto iniziare a insegnargli la gravità della sua allergia e come comunicare agli altri ciò che poteva e non poteva avere quando non eravamo lì per proteggerlo.



Perché questo è ciò che significa essere un genitore allergico. Non sono solo le visite e gli esami del dottore, le scartoffie e le medicine. Sta anche insegnando ai nostri ragazzi come difendersi da soli. Come proteggere i propri corpi e come uscire in sicurezza nel mondo, un mondo in cui qualcosa che potrebbe significare la vita o la morte per loro era molto presente e poteva apparire in qualsiasi momento.

Una delle difficoltà che i genitori allergici devono affrontare è insegnare ai nostri bambini e bambini in età prescolare a parlare delle loro allergie. E questo può essere particolarmente complicato, poiché i bambini piccoli sono spesso schizzinosi. Gli adulti potrebbero sentire un bambino di tre o quattro anni dire che non posso avere il latte e pensare che al bambino non piace il latte. In realtà, la gola di quel bambino potrebbe chiudersi se ingerisce questo allergene dannoso.

Mypurgatoryyears/Getty

cose da fare con i bambini a Charlottesville

Oppure, un bambino piccolo potrebbe provare a spiegare un'allergia al glutine e il caregiver responsabile potrebbe interpretare erroneamente che nel senso che i genitori tendono a mangiare senza glutine a casa per scelta, senza rendersi conto della gravità dell'intolleranza al glutine del bambino.

Ecco perché è importante insegnare ai nostri bambini allergici come comunicare in modo efficace se hanno un'allergia e farlo in modo che gli adulti li sentano e li prendano sul serio.

Per aiutare i genitori a navigare nelle acque agitate della crescita dei bambini con allergie, Scary Mommy ha intervistato la dottoressa S. Amna Husain, MD, Pediatra certificata FAAP Board di Marlboro, NJ, che offre alcuni suggerimenti utili. La dottoressa Husain conosce in prima persona lo stress che i genitori allergici devono sopportare, poiché non è solo una pediatra, ma anche la mamma di un bambino con allergia alle noci.

Mia figlia è allergica alle noci e ha tre anni e mezzo, spiega il dottor Husain. Sta iniziando la scuola e abbiamo lavorato per insegnarle le sue allergie negli ultimi due mesi prima dell'inizio della scuola. Non abbiamo avuto situazioni spaventose a scuola, ma ci siamo decisamente preoccupati durante le grandi riunioni e le funzioni familiari che qualcuno le avrebbe dato da mangiare qualcosa che non sarebbe stato sicuro per lei da mangiare!

E, aggiunge il dottor Husain, c'è sicuramente molta ansia nell'essere una mamma allergica al cibo che non ti rendi conto finché non lo diventi.

Quest'ultima parte è così vera. Prima di diventare una mamma allergica, devo ammettere che probabilmente ho alzato gli occhi al cielo per alcune delle cose che sentivo dai genitori che percepivo come eccessivamente drammatiche. Piace, quale bambino non poteva avere il latte?! Come può un bambino essere allergico alle fragole?! E se mangiassero un po' di glutine. Qual è il problema?

Adesso lo so. E mi scuso con ogni genitore drammatico che abbia mai giudicato, dato che ora lo sono anch'io, sottolineando costantemente che mio figlio mangerà qualcosa che non può avere in sicurezza. Come spiega il dottor Husain, non capisci l'ansia di questo mondo finché non ci vivi. Fino a quando non lascerai la tua piccola persona dove sarà affidata alle cure di qualcun altro e ci vorrà tutta la tua forza per scacciare mentre dici a te stesso più e più volte che starà bene. O fino a quando non hai dovuto esercitarti con loro ancora e ancora, e sigillarlo nella memoria meccanica nei loro cervelli ancora in via di sviluppo, usando parole che capiscono con il loro vocabolario limitato... Non posso mangiare le noci... Sono allergico al latte... C'è del glutine?

Fino a quando non hai sopportato notti insonni di preoccupazioni e hai speso soldi che non hai visto da specialisti, e ti sei unito a gruppi di supporto per genitori allergici e hai compilato un modulo dopo l'altro elencando le allergie di tuo figlio e guardato video su come usare un epipen sul tuo figliolo, non conosci la realtà che i genitori allergici attraversano. E potresti, come facevo io, giudicarli ingiustamente o pensare che siano troppo drammatici, quando in realtà stanno solo cercando, come qualsiasi altro genitore, di assicurarsi che i loro figli stiano bene.

Un altro argomento, oltre alla semplice empatia con altri genitori allergici, di cui abbiamo discusso con il dottor Husain sono stati i consigli per i genitori mentre preparano i loro figli per uscire in sicurezza nel mondo.

Come pediatra e mamma allergica agli alimenti, mi rendo conto di quanto sia importante educare mia figlia in modo che possa comunicare chiaramente la sua allergia agli insegnanti e al personale di supporto intorno a lei quando inizia la scuola, dice il dottor Husain. Per i bambini piccoli, è molto importante introdurre pochi concetti alla volta. Puoi usare frasi semplici come 'Questo cibo può farti ammalare' o usare parole come 'cibo sicuro' contro 'cibo non sicuro'.

Inoltre, il dottor Husain riconosce che molti genitori non portano l'allergene nelle loro case come misura precauzionale, quindi come possiamo insegnare ai nostri bambini che aspetto ha il cibo non sicuro?

Puoi mostrare a tuo figlio le foto del cibo in libri, riviste o il mio preferito: un viaggio al supermercato, consiglia.

Aleksej Sarifulin/Getty

Inoltre, lascia che ti aiutino a scegliere gli alimenti al negozio o al ristorante. Insegna loro quali simboli cercare o, non appena riescono a leggere, le parole da identificare sulla confezione: noci, soia, uova, ecc.

E, il dottor Husain dice che un altro consiglio è insegnare a tuo figlio a mangiare solo cibi dati loro da genitori o altri adulti fidati, come una tata, una baby sitter o un insegnante, sottolineando che i bambini devono essere raccontati più e più volte per garantire capiscono veramente. Questo è un concetto che di solito consiglio di visitare più di una o due volte, aggiunge il dottor Husain.

Ciò significa che se fanno un nuovo amico nel parco giochi e quell'amico si offre di condividere uno spuntino, non possono dire di sì. E che noi, come genitori, potremmo dover rivedere queste regole con loro molte volte poiché i bambini dimenticano facilmente le cose.

Inoltre, il dottor Husain raccomanda ai genitori di astenersi dall'usare parole come 'schifoso' o 'disgustoso' quando etichettano gli alimenti per allergie alimentari, perché un altro adulto potrebbe semplicemente pensare che a tuo figlio non piaccia il cibo se usa questi termini. Invece, prova a usare parole e terminologia appropriate e a rivisitare frequentemente questo concetto. Il tempo e l'istruzione aiuteranno tuo figlio ad assumersi maggiori responsabilità per la sua sicurezza, dice il dottor Husain a Scary Mommy.

Inoltre, è imperativo insegnare ai nostri bambini allergici quali sintomi potrebbero significare una reazione allergica. Per mio figlio, parliamo di quanto sia importante che dica a un adulto se la sua bocca si sente mai strana, se sente prurito o se non riesce a respirare bene.

ragazze in costume da bagno intero

Altri sintomi potrebbero includere la lingua di un bambino che si sente calda, le labbra tese o il sapore del cibo piccante, spiega un articolo su Salute dei bambini .

Un altro elemento chiave per fare da genitore a un bambino con allergie è mantenere la calma, dice Specialisti di asma e allergie , da Charlotte, NC. So che è più facile a dirsi che a farsi, dicono i medici, ma cerca di non farti prendere dal panico per l'allergia alimentare di tuo figlio di fronte a loro. Rispecchieranno la tua risposta. Se sembri ansioso, anche loro diventeranno ansiosi. È importante che sappiano che la loro condizione è grave, ma devono anche sapere che non c'è bisogno di preoccuparsi perché ci sono piani in atto per aiutarli.

E questo è un buon promemoria anche per chiunque si prenda cura di un bambino piccolo, che tutti abbiamo bisogno di ascoltare i bambini quando ci dicono che non possono avere un certo cibo. Non possiamo presumere che siano semplicemente schizzinosi, ma piuttosto, dobbiamo sentire che stanno vocalizzando ciò di cui hanno bisogno per stare al sicuro.

Infine, il Dr. Husain ribadisce una forte raccomandazione che i pediatri stanno dicendo su tutta la linea in questi giorni. E quel suggerimento è questo: nessuno vuole che i propri figli abbiano allergie, specialmente quelle pericolose per la vita. Il modo migliore per combattere il tuo bambino che sviluppa un'allergia alimentare è introdurlo a tutti i tipi di alimenti, in particolare agli allergeni comuni come noci, uova, pesce, ecc., molto presto.

Con un'esposizione precoce e costante, sappiamo che possiamo ridurre il rischio che il nostro piccolo sviluppi potenzialmente un'allergia alimentare, afferma il pediatra esperto e la mamma allergica.

Ovviamente, i genitori probabilmente comunicheranno anche a tutti i caregiver - insegnanti, babysitter, assistenti diurni, babysitter, tate, consulenti del campo, nonni, vicini di casa, ecc. - a cosa è esattamente allergico il loro bambino. Ma non possiamo solo fare affidamento su questo, soprattutto quando invecchiano e sono sempre più lontani da noi.

È fondamentale per il benessere dei nostri figli insegnare loro come difendersi da soli, come comunicare in modo efficace e come usare le parole giuste per dire ciò che possono e non possono avere in sicurezza.

Vivere una vita con le allergie non è l'ideale, e non è qualcosa che qualcuno chiede, ma per molti dei nostri piccoli è solo una dura realtà con cui devono convivere. È nostro compito, quindi, dotarli degli strumenti adeguati per essere al sicuro e vivere una vita felice, sana e normale.