'Lo storno' non era offensivo per me come madre in lutto

Divertimento
LO STARLING: MELISSA MCCARTHY come LILLY. CR: Per gentile concessione di NETFLIX

NETFLIX

Avviso trigger: perdita di bambini

Come genitore in lutto, tendo a peccare dalla parte dello scetticismo riguardo ai film con una trama per la perdita di figli. E quando ho saputo del nuovo film di Netflix, lo storno, non faceva eccezione.

grandi nomi femminili

La commedia drammatica segue da vicino Lilly (Melissa McCarthy) e suo marito, Jack Maynard (Chris O'Dowd), un anno dopo la morte della loro figlia piccola, Katie. Non molto tempo dopo il film, scopriamo che Jack è stato ricoverato in una struttura psichiatrica a lungo termine in seguito a un tentativo di suicidio, lasciando Lilly a raccogliere il tempo libero nella loro casa di campagna e affrontare da sola la loro orribile perdita.

Il consigliere di Jack alla fine consiglia a Lilly di cercare aiuto e offre il nome e il numero del dottor Larry Fine, interpretato dal rude Kevin Kline. Ma quando Lilly prende un appuntamento, scopre goffamente che il dottor Larry ha spostato la sua professione dalle persone agli animali e ora è un amato veterinario nella piccola città. Quando viene sollecitata a rivelare di più sul suo passato, Lilly rivela che la causa della morte di Katie è stata la SIDS. Ma senza animali al seguito e un'ex psicologa che sembra chiusa ai pazienti umani, Lilly torna a casa.

Raggiunge un punto di svolta nel suo dolore mentre guarda il suo giardino color ruggine e l'erba alta fino alle ginocchia. Puoi vedere il momento in cui si rende conto che il resto del mondo è andato avanti e potrebbe essere sola in questo. Non si sarebbe mai aspettata che un uccello rompiscatole sarebbe stato lì a molestarla per ricordarle costantemente che non era l'unica a stabilirsi a casa.

La minaccia territoriale colpisce ripetutamente Lilly in testa mentre cerca di trovare conforto nel riportare in vita il suo giardino morto con lo stesso tipo di formaggio e simbolismo che ti aspetteresti da un film di Hallmark diventato tortuoso. Ma, come vuole il destino, il dottor Larry finisce per interessarsi all'uccello (uno storno) e a Lilly mentre intraprendono un'amicizia piena di terapia, non terapia.

Con molti attori famosi che interpretano sia ruoli principali che secondari nel film, ti aspetteresti recensioni glorificate dalle pubblicazioni. Ma a quanto pare, la visione realistica dei modi unici di affrontare il lutto di Jack e Lilly non è stata percepita da tutti come avrebbero potuto sperare i realizzatori.

Il New York Times reclamato sarà per gli uccelli, e Il guardiano disse è stata una sconcertante perdita di tempo per tutti, con entrambi che hanno suggerito che ha fatto luce su una situazione orribile e ha preso scorciatoie per il dolore della coppia ad ogni turno.

E mentre c'erano alcune scene che avrei voluto fossero state ampliate un po' di più, in nessun modo mi sentivo come se il film prendesse alla leggera la perdita dei bambini.

nomi univoci per i gorl

KAREN BALLARD/NETFLIX

Essendo una persona che ha perso un figlio allo stesso modo della coppia nel film, non ho potuto fare a meno di notare le somiglianze tra me e mio marito e Jack e Lilly. Quando tuo figlio muore e la sua causa di morte è la SIDS, vivi il resto della tua vita con un gigantesco punto interrogativo che pende sopra la tua testa. Non sai chi o cosa incolpare perché nemmeno i ricercatori più avanzati lo capiscono. Ma, come esseri umani, vogliamo risposte quando ci è successo qualcosa di traumatico. E quando non riusciamo a ottenerli, tendiamo a incolpare noi stessi o gli altri.

Direi che, date le personalità dei personaggi, il loro modo di affrontare il lutto sembrava appropriato. Forse è perché sono nato con un oscuro senso dell'umorismo, ma ho apprezzato il fatto che questo film non abbia evitato di fondere il dolore con l'umorismo. Ho sempre pensato che la risata abbia un posto nella guarigione dal trauma. Non solo, ma a volte le persone usano anche l'umorismo come meccanismo di difesa.

Abbiamo visto Jack usare prematuri non così divertenti presso la struttura di salute mentale come un modo per farcela. E parlando da mamma che ha perso un figlio a causa della SIDS, non mi ha minimamente offeso. Se ho pensato qualcosa, è che ho rispettato il modo in cui 'The Starling' si è tuffato nell'argomento tabù della prospettiva di un padre sul dolore in un modo che pochi film hanno fatto in passato.

In genere, Hollywood ritrae la madre come colei che sta precipitando nella tana del coniglio in seguito alla perdita di un figlio. Ma questo film ha ricordato ai suoi spettatori che il dolore di un papà è doloroso e valido quanto quello di una madre. E quando si uniscono, diventa molto più impegnativo. Devi ritrovarti di nuovo in modo indipendente dopo che gran parte di ciò che eravate insieme è sparito.

La figlia di Jack e Lilly era morta più di un anno fa e mi chiedo se gli scettici ne abbiano preso atto. Inoltre, l'ambientazione di questo film non era in un periodo che avrebbe mostrato i segni terribilmente esteriori del lutto che sono più visibili in quei primi giorni di dolore. Certo, il loro dolore era ancora crudo e più doloroso di quanto tu possa immaginare e probabilmente lo sarà sempre in una certa misura. Ma i genitori in lutto non possono piangere ogni giorno, tutto il giorno e per sempre. Ad un certo punto, devi raccogliere i pezzi rotti. Proprio come Lilly impara, il mondo continua a girare con o senza di te.

TRAMOGGIA PIETRA/NETFLIX

kaiser tiralatte ameda

Forse alcune persone sono rimaste deluse da questo film perché non ha offerto una grande rivelazione per la morte di Katie o ci ha fatto sapere come sarebbe andata avanti la coppia. Ma tanti genitori come me perdono il loro bambino senza una grande epifania, e andare avanti per noi è giorno dopo giorno.

A coloro che direbbero che 'The Starling' è una rappresentazione imbarazzante del dolore, vorrei ricordare loro che il dolore stesso è imbarazzante.

Condividi Con I Tuoi Amici: