celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Due bambini sono stati portati via dai loro amorevoli genitori: ecco la loro storia

Bambini

Maskot/Getty

Non conosco un genitore single che non apprezzi e non veda la necessità di programmi, istituzioni e risorse che proteggano i bambini. Apprezziamo i nostri medici e infermieri che piombano qui quando i nostri figli sono malati e feriti. Apprezziamo i nostri insegnanti che, soprattutto quest'anno, hanno una tinozza senza fondo di pazienza e impegno per l'apprendimento che è puramente fonte di ispirazione. Apprezziamo i nostri primi soccorritori, sapendo che possiamo chiamarli in caso di emergenza e appariranno, pronti a somministrare CPR, bende o trasporto all'ospedale più vicino se i nostri figli ne avessero bisogno.

Un'altra preziosa organizzazione che noi, come genitori, sosteniamo sono i servizi di protezione dell'infanzia. Abbiamo tutti sentito le storie dell'orrore di bambini maltrattati e trascurati e ci chiediamo come nessuno sia intervenuto per aiutare. I nostri cuori si spezzano quando sentiamo parlare del dolore e della sofferenza che i bambini innocenti sopportano, rendendoci grati quando gli assistenti sociali come quelli di CPS identificano gli abusi e assicurano che quei bambini siano curati e collocati in ambienti sicuri e amorevoli.



Secondo il Dipartimento della famiglia e dei servizi di protezione del Texas , Child Protective Investigations (CPI) ha le seguenti responsabilità:

  • Indagine sulle accuse di abuso e abbandono di minori.
  • Collaborare con le forze dell'ordine nelle indagini congiunte.
  • Affidamento di bambini che non sono al sicuro.
  • Indirizzare i bambini a risorse comunitarie che promuovono la loro sicurezza e il loro benessere.
  • Assistenza nella lotta alla tratta di esseri umani.

E per tutti questi ruoli e compiti strazianti, siamo grati.

Per gentile concessione di Melissa e Dillon Bright

Inoltre, quando sorgono accuse di abuso, gli investigatori devono decidere tra due scelte, DFPS spiega:

1. L'investigatore conclude che i bambini sono sicuro perché (a) non viene scoperto alcun abuso o negligenza e non vengono identificate minacce alla sicurezza nell'attuale indagine o (b) la famiglia appare disposta e in grado, utilizzando le risorse familiari e comunitarie, di affrontare qualsiasi minaccia alla sicurezza e fattori di rischio nella propria vita per garantire la sicurezza del bambino o dei bambini per il prossimo futuro. Se l'investigatore conclude che i bambini non sono a rischio, il caso può essere chiuso.

i migliori libri touch and feel per bambini

2. L'investigatore conclude che i bambini sono pericoloso se (a) lo sperimentatore riscontra significative minacce alla sicurezza e fattori di rischio, e (b) la famiglia sembra incapace o non disposta a utilizzare le risorse familiari e comunitarie per affrontare i fattori di rischio per garantire la sicurezza del bambino o dei bambini per il prossimo futuro.

Per gentile concessione di Melissa e Dillon Bright

Tuttavia, come qualsiasi altro programma o istituzione, CPS non è privo di difetti. Come molti programmi che servono i più vulnerabili tra noi, CPS è spesso sottofinanziato, con personale insufficiente, sottoformato e sopraffatto, il che significa che gli operatori del caso non possono svolgere correttamente il proprio lavoro. E quando un sistema vitale come il CPS si guasta, purtroppo, sono i bambini a soffrire di più.

Perché non è solo quando CPS non riesce a salvare un bambino che abbiamo i difetti di questo sistema. È anche quando le direttive dall'alto inducono gli assistenti sociali a compensare eccessivamente e a identificare segni di abuso che forse non ci sono affatto che causano anche danni permanenti e traumi.

Ecco cosa è successo Melissa e Dillon Bright —genitori amorevoli e laboriosi di un bambino e di un bambino, il cui mondo intero è andato in frantumi un fatidico giorno dopo aver giocato fuori nel loro cortile.

Come SAHM che ha avuto tre bambini in cinque anni, posso relazionarmi molto con la vita di Melissa Bright. Entrambi abbiamo rinunciato alle nostre carriere (o almeno le abbiamo sospese) per stare a casa e crescere i nostri bambini mentre i nostri mariti lavoravano per lunghe ore per sostenere le nostre famiglie. Conosciamo entrambi fin troppo bene la routine quotidiana di accudire un bambino bisognoso di due anni e allo stesso tempo fragile che allatta al seno. La sensazione di rimanere senza braccia, senza pazienza e senza energia. La costante sensazione che non sia mai abbastanza, non importa quanto tu dia, e anche se fai del tuo meglio ogni singolo giorno, quella paura che le cose possano andare terribilmente storte. Che un giorno, per una serie di ragioni, potresti svegliarti e trovare le braccia vuote. La tua casa vuota. E i tuoi figli se ne sono andati.

quando un genitore muore di cancro

Per gentile concessione di Melissa e Dillon Bright

Questa è la terrificante realtà che Melissa e Dillon hanno sopportato per diversi mesi nell'estate del 2018. Un giorno erano una felice, anche se probabilmente esausta, famiglia di quattro persone. Poi all'improvviso i loro figli sono stati strappati loro e non sapevano se e quando li avrebbero riavuti indietro.

Era una calda giornata di luglio a Tomball, in Texas, quindi Melissa ha portato i suoi due bambini, Charlotte di due anni e Mason di cinque mesi, fuori in modo che potessero rinfrescarsi con un po' di giochi d'acqua. Una volta arrivato il momento di rientrare, Melissa ha deciso di togliere ai bambini i loro costumi da bagno bagnati fuori in modo da non bagnare il tappeto in casa. Mentre spogliava Charlotte, aveva bisogno di mettere giù Mason. Dal momento che il terreno era troppo caldo e non stava ancora gattonando, pensò che fosse sicuro metterlo brevemente sul sedile di una sedia da giardino.

Quella scelta, sfortunatamente, probabilmente perseguiterà Melissa Bright per il resto della sua vita.

Solo un momento dopo, la giovane mamma ha sentito un suono orribile, un urlo da far gelare il sangue, dal suo piccolo figlio. E quando ha girato la testa, lui non era più sulla sedia. Era steso a terra, nel vialetto. E capì subito che Mason non stava bene.

Per gentile concessione di Melissa e Dillon Bright

Da quel momento in poi, Melissa ha fatto tutto quello che avrebbe fatto qualsiasi altra mamma. Ha chiamato il 911. Ha chiamato suo marito. Ha tenuto il suo bambino tra le braccia, seguendo le indicazioni dei primi soccorritori. Ha parlato apertamente e onestamente ai medici e alle infermiere, dicendo loro la verità. Ha scelto di metterlo su quella sedia. Ha commesso un errore. Se ne è pentita. E voleva solo che Mason stesse bene.

Tuttavia, ciò che Melissa e Dillon non si rendevano conto era che ogni ora passava, ogni volta che veniva eseguito ogni nuovo test, TAC e radiografia, il team medico che lavorava su Mason stava diventando sospettoso. Si è scoperto che Mason aveva più di una frattura del cranio e le sue ferite non corrispondevano, secondo almeno un medico, alla storia di Melissa. E quel sospetto ha portato Melissa, Dillon, Charlotte e Mason in un viaggio straziante e inaspettato di lotta come l'inferno per tenere unita la loro famiglia. Un viaggio che ha insegnato loro nuovi acronimi, come CAP (pediatri di abusi sui minori) e che tutta la tua vita può cambiare in un istante, dopo una cattiva decisione, e improvvisamente puoi passare da madre affettuosa a genitore violento agli occhi delle autorità.

Per gentile concessione di Melissa e Dillon Bright

Un viaggio che ora è documentato e condiviso tramite a podcast da NBC News e Wondery. Si intitola Non nuocere: uno sguardo approfondito alla lotta di due famiglie contro il sistema di assistenza all'infanzia.

Una di quelle famiglie sono i Bright.

Sarò onesto: come genitore, il podcast è difficile da ascoltare. Conoscerai Melissa e Dillon. Vedi la tua vita nella loro. Ti ricordi i giorni del bambino / bambino. O forse li stai ancora vivendo in questo momento. Senti l'orrore nella sua voce mentre il suo bambino che allatta, ancora in convalescenza da un trauma cranico, viene strappato dalle sue braccia. Senti i bambini che piangono. Senti l'agonia e la paura dei genitori mentre guardano gli estranei allontanarsi con i loro figli.

migliori città per single sopra i 50

Quel momento è stato il momento più difficile per me, Dillon dice , descrivendo come ha dovuto costringere Charlotte nel suo seggiolino contro la sua volontà mentre lei scalciava e urlava, sapendo che questa era l'auto di uno sconosciuto. Papà, non voglio andare. Voglio restare qui, gridò in risposta.

È stato il peggior incubo di ogni genitore realizzato.

È difficile spiegare quanto sia silenziosa una casa senza i tuoi figli dentro, Melissa dice nell'episodio 3 , la sua voce rotta. Era soffocante.

È tutto quello che puoi fare per evitare che le tue ginocchia cedano, Dillon aggiunge . Ma dice che l'unica cosa che lo ha tenuto in piedi era il bisogno di essere forte per Melissa.

Ti chiedi, come può essere? Come possono storie strazianti, come quello di Sherin Mathews succede, dove vengono fatte più segnalazioni sullo stesso bambino e non vengono salvate in tempo, eppure accade un errore in una casa stabile e amorevole e la famiglia è divisa?

Per gentile concessione di Melissa e Dillon Bright

Beh, è ​​stato proprio a causa delle conseguenze della storia di Sherin Mathews che Mason e Charlotte sono stati portati via da Melissa e Dillon. Anche se Melissa ha detto la verità. Anche se non c'erano altri segni di abuso o negligenza in nessuno dei due bambini oltre alle ferite alla testa che ha subito dalla sua caduta. Anche se Melissa e Dillon sono stati pienamente cooperativi e hanno mostrato fin dal primo minuto di questa emergenza che il benessere di Mason era la loro massima priorità.

Ma niente di tutto questo sembrava avere importanza. Dopo la tragica morte di Sherin Mathews, una bambina di tre anni di Richardson, Texas, che era stata visitata molte volte dal CPS, ma che purtroppo finì per morire per mano di suo padre, lo stato del Texas ha attuato misure estreme per garantire un altro bambino non è caduto attraverso le crepe come aveva fatto Sherin.

Come riporta il podcast , dopo la morte di Sherin, le cose sono cambiate al CPS. Rhonda Carson, assistente sociale del CPS del Texas, condivide che il capo del CPS ha sostanzialmente detto, non voglio mai più sentire che un medico ha detto a CPS che avevano bisogno di esaminare un caso e non è stato seguito e affrontato. E che il messaggio era chiaro: quello che è successo a Sherin Matthews non poteva essere ripetuto.

Rhonda ha proseguito affermando che in base alla nuova direttiva, se un lavoratore del CPS ha ricevuto una segnalazione da un solo medico che gli infortuni sono coerenti con abuso o negligenza, anche se altri medici non sono d'accordo, anche se altre prove contraddicono tale relazione, non non importa. Stai andando in tribunale. Game Over.

E pochi mesi dopo, dopo un errore innocente, Melissa Bright ha trovato se stessa e la sua famiglia vittime di questo nuovo livello di controllo al CPS. Una nuova serie di regole, dice Melissa, che ha danneggiato il figlio invece di proteggerlo.

Una nuova serie di direttive che teneva Mason, ancora in convalescenza da un trauma cerebrale, lontano da sua madre. Anche se i medici hanno detto che era imperativo che rimanesse calmo affinché le sue ferite e i punti di sutura guarissero e per prevenire l'accumulo di liquidi nel cervello. Anche se l'unica cosa che lo calmava era stare tra le braccia di sua madre, tuttavia il suo nuovo modo di vivere significava che urlava tutta la notte. Anche se le decisioni prese dal CPS non erano, in realtà, affatto migliori per lui. O per Charlotte.

Tuttavia, poiché è una madre e le madri vogliono che tutti i bambini stiano bene, Melissa ribadisce in tutto il podcast e durante la nostra intervista con lei che apprezza assolutamente la CPS, capendo che nessun bambino dovrebbe tornare in una casa abusiva e non sicura. Il tuo lavoro è duro, dice, immedesimandosi nel fatto che non può immaginare cosa devono vedere e affrontare nel loro lavoro. Tuttavia, essere strappati via dai loro genitori non era la cosa migliore per Mason e Charlotte e, come dice Melissa, il costo di questa diagnosi errata (di abuso) è Mason.

Perché ecco la verità. Nessuno di noi riuscirà a superare questo concerto sulle montagne russe chiamato genitorialità senza commettere errori. Ricordo di aver insegnato a nostro figlio a camminare e di averlo visto sbattere la faccia direttamente sul tavolino: sangue ovunque. Lo stesso ragazzo è andato a sbattere contro una statua, spaccandogli la testa. Più sangue. Ricordo che una volta pensava di aver imparato le scale e di averlo lasciato scendere un paio di gradini da solo. Mi sbagliavo. Non era pronto e crollò a testa in giù.

E quelle tre storie sono solo con il bambino n. 1. Abbiamo incasinato anche gli altri due, anche se stavamo facendo del nostro meglio, ogni singolo giorno. E, come qualsiasi altro genitore, mi sono punito orribilmente per quegli errori, proprio come ha fatto Melissa durante quelle prime ore in ospedale, prima che sapesse che il suo dolce bambino non solo aveva subito un grave trauma, ma anche che sarebbe stato portato via da lei.

Quegli errori sembrano la cosa peggiore di sempre, dice Dillon Mamma spaventosa . Ma poi scoprire che in realtà è peggio. Ora c'è un nuovo livello in cui vengo accusato di aver ferito intenzionalmente mio figlio e sto lottando per salvare la mia famiglia. Sembrava una vera storia dell'orrore.

Anche dopo questo incubo che alla fine ha rubato anni delle loro vite, i Bright sosterranno il CPS e saranno d'accordo sul fatto che c'è una chiara e presente necessità di un'organizzazione che si occupi dei bambini in pericolo. La sicurezza e il benessere dei bambini sono della massima importanza e, nonostante tutto, questi due genitori amorevoli lo sanno.

Tuttavia, dopo la dolorosa esperienza che hanno avuto, offrono qualche consiglio nel caso in cui qualsiasi altro genitore si trovasse in una situazione simile. Conosci i tuoi diritti, consiglia Melissa. Lei e Dillon ammettono che avrebbero voluto chiedere un parere legale prima. E registra tutto, aggiunge, spiegando che è stato solo perché lei e Dillon hanno registrato quella notte straziante quando il CPS e le forze dell'ordine sono venute alla loro porta con un ordine del tribunale per rimuovere i loro figli che avevano le prove concrete di cui avevano bisogno per dimostrare Il CPS non aveva seguito il protocollo legale.

E quando le è stato chiesto cosa vorrebbe dire a CPS, Melissa dice Mamma spaventosa che a causa di ciò che i lavoratori CPS vedono e fanno, spesso danno per scontato il peggio di ogni caso. Non dare per scontato che ogni caso sia la condizione peggiore, dice, aggiungendo che pensa che CPS spesso dimentichi che l'innocenza è un'opzione praticabile.

Perché, come spiega Melissa, difendere veramente un bambino significa considerare tutti gli scenari possibili, incluso il fatto che i genitori siano innocenti, che sia successo un incidente e che il bambino e i suoi fratelli sarebbero meglio accuditi rimanendo a casa.

E per Mason, che, a 5-6 mesi, aveva bisogno del conforto di sua madre per assicurarsi che il suo intervento chirurgico guarisse e che il liquido non si accumulasse nel suo cervello, stare a casa era di gran lunga l'opzione migliore. Come è stato anche per Charlotte.

I lavoratori del CPS sono vitali e nessuno, nemmeno i Bright, lo nega. Ma, come ogni organizzazione, i servizi di protezione dell'infanzia hanno difetti e necessitano di miglioramenti in modo da poter indirizzare maggiori sforzi verso i bambini in via di estinzione come Sherin e prendere decisioni migliori per famiglie come i Bright. Gli operatori del caso sono sopraffatti e spesso hanno bisogno di una formazione migliore. E direttive enormi e generali come quella che ha seguito la tragedia di Sherin Mathews possono spesso fare più male che bene. Proteggere i bambini è l'obiettivo finale di tutti, quindi miglioriamo il sistema in modo che i bambini siano veramente protetti.

cose da fare per i bambini a napa

Per ascoltare la storia completa della famiglia Bright, puoi scarica il loro podcast qui .