I videogiochi mi hanno aiutato a guarire dal disturbo da stress post-traumatico — Sì, davvero

Salute Mentale
Video-Games-Helped-Me-Heal-from-PTSD

fizkes/Shutterstock

NFT

Hai sentito le storie. Hai letto i titoli. I videogiochi rendono le persone violente. Aggressivo. Il gioco è una perdita di tempo. E per la stragrande maggioranza della mia vita, sarei stato d'accordo con te, non con il primo, che è stato smentito, ma con il secondo. Halo, dopotutto, è uno stupido gioco di tiro. Fortnite è faceto. Frivolo. È inutile, in tutto e per tutto. Ma dopo aver subito una serie di traumi tra la fine del 2019 e l'inizio del 2020, ho un ritrovato apprezzamento per loro. I videogiochi, in molti modi, mi hanno salvato la vita.

Ovviamente, non ero (e non sono) nuovo ai giochi. Ho ricevuto la mia prima console all'asilo: un bambino squadrato noto come Nintendo. Ho giocato a Super Mario Bros. e Duck Hunt per ore e ore. Fino a quando le mie mani non mi fanno male. Fino a quando i miei pollici si sono incalliti e gli occhi bruciati. Mi sono dedicato ai giochi di puzzle durante l'adolescenza e l'adolescenza. Tetris era (ed è tuttora) la mia marmellata. E avevo anche altri giochi. Pokemon. La terra dei sogni di Kirby. Mario Kart e Sonic il dannato riccio. Ma crescendo, sono invecchiato e ho abbandonato questo stile di vita. Metto giù il controller e via i giochi. E mentre i motivi sono numerosi — il lavoro e la scuola sono diventati una priorità; la mia attenzione si è spostata da Tetris alle tesine: il perché non ha importanza. Non proprio. Ciò che conta è il qui e ora. Ciò che conta è oggi. E oggi sono un giocatore di 37 anni, uno che usa i videogiochi per far fronte al disturbo da stress post-traumatico.



[PTSD o] disturbo da stress post traumatico è un disturbo psichiatrico che può verificarsi in persone che hanno vissuto o assistito a un evento traumatico come un disastro naturale, un incidente grave, un atto terroristico, guerra/combattimento o stupro o che sono state minacciate con morte, violenza sessuale o lesioni gravi, un articolo del Associazione Psichiatrica Americana spiega. Le persone con PTSD hanno pensieri e sentimenti intensi e inquietanti legati alla loro esperienza che durano molto tempo dopo la fine dell'evento traumatico. Possono rivivere l'evento attraverso flashback o incubi; possono provare tristezza, paura o rabbia; e possono sentirsi distaccati o estraniati dalle altre persone. E questo è stato il mio caso. Ho sperimentato sintomi gravi e complessi dopo la morte di mia madre. Dopo averla trovata, a faccia in giù e aggrappata alla coscienza, in un mucchio di bile e sangue.

NFT

Il mio sonno è stato subito interrotto. Ho sperimentato incubi e terrori e ho avuto un'insonnia estrema. Ero paralizzato, vittima di circostanze e conseguenze – e di un passato violento. La mia regolazione emotiva era inesistente. Vacillavo tra sentimenti di rabbia e apatia. Tristezza, vergogna e paura. E non riuscivo a concentrarmi. Essere presenti era (dannatamente vicino) impossibile.

Ho avuto frequenti idee suicidarie, il che significa che ho sperimentato regolarmente pensieri suicidi. Ho pensato di togliermi la vita in numerose occasioni. Avevo sia i mezzi che un piano. E vivere era una lotta. Stare fermi e giocare con i miei figli è stato difficile. Ma quando mio marito ha acquistato Animal Crossing per me e la famiglia nella primavera del 2020, le cose sono cambiate. Il mio umore è cambiato. La ragione? Isabelle e gli abitanti di Asokatowno (la mia isola) mi hanno distratto dal dolore e dal mio passato. Questi personaggi colorati e antropomorfi mi hanno messo a terra, mantenendomi concentrato e presente, e Tom Nook era un'ancora. Animal Crossing era (e rimane) il mio spazio sicuro. Mi ha anche motivato a fare qualcosa, qualsiasi cosa, di cui avevo un disperato bisogno. Durante il gioco, ho avuto il desiderio di andare avanti. Provare.

La mia esperienza non è unica. Un 2019 studia ha scoperto che i videogiochi possono aiutare i veterani a superare i problemi di salute mentale, come il disturbo da abuso di sostanze e il disturbo da stress post-traumatico. Un simile studia ha trovato una correlazione tra i giochi di puzzle, come Tetris, e il lavoro sui traumi. Giocare al primo ha il potenziale per ridurre la quantità di pensieri intrusivi esperienze dopo un evento traumatico , in particolare quando detti giochi vengono giocati entro 24 ore. E un altro 2019 studia scoperto che Tetris può alleviare i flashback associati al disturbo da stress post-traumatico.

Tetris potrebbe aiutare le persone con disturbo da stress post-traumatico (PTSD) ad alleviare i ricordi visivi ricorrenti involontariamente di esperienze traumatiche, afferma lo studio. Potrebbe essere usato come strumento di trattamento per chi soffre di disturbo da stress post-traumatico. In breve, la mia esperienza non è solo circostanziale. È basato sulla scienza.

Detto questo, Animal Crossing - e altri videogiochi - non sono il mio unico sfogo. Vedo un terapeuta ogni settimana e parliamo sia del presente che del mio passato. Con il suo aiuto, sto facendo un serio lavoro sui traumi. Vedo il mio psichiatra un paio di volte al mese, per fare il check-in. Per controllare i miei stati d'animo e le mie medicine. E ho diversi amici e familiari a cui posso rivolgermi per ascoltare. Per un abbraccio. Per supporto. Ma se non fosse stato per il rilascio tempestivo di Animal Crossing (e il mio ritorno ai videogiochi) non so se sarei sopravvissuto all'ultimo anno oa poche stagioni. Non so se ce l'avrei fatta a superare la lunga e dolorosa estate del 2020.

scherzi divertenti per il tuo migliore amico

Condividi Con I Tuoi Amici: