Allergie ai crostacei nei bambini: una guida completa ai sintomi, al trattamento e altro

Bambini
allergie-spiegatore-crostacei-fi (1)

Toa Heftiba / Unsplash

Ovviamente, tutti vorremmo poter mettere i nostri figli in una bolla e proteggerli da tutto - e vogliamo sicuramente che siano in grado di godersi la vita (e il cibo!) Senza dover affrontare qualcosa come un'allergia ai crostacei. Ma la realtà difficile da accettare è che a volte la vita non si scuote come vorremmo. Non possiamo tenere i nostri figli in una bolla più di quanto possiamo prevedere se saranno uno dei 5,6 milioni di bambini stimati in America con il maggior numero di allergie alimentari comuni .

Tuttavia, possiamo armarci delle conoscenze di cui abbiamo bisogno per prenderci la migliore cura possibile dei nostri i bambini se soffrono da un'allergia ai crostacei. Sapere esattamente cosa cercare, cosa fare quando si verifica una reazione e quando fare queste cose trasforma la paura in azione. E sappiamo tutti che le mamme sono creature d'azione.

Quindi, considera questo il tuo punto di riferimento per tutte le informazioni relative alle allergie ai crostacei nei bambini. Abbiamo scelto i cervelli di professionisti medici e specialisti in allergie per offrirti il ​​4-1-1 completo in modo che tu abbia una cosa in meno di cui preoccuparti.

vecchi nomi inglesi ragazzo

Che cos'è un'allergia ai crostacei?

Un'allergia alimentare è una condizione medica in cui l'esposizione a determinati alimenti crea una risposta immunitaria anormale (e potenzialmente dannosa). Questa risposta, nota come reazione allergica, si verifica perché il sistema immunitario attacca le proteine ​​del cibo che il corpo normalmente troverebbe innocuo.

Con un'allergia ai crostacei in particolare, la proteina - o allergene - che innesca la risposta sono gli animali marini nella categoria dei crostacei. Questo include crostacei e molluschi, come granchi, aragoste, ostriche, capesante, gamberi, calamari e altro ancora.

Che aspetto ha un'allergia ai crostacei in un neonato, un bambino piccolo, un bambino e un adolescente?

Secondo la dottoressa Kathleen Dass, la proprietaria e allergologo-immunologo residente presso Centro di allergia, asma e immunologia del Michigan , i sintomi di un'allergia ai crostacei possono variare da persona a persona, caso per caso, ma possono sembrare uguali indipendentemente dall'età. I sintomi di un'allergia ai crostacei possono variare da lievi a gravi e potenzialmente letali, ha detto a Scary Mommy. Questi sintomi includono orticaria, nausea, vomito, vertigini, problemi di respirazione, gonfiore del viso/bocca/lingua/gola, difficoltà a deglutire, perdita di conoscenza, aumento della frequenza cardiaca e calo della pressione sanguigna.

rimborso del richiamo simile

Dove l'età diventa un fattore è la comunicazione. Questi sintomi possono presentarsi allo stesso modo sia che si tratti di un neonato, di un bambino piccolo, di un bambino o di un adolescente. Dal momento che i bambini non possono dirti che stanno avendo una reazione allergica, puoi anche cercare che il tuo bambino diventi più irritabile e diventi blu. I bambini possono anche sviluppare una reazione non IgE mediata chiamata FPIES (enterocolite indotta da proteine ​​alimentari), che si presenta con sintomi gastrointestinali come nausea, dolore addominale e vomito e/o diarrea protratti, ha spiegato il dott. Dass.

Quanto tempo impiega una reazione allergica ai crostacei a svilupparsi?

I sintomi di un'allergia ai crostacei in genere si presentano ovunque da subito dopo aver mangiato i crostacei fino a entro due ore, dice Dott. Quella . Tuttavia, una reazione non mediata da IgE può verificarsi da una a sei ore dopo l'ingestione. Anche buono a sapersi? Le allergie ai crostacei possono svilupparsi all'improvviso nei bambini che hanno mangiato crostacei senza problemi in passato.

Qual è la differenza tra un'allergia ai crostacei e un'allergia ai frutti di mare?

È possibile che ascolterai persone che usano i termini allergia ai crostacei e allergia ai frutti di mare in modo intercambiabile. È importante capire che c'è, in effetti, una distinzione tra i due. La nutrizionista Lisa Richards — autrice di La dieta Candida e collaboratore di Oggi , Notizie dagli Stati Uniti , La salute delle donne , e altro ancora - l'ha rotto per Scary Mommy.

È un malinteso comune che un'allergia al pesce e un'allergia ai crostacei siano la stessa cosa, ma questo è un presupposto pericoloso e impreciso. Mentre il pesce (come il tonno o il salmone) e i crostacei (come i gamberetti o l'aragosta) sono entrambi classificati come frutti di mare, differiscono biologicamente. Puoi essere allergico a entrambi i tipi, ma non sono la stessa cosa. Una reazione allergica ai crostacei è generalmente più grave e comprende respiro sibilante, orticaria, gonfiore, vomito, anafilassi e altro. Un'allergia al pesce può causare sintomi gravi, ma l'anafilassi è rara. Mal di testa, nausea e naso che cola sono gli effetti collaterali più comuni di un'allergia al pesce.

Ciò significa che il pesce non causerà una reazione allergica in un bambino che ha un'allergia ai crostacei, a meno che anche quel bambino non abbia un'allergia al pesce. Questo può diventare confuso perché il pesce viene spesso preparato nello stesso spazio dei crostacei. Quindi, le proteine ​​dei crostacei possono trovare la loro strada in alimenti non a base di crostacei che sono stati preparati insieme ai crostacei, portando a confusione su ciò che ha causato la reazione.

Come si esegue il test per l'allergia ai crostacei?

Se hai la sensazione che tuo figlio possa essere allergico ai crostacei, fissa un appuntamento con un allergologo il prima possibile. In primo luogo, un allergologo avrà una storia per stabilire un sospetto di allergia ai crostacei. Quindi, verrà eseguito un test cutaneo su gamberetti, granchi e aragoste. Possiamo anche controllare i livelli di IgE in gamberi, granchi e aragoste. Un test IgE per un'allergia, mentre IgG test per qualsiasi precedente esposizione. Questo è il motivo per cui gli allergologi testeranno solo le IgE nel sangue, ha affermato il dott. Dass.

Ha continuato, se penso che la probabilità di una vera allergia sia bassa, consiglierei una sfida alimentare orale. Una sfida alimentare orale si verifica quando si somministra una piccola quantità, poi quantità sempre maggiori di molluschi, fino a raggiungere una quantità specificata. Se superi la sfida alimentare, sicuramente non sei allergico!

oli essenziali cicatrici da acne

Naturalmente, è ovvio che non dovresti mai tentare la sfida alimentare senza prima parlare con un allergologo per escludere la possibilità di una grave allergia ai crostacei.

Quali alimenti dovrebbe evitare un bambino con allergia ai frutti di mare?

Una volta che il tuo bambino risulta positivo per un'allergia ai frutti di mare, il medico ti fornirà ogni sorta di opuscoli informativi e letteratura su ciò che è sicuro da consumare per il tuo piccolo. Inutile dire che questo include i crostacei. È interessante notare che alcune persone con allergie ai crostacei reagiranno ai crostacei e non ai molluschi o viceversa - conferma con il medico di tuo figlio se tuo figlio dovrebbe stare lontano da tutti i crostacei o da alcuni tipi.

Come un regola generale , tuttavia, un bambino con allergie ai crostacei dovrebbe evitare:

  • abalone
  • acciughe (pur non crostacei, contengono una proteina simile)
  • cirripede
  • integratori di calcio a base di corallo
  • molluschi
  • cardo, pervinca e riccio di mare
  • granchio; gamberi/gamberi, ecrevisse, krill
  • seppia
  • patella (lapas e opihi)
  • aragosta, scampi, scampi, cimici della baia di Moreton, scampi, corallo, tomalley
  • molluschi
  • cozze
  • Ostriche
  • polpo e calamari/calamari
  • scaloppine
  • cetriolo di mare (beche-de-mer)
  • gamberi, gamberi, crevette
  • lumache
  • buccine

Fondamentalmente, dovrai diventare un professionista nel leggere le etichette degli alimenti ed essere solo super vigile sulla provenienza del cibo di tuo figlio. Qualsiasi cibo preparato in un ristorante di pesce potrebbe essere contaminato da crostacei. Alcune persone possono avere una reazione allergica semplicemente per il semplice fatto di stare intorno agli odori di cucina, di toccare i crostacei o di essere esposti al vapore dei crostacei (la proteina dei crostacei viene rilasciata nel vapore durante la cottura).

Se vedi le parole bouillabaisse, nero di seppia, brodo di pesce, glucosamina, aroma di frutti di mare o surimi su un'etichetta o su un menu, potrebbe significare che la proteina dei crostacei è presente nel piatto. La paella, un piatto di riso, contiene spesso vongole o cozze. Alcuni tipi di sushi contengono crostacei o possono essere contaminati in modo incrociato. La tapenade e la salsa Worchestershire possono contenere entrambe acciughe.

Ci sono prodotti non alimentari a cui fare attenzione?

Sì, hai indovinato. Non sono solo i crostacei che potrebbero potenzialmente scatenare l'allergia ai frutti di mare di tuo figlio. Oltre al vapore e agli odori di cucina, la maggior parte dei bambini allergici ai crostacei è sensibile agli acari della polvere e alle allergie agli scarafaggi. È inoltre possibile consultare le risorse sul sito Web di ricerca e istruzione sulle allergie alimentari per ulteriori informazioni sugli allergeni legati ai frutti di mare sia ingeribili che non ingeribili.

Le allergie ai crostacei sono genetiche?

Se tu o il tuo partner avete un'allergia ai crostacei, vi starete chiedendo quali sono i fattori di rischio per lo sviluppo di un'allergia ai crostacei. Perché sei finito con uno? E, più precisamente, lo fa voi avere un'allergia ai crostacei rende più probabile che tuo figlio ne sviluppi una? Ebbene sì e no. Elaborato Dr. Dass, le allergie ai crostacei in particolare non hanno ancora dimostrato di essere genetiche. Tuttavia, se esistono allergie di qualsiasi tipo nella tua famiglia, allora sei a maggior rischio di allergia alimentare.

Le allergie ai crostacei scompaiono mai?

Ascolta, tutto è possibile. I miracoli accadono. Conosci il discorso. Detto questo, allergie a arachidi , noci , pesce e crostacei sono generalmente per tutta la vita. È possibile superare un'allergia alimentare, anche se ci sono alcuni alimenti che è più probabile che diventino troppo grandi, come il latte o uovo , ha detto il dottor Dass. L'allergia ai crostacei ha meno probabilità di essere superata, ma può variare da persona a persona.

Detto questo, un'allergia ai crostacei è in realtà meno comune nei bambini, recentemente riportata allo 0,5 percento nei bambini rispetto al 2,5 percento negli adulti, secondo il dott. Dass. Tuttavia, se tuo figlio fa parte di quella percentuale, dovrai essere proattivo. Al momento non esiste una cura per le allergie alimentari, quindi devi semplicemente evitare i fattori scatenanti e imparare a riconoscere e trattare i sintomi di reazione.

secondi nomi per radica

Tra i lati positivi, in questo momento sono in corso studi clinici incentrati sulle terapie per le allergie alimentari. Nessuno è stato ancora approvato per l'uso generale, ma c'è sicuramente la speranza che le opzioni di trattamento saranno disponibili in futuro.

Condividi Con I Tuoi Amici: