celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Il sondaggio dice che quasi la metà dei bambini chatta con sconosciuti online

Tendenza
bambini-parlano-con-sconosciuti-online

Immagini dell'eroe/Getty

trivia night domande e risposte 2016

Una nuova ricerca ha svelato alcune informazioni sui modi in cui i bambini utilizzano Internet, ricordandoci quanto sia importante monitorare la loro attività online

Sappiamo tutti che Internet può essere un luogo potenzialmente spaventoso e malsano. Un recente sondaggio condotto da Centro per la sicurezza informatica e l'educazione potrebbe essere una ragione sufficiente per i genitori per migliorare il loro gioco di monitoraggio web. Il gruppo ha intervistato alunni di quarta e terza media, quindi bambini, non adolescenti, e ha scoperto che il 40% di loro aveva utilizzato il web per connettersi con uno sconosciuto online. Ovviamente, lo sconosciuto non implica necessariamente che stia chattando con un adulto, o addirittura con qualcuno di paura. Solo qualcuno che non conoscono nella vita reale, il che è sicuramente qualcosa di cui i genitori dovrebbero essere consapevoli.

Inoltre, oltre la metà ha rivelato di aver dato il proprio numero di telefono a uno sconosciuto, il 21 percento ha ammesso di aver parlato con uno sconosciuto al telefono e il 30 percento ha inviato messaggi a uno sconosciuto. Alcuni - il 15% - hanno persino tentato di vedere lo sconosciuto in carne ed ossa, con l'11% che si incontrava con uno sconosciuto a casa loro, la casa dello sconosciuto, un parco, un centro commerciale o un ristorante, e il 6% che gli dava il proprio indirizzo.



Ancora una volta, ribadiamo che alcune di queste comunicazioni sono forse innocenti e coinvolgono bambini che sono bambini e incontrano semplicemente coetanei online, tramite social media o giochi online. Ma ovviamente, quando si tratta di bambini che parlano con estranei online, c'è motivo di preoccupazione, soprattutto perché molti dei bambini hanno ammesso di aver infranto le regole stabilite dai loro genitori. Il 29% ha deciso di utilizzare Internet in modi che i suoi genitori non avrebbero approvato, mentre oltre il 20% ha affermato di guardare programmi per adulti e quasi un terzo ha mentito sulla propria età per accedere a siti Web per adulti.

Un altro motivo di preoccupazione è che, a quanto pare, anche i bambini sono sul web a tutte le ore della notte, con il 49% che afferma di essere online alle 23:00 o più tardi di una sera a scuola e il 33% online fino a mezzanotte. Ciò significa che è probabile che i bambini siano ancora online dopo che le luci sono state spente.

bevande che ti fanno subito la cacca
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Center for Cyber ​​Safety (@iamcybersafe)

Oltre a collegarli a persone potenzialmente pericolose, ci sono altri modi sfavorevoli in cui il web può avere un impatto sui bambini, come avere un impatto negativo sulla loro autostima o incoraggiarli a completare sfide totalmente assurde che comportano l'ingestione di oggetti domestici potenzialmente letali come Tide Pods. Quindi, uno dei nostri compiti come genitori è assicurarci che i nostri figli siano protetti dal lato oscuro del Web, il che include il monitoraggio non solo di ciò che stanno facendo quando accedono al Web, ma anche di quando lo fanno.

Ad esempio, prenditi il ​​tempo necessario per impostare il controllo genitori su siti Web come YouTube. Oppure, se sei davvero preoccupato, segui le orme di alcuni genitori che si iscrivono ad app progettate per avvisarli dei potenziali pericoli a cui potrebbero essere esposti i loro figli. Potresti sempre seguire la strada della vecchia scuola e semplicemente portargli via smartphone, tablet e laptop di notte, in modo simile al modo in cui i nostri genitori toglierebbero i nostri telefoni fissi.

Ma soprattutto, parla con i tuoi figli ed educali sui potenziali pericoli online. Dopotutto, è molto probabile che a un certo punto della loro giovane vita incontreranno uno sconosciuto online, ed è meglio prevenire che curare.