True Crime: perché Melissa Doss aveva bisogno di tanto aiuto quanto i bambini a lei affidati

Vero Crimine
L

Ufficio dello sceriffo della contea di Brevard

Sabato scorso, a circa 10 minuti di auto lungo la strada da dove vivo, le forze dell'ordine hanno risposto a una chiamata 9-1-1 in un tranquillo quartiere della classe media. Qualcuno aveva riferito che una ragazza aveva scavalcato il loro recinto ed era entrata nel loro patio protetto. Il bambino era non verbale. Le autorità avrebbero poi appreso che è autistica.

Gli agenti che hanno risposto sono stati in grado di apprendere dalla bambina che viveva nella porta accanto. Quando hanno bussato, una donna ha parlato dall'altro lato della porta ma non l'ha aperta. Dopo un po' di tempo, gli agenti hanno visto la donna scavalcare la recinzione del cortile e fai il giro della casa per incontrarli sulla porta d'ingresso.



Ha detto loro che aveva dormito e non si era resa conto che il bambino era scappato di casa. Quando gli agenti hanno chiesto se potevano controllare all'interno della casa i rischi ambientali, lei negato loro l'ingresso .

Nel corso della giornata, la polizia è stata nuovamente chiamata nella stessa residenza. Il bambino era fuggito ancora una volta a casa del vicino. Gli agenti hanno parlato ancora una volta con la badante del bambino e gli è stato nuovamente negato l'ingresso in casa. Secondo Notizie Wesh2 , la polizia ha detto che questa volta la donna ha detto loro che era alla fine della sua corda. Che se dovessero vedere all'interno della casa, chiamerebbero DCF.

Il giorno seguente, un investigatore del Dipartimento per l'infanzia e la famiglia della Florida si è effettivamente presentato a casa. Entrando in casa attraverso la porta sul retro, ciò che l'investigatore ha trovato all'interno è stato orribile e tragico.

Inabitabile

Secondo registri della polizia , l'odore immediato di feci e urina era fortemente presente. I rifiuti hanno sparso il pavimento al punto che il il pavimento non era più visibile . Non c'erano bagni funzionanti, niente acqua corrente. La donna, Melissa Doss, 43 anni, ha detto agli agenti che stavano usando un secchio e che avrebbero gettato i rifiuti nel cortile sul retro. C'erano insetti di tutti i tipi ovunque, compresi ragni e mosche. La muffa ha permeato l'intera casa. Parti del tetto erano crollate o crollate. Non c'era accesso al cibo dentro casa.

La cosa più inquietante e straziante di tutte, gli agenti hanno scoperto nella camera da letto della donna, accanto al suo letto, una grande gabbia fatta in casa. Fatta di legno e un filo metallico simile a un pollo, la gabbia era alta, quasi fino al soffitto, e con spazio sufficiente per ospitare un letto singolo. Dentro la gabbia c'erano una coperta e un cuscino. Gli investigatori hanno detto che Doss ha detto loro di aver usato la gabbia per rinchiudere il bambino durante la notte per tenerla dentro casa. Che ogni mattina la bambina urlava finché Doss non la lasciava uscire. Doss ha detto che a causa del grave autismo della ragazza, rinchiuderla nella gabbia di notte era il suo tentativo di impedire alla ragazza di scappare di casa - che era cercando di tenerla al sicuro .

C'era almeno un altro bambino in casa oltre alla ragazza che ha scavalcato la recinzione, forse altri due. I rapporti variano, ma almeno un altro bambino ha condiviso il letto accanto alla gabbia con Doss.

I funzionari hanno preso i bambini in custodia e arrestato Doss. Il lunedì successivo alla scoperta delle condizioni della casa, Doss è comparso davanti a un giudice ed è stato accusato di tre reati di negligenza di minori senza lesioni personali e abusi sui minori aggravati come aggressione aggravata. Secondo i registri della contea, l'obbligazione è stata fissata a $ 22.500 .

Come è successo?

Questa storia mi fa male scrivere. Questa serie si chiama vero crimine, ma questo crimine non sembra come gli altri che copro: omicidi insensati commessi da psicopatici assetati di sangue. Questo è solo triste. Una parte di me vuole condannare questa donna per aver ferito questi bambini in questo modo incomprensibile, specialmente un bambino che è autistico e ha bisogno e merita il miglior amore e cura che possiamo offrire. Ma un'altra parte di me vuole anche sapere con cosa stava lottando questa donna che l'ha portata a un percorso in cui fondamentalmente ha semplicemente ... rinunciato. Perché non ha chiesto aiuto? Sapeva che avrebbe potuto?

In una casa fatiscente senza acqua corrente (e presumo senza elettricità visti gli altri dettagli, il che significa che all'interno della casa c'erano probabilmente almeno 85 gradi), durante una pandemia e un'estate soffocante in Florida senza servizi forniti dalla scuola per aiutare lei gestisce un bambino che ha sicuramente bisogno di cure devote 24 ore su 24... Melissa Doss soffriva di malattie mentali? Dipendenza? I rapporti della polizia non hanno indicato alcun segno di uso di droghe in casa. Per quanto tempo lei e questi ragazzi hanno vissuto così? Cosa l'ha portata a raggiungere questo punto?

Non sto suggerendo di scusare il comportamento di questa donna, non importa quale sia la causa, per niente. I bambini devono essere al primo posto in questa situazione. Ma come genitore di due bambini relativamente facili e con molti sistemi di supporto in atto, io stesso mi sono sentito occasionalmente alla fine della mia corda. Non posso fare a meno di chiedermi come deve essere essere un unico badante di due o tre bambini, uno dei quali è autistico e non verbale che apparentemente ha una propensione a scappare di casa di notte. Se una persona sente di non avere le risorse per aiutarsi da sola, se la sua casa si sta sgretolando intorno a lui e non ha i soldi per aggiustarlo, se ha a che fare con una miriade di altre variabili che peggiorano i problemi esistenti... quanto tempo impiegherebbe una persona a rinunciare completamente alla speranza?

Guardando le foto degli interni della casa di Melissa Doss, è impossibile non concludere che ci fosse una sorta di malattia mentale in gioco. Nessuno che vive in quel tipo di sporcizia può essere mentalmente sano.

Forse era semplicemente una persona orribile che abusava o trascurava i bambini a lei affidati (i rapporti non erano chiari sul fatto che i bambini fossero suoi). Ma forse Melissa Doss era davvero una persona alla fine della sua corda che credeva che non ci fosse nessuno che potesse, o volesse, aiutarla.

È un crimine trascurare i bambini, come dovrebbe essere. Questi bambini devono essere messi al primo posto: devono essere amati e accuditi. Mi fa male fisicamente pensare a un bambino rinchiuso in una gabbia letterale, specialmente quando quel bambino non ha la capacità di esprimere verbalmente i suoi bisogni. È orribile.

Ma spero anche che la polizia e gli assistenti sociali che si sono presentati per prendere quei bambini si avvicinino a Melissa Doss da un luogo in cui cercano di aiutarla e guarirla, poiché chiaramente anche lei stava lottando.

posso farmi un tatuaggio durante l'allattamento?