celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Questi creatori di app per donne asiatiche americane stanno cambiando il volto di STEM

Questioni Sociali
Creatori di app per donne asiatiche-americane

Per gentile concessione di Annie Vang, Akshaya Dinesh e Abinaya Dinesh

Alla luce Giornata Nazionale STEM/VAPORE (8 novembre) - una giornata dedicata a incoraggiare ed educare i bambini nei campi della scienza, della tecnologia, dell'ingegneria, dell'arte e della matematica - vorremmo mettere in luce alcune straordinarie fondatrici STEM asiatiche americane. Dopotutto, quando normalmente pensiamo ai creatori di app e alle persone, non immaginiamo una donna asiatica americana (o chiunque non sia un ragazzo bianco o asiatico) – e questo è davvero un grosso problema.

Ecco perché la rappresentazione è così importante, specialmente in giorni speciali come il National STEM/STEAM Day. I bambini, indipendentemente dal sesso, hanno bisogno di vedere esempi di persone diverse in STEAM. Che si tratti di ampliare la nostra comprensione di chi può fare cosa, o di aiutare un bambino di minoranza sottorappresentato a vedere se stesso nel futuro, dobbiamo mettere in luce i leader STEM al di fuori della narrativa dominante.



Per celebrare alcune delle innovatrici che aprono la strada alle donne nella tecnologia, ecco tre fantastiche donne asiatiche americane (una mamma formidabile e due sorelle) che possono incoraggiare e ispirare noi, così come i nostri figli.

Per gentile concessione di Annie Vang

cose da fare ad un appuntamento quando piove

Annie Vang

Annie Vang è una figlia di immigrati Hmong e la creatrice di Frasi Hmong (ti insegna semplici frasi Hmong) e Yumaholic (ricettario di ricette Hmong che ha presentato su di lei Canale Youtube ). Vang ha detto a Scary Mommy che da bambina aveva confidato a un'insegnante di informatica che voleva davvero creare programmi per computer. Ma invece di incoraggiare Vang, il suo insegnante le disse: Beh, non sei un ragazzo - e non sei un genio - quindi non avresti successo in questo.

Vang è stato schiacciato.

Eppure, dopo quelli che Vang ha descritto come anni di vicoli ciechi, ora è una sviluppatrice di app per una compagnia di assicurazioni (il loro primo sviluppatore di app mobili) ed è una creatrice di app indipendente e una YouTuber di successo dalla parte.

Ho dovuto combattere molto duramente. Ancora oggi, mi sento come se fossi costantemente in lotta per il mio posto al tavolo per far sentire la mia voce, ha detto. Sono pronto perché lo sto facendo per provvedere a mio figlio e non ho mai guardato indietro.

Per Vang, ciò significava che ogni volta che il suo lavoro voleva affidare la creazione di un'app a un fornitore, diceva, posso costruirla per te, dammi solo due settimane. Ed è quello che ha fatto. Vang ha creato la prima applicazione aziendale della sua azienda in due settimane e mezzo come prova del concetto e ora vengono da lei prima con qualsiasi richiesta di app.

Ovviamente, ha avuto l'esperienza di creare la sua app HmongPhrases. Dieci anni fa, Vang voleva preservare la lingua Hmong - che è una lingua orale e difficile da imparare semplicemente leggendo un libro - e si rese conto che non esisteva un'app per Hmong. E così, ce l'ha fatta.

Vang ha imparato prendendo lezioni, unendosi alle comunità di programmazione su Stack Overflow, leggendo costantemente nuovi libri di programmazione e facendo parte di Apple Campo Imprenditore — dove Apple supporta gli imprenditori delle comunità sottorappresentate. Grazie alla consulenza individuale e ai consigli commerciali che ha ricevuto, Vang ha rinnovato HmongPhrases per aggiungere più funzionalità e funzionalità.

Entrando in esso, ho pensato: 'Oh, la mia app è davvero piccola - è un pubblico davvero piccolo', ha condiviso Vang. Ma dopo aver ascoltato le storie di altre donne sviluppatori, ho pensato: 'La mia app sta facendo la differenza'.

Per gentile concessione di Akshaya Dinesh

Akshaya Dinesh

Akshaya Dinesh è la 21enne fondatrice indiana americana di Scala , una piattaforma/app online che ha creato durante la pandemia per gli studenti universitari e gli ex alunni per creare comunità di supporto e risorse condivise. La sua speranza per l'app era quella di fornire uno spazio in cui gli studenti potessero trovare modelli di ruolo e porre domande a persone che avevano dai 5 ai 10 anni avanti nella loro carriera.

Akshaya inizialmente trovava la programmazione molto frustrante e non riusciva a capire perché fosse utile o di grande impatto. Tutto è cambiato l'anno successivo quando ha scoperto il mondo degli hackathon in prima media e ne ha frequentato uno da sola. Ha stretto un legame con il suo team di sole ragazze costruendo un sito Web da zero in 24 ore, rimanendo alzata fino a tardi per legare e presentando e dimostrando il loro prodotto. Akshaya è diventata ossessionata e ha poi partecipato a oltre 45 hackathon dove ha imparato a costruire app iOS, siti Web, prodotti di realtà virtuale (VR) e realtà aumentata (AR) e progetti hardware.

Ma nonostante abbia costruito tutti questi prodotti, Akshaya non ne voleva nessuno. Ho imparato l'abilità di come costruire le cose, ha detto, e ora voglio davvero vederne l'impatto.

Non è stato fino a quando Akshaya ha partecipato all'Apple 2018 Conferenza mondiale degli sviluppatori (WWDC) che è stata finalmente ispirata a lanciare alcuni dei prodotti che stava costruendo nel mondo reale. Non solo era circondata da incredibili giovani imprenditori che creavano i propri prodotti, ma li ha anche visti lanciare le app e ottenere migliaia di download.

È stata quella scintilla di imprenditorialità del WWDC che ha spinto Akshaya a creare la sua app dopo che è stata mandata a casa il suo secondo anno a Stanford a causa del COVID. Si è resa conto che così tanti suoi coetanei avevano avuto difficoltà nella loro carriera perché la pandemia aveva causato loro la perdita del lavoro o la cancellazione dei loro tirocini. E così è nata Ladder.

Abbiamo iniziato come un servizio di abbinamento di tutoraggio che era letteralmente solo un paio di sondaggi messi insieme, ha affermato Akshaya. Quindi abbiamo lanciato una newsletter che è diventata virale e alla fine abbiamo continuato a iterare e abbiamo finito per costruire una piattaforma più ampia per aiutare la prossima generazione a crescere davvero nelle proprie carriere.

Per gentile concessione di Abinaya Dinesh

Abinaya Dinesh

Abinaya Dinesh, la sorella minore di 16 anni di Akshaya, è anche una creatrice di app a pieno titolo. Nominata una delle 350 vincitrici della borsa di studio Swift Student Challenge, Abinaya ha partecipato al WWDC 2021 con la prima iterazione della sua app Gastro at Home (di prossima uscita).

Abinaya ha scoperto guardando sua sorella maggiore che la codifica era un mezzo per risolvere un problema del mondo reale e quando le è stato diagnosticato un disturbo del pavimento pelvico all'inizio della pandemia, il suo medico non l'ha informata su come migliorare. È stata questa esperienza di non avere abbastanza accesso a trattamenti o risorse formali - o ovunque per iniziare la ricerca - che ha motivato Abinaya a creare un'app per aiutare.

Più ho esaminato questo problema, mi sono reso conto che non è solo la pandemia che sta rimuovendo l'accesso a queste risorse, ha detto Abinaya a Scary Mommy, ma una miriade di altre cose come non avere l'assicurazione giusta, essere in un posto geograficamente [senza] molto di centri di risorse o trattamenti. Ha riconosciuto che problemi finanziari, problemi di tempo e problemi di lavoro impediscono alle persone di ottenere il giusto accesso all'assistenza medica.

Ho creato Gastro at Home per essere questo hub di risorse molto accessibile a chiunque abbia una malattia da gastroenterologo per capire le azioni e i passaggi che possono intraprendere direttamente da casa con tecnologie minime o altre applicazioni, ha spiegato Abinaya. In questo modo, le persone possono prendere il controllo della propria salute e capire dove andare dopo.

Sebbene gli interessi di Abinaya abbiano sempre influenzato la medicina, quando ha capito che la medicina e la tecnologia potevano intersecarsi - e avere un impatto positivo sulla vita delle persone - è allora che ha voluto perseguire questo spazio ancora di più. Anche se la pandemia ha esacerbato le lotte per non avere il giusto accesso a persone, mentori o risorse, grazie a organizzazioni come il WWDC, Centro nazionale per le donne e le tecnologie dell'informazione , e altre donne nei programmi STEM, Abinaya sentiva che era possibile per ragazze come lei colmare quella disconnessione.