Sono stato cresciuto dai miei nonni e avremmo potuto usare una comunità come Bridge Meadows

Genitorialità
Aggiornato: Originariamente pubblicato:  Una donna sorridente legge allegramente un libro con la nipote. AZemdega/Getty

Vivevamo in una grande casa marrone a due piani nella parte orientale di Long Island, a due ore da New York City. Di tanto in tanto, man mano che crescevo, gli estranei commentavano: 'Oh, assomigli proprio a tuo padre' o 'Wow, tua madre è bellissima'. Ciò che questi sconosciuti non sapevano, e mi vergognavo troppo per dirglielo, era che queste due persone che pensavano fossero i miei genitori in realtà erano i miei nonni materni . Sono stato cresciuto dai genitori di mia madre; i miei veri genitori erano troppo assenti, troppo giovani, troppo assorbiti dalla vita che conoscevano prima di scoprire che stavano per avere un bambino per prendersi cura di me.

Sono diventato il figlio dei miei nonni in tanti modi; fino al giorno in cui mi hanno trasferito nel mio primo appartamento durante il mio primo anno di college e fuori da solo, erano responsabili per me. Come milioni di altri bambini negli Stati Uniti , sono stato cresciuto interamente dai miei nonni. Le famiglie si dividono per tanti motivi, dall'incarcerazione alla dipendenza trascurare , lasciando in bilico la vita dei bambini. Alcuni bambini vengono inseriti nel sistema di affidamento mentre altri vanno a membri della famiglia attraverso la tutela di parentela o l'adozione, come quello che è successo nella mia famiglia a me e ai miei fratelli.

vecchie nane inglesi

I miei nonni erano esattamente i genitori di cui avevo bisogno. Sono stati loro che mi hanno provveduto finanziariamente e mi hanno instillato valori di cui sarò per sempre grato. Anche se da bambino non lo sapevo, anche loro hanno lottato per tenermi un tetto sopra la testa. Ci siamo spostati per opportunità di lavoro e cambiamento. Sospetto che scappassero anche dal comportamento sempre più irregolare di mia madre man mano che la sua dipendenza dal crack prendeva piede; abbiamo ricominciato da capo, in un posto nuovo e in una casa nuova.

Laura Olivas/Getty

Avremmo potuto usare un posto come le comunità di Prati del ponte .

Cos'è Bridge Meadows, chiedi? Si tratta di un gruppo di complessi residenziali che fanno la differenza nella vita dei bambini e di chi si prende cura di loro, aiutando famiglie multigenerazionali simili a quella in cui sono cresciuto. Le sue comunità, attualmente situate a Portland e Beaverton, Oregon, con altre in arrivo, sono fatto di famiglie che hanno bisogno di una mano.

Il lavoro di Bridge Meadows, come si legge sopra il loro sito web , 'sviluppa e sostiene comunità intenzionali e intergenerazionali per giovani precedentemente in affidamento, famiglie adottive e anziani, costruendo luogo, permanenza e scopo sociale condiviso una comunità alla volta'. Quando ho letto questo, mi ha reso triste ma pieno di speranza. Bridge Meadows non è solo un luogo in cui gli operatori sanitari possono vivere e crescere i propri figli, ma è un luogo in cui i bambini (e le famiglie) possono guarire dal trauma dell'essere in affidamento.

Parlo per esperienza quando dico che anche se i miei nonni erano tutto ciò di cui un bambino poteva aver bisogno: amorevoli, attenti, emotivamente disponibili e molto altro ancora, ho comunque dovuto affrontare un trauma. Perché? Perché i miei genitori non erano mai presenti fisicamente o emotivamente, e quando lo erano, dovevo gestire loro, le loro emozioni e le loro vite. Il trauma è qualcosa che devono affrontare così tante famiglie, anche quelle che sembrano “avere tutto”. Le comunità di Bridge Meadows forniscono guarigione, sostegno e parentela alle famiglie. E quale famiglia non potrebbe trarne beneficio?

Nel 2010, la ricerca ha mostrato che 1 bambino su 14 è stato cresciuto dai nonni, ovvero 5,4 milioni di bambini, rispetto ai 4,7 milioni del 2005 . In lo stesso studio , i ricercatori hanno osservato: “Nel 2010, più della metà dei bambini (54%) che vivevano con i nonni venivano allevati principalmente da un nonno che dichiarava di avere la responsabilità primaria della maggior parte dei bisogni primari del bambino. Il numero di bambini che hanno come principali fornitori di assistenza i nonni è cresciuto da 2,5 milioni nel 2005 a 2,9 milioni nel 2010, con un aumento del 16% nel corso del decennio”. Questi numeri mi ricordano che il bisogno è grande.

nomi britannici per maschi

MoMo Produzioni/Getty

Le famiglie, soprattutto quelle multigenerazionali, hanno bisogno di cose che la nostra società non sembra in grado di gestire. Come un'adeguata riabilitazione per chi ha problemi di abuso di sostanze, come i miei genitori. O un alloggio adeguato e un potenziale di guadagno per coloro che portano avanti la sfida aggiuntiva di crescere figli. E opportunità educative sia per i bambini che per gli operatori sanitari.

Bridge Meadows sta colmando una lacuna da cui molti possono trarre beneficio. La nostra società non dispone di così tanti modi per aiutare le persone anziane – famiglie non tradizionali – a provvedere completamente ai bambini nel modo in cui vorrebbero, e sta diventando sempre più difficile; secondo la CNN , “La previdenza sociale dovrà tagliare i benefici entro il 2034 se il Congresso non fa nulla per affrontare il deficit di finanziamento a lungo termine del programma”.

Comunità come queste incarnano cosa significa dire “ci vuole un villaggio” per crescere un bambino. Questo villaggio, ne sono certo, sta fornendo più di una comunità abitativa a queste famiglie: sta dando loro speranza, cosa che non è facile per i bambini (o gli operatori sanitari) che si ritrovano a convivere con dinamiche familiari così non tradizionali.

Nella mia vita, una delle più grandi lezioni che ho imparato è che, in realtà, l’unica comunità su cui si può contare è quella che creiamo. Non solo sono stato cresciuto dai miei nonni, ma oggi sto crescendo il mio fratellastro come se fosse mio figlio. Il bambino che è stato affidato alle mie cure quasi quindici anni fa mi ha insegnato cosa significa essere un genitore, una madre e una persona che si prende cura di lui. Come sua madre, ho imparato da lui quanto sia vitale una comunità solidale per il suo benessere... e per la mia sanità mentale. Non è un lavoro facile.

Essere genitori è molto difficile, e forse lo è ancora di più in una famiglia non tradizionale. Ma comunità come Bridge Meadows forniscono un sistema di supporto tanto necessario per queste famiglie e, essendo io stesso il prodotto di una famiglia multigenerazionale, questo è un modello che mi piacerebbe vedere in tutto il paese.

Lo dobbiamo ai nonni che si sono fatti avanti per fare il lavoro che i loro figli non potevano fare.

Condividi Con I Tuoi Amici: