Crescere una 'brava ragazza' è uno dei miei più grandi rimpianti genitoriali

Bambini
cresciuto-brava-ragazza-1

Mamma spaventosa e Cecile Lavabre/Getty

NFT

È così ben educata! svenne l'altro madri in ufficio, dopotutto, è bastato uno sguardo da parte mia e un cenno appena decifrabile per segnalare al mio bambino che non doveva toccare il costoso computer.

Mi ero quasi dimenticato che fosse qui! hanno esclamato dopo che li ho ringraziati per averla osservata mentre ero in riunione.



Intorno al momento in cui ha compiuto due anni, ho portato il mio figlia al lavoro le poche volte in cui non siamo stati in grado di garantire l'assistenza all'infanzia. All'epoca, ero grata di avere diverse colleghe che erano madri e un capo comprensivo che avrebbe permesso questo. Non mi ha fatto male avere un figlio d'angelo che raramente creava onde.

NFT

Per favore, capisci: non sto gongolando.

Ripensando ai nostri stili genitoriali, non penso davvero che io e mio marito abbiamo fatto qualcosa di intenzionale per creare quest'anima obbediente e calma. Non fraintendetemi... allora penso che pensavamo di essere solo genitori esemplari che erano in grado di stabilire i limiti giusti e dire le cose giuste. Ci davamo fastidiosamente e regolarmente pacche sulla spalla per aver cresciuto una così brava ragazza. Barf.

Ma, mentre la guardavamo crescere, diventavamo sempre più insicuri di aver posto le basi giuste.

Durante quelli che avrebbero dovuto essere gli anni da incubo dei bambini - sulla base di tutte le storie che avevo sentito da mamme amiche e sconosciuti su Internet - potevo contare su una mano il numero di volte in cui nostra figlia aveva fatto i capricci o aveva recitato. Durante quello stesso tempo, tuttavia, ci siamo trovati a confortarla mentre piangeva istericamente quando i bambini molto più piccoli le rubavano i giocattoli, o alle feste di compleanno quando non riusciva a prendere nemmeno una caramella dalla piñata. Di solito era troppo preoccupata di aspettare il suo turno e di essere una buona partecipi mentre gli altri bambini correvano all'impazzata sotto la doccia di zucchero.

Mi sono reso conto che l'assenza di recitazione (ad esempio essere una brava ragazza) e il dolore che derivava dal restringersi per lasciare spazio a tutti gli altri erano inevitabilmente collegati.

È stato proprio nel periodo di questi due e tre non così terribili che io e mio marito avevamo deciso fermamente che essere una brava ragazza non era così vantaggioso per lei e il suo sviluppo in quanto in realtà era solo favorevole a una vita familiare efficiente per noi. Quindi, abbiamo iniziato a incoraggiare il più possibile il bambino selvaggio in lei.

Sia chiaro: mia figlia è nata tranquilla. È nata gentile. È nata gentile. Fin da piccola amava il semplice piacere di giocare tranquillamente da sola, nel suo piccolo mondo. Proprio come sua madre, ha risposto alla velocità della luce al rinforzo positivo, quindi ascoltare gli adulti è stato facile quando è stato servito con un lato di lode. Non c'è niente di sbagliato in tutto questo e l'ultima cosa che volevamo fare era cambiare chi è lei. Ma era chiaro che io e mio marito le avevamo modellato, per tutta la sua breve vita, che essere la brava ragazza era l'obiettivo finale, e sapevamo che dovevamo lavorare sodo per invertire la rotta.

Ma, aspetta... cosa c'è di sbagliato nell'essere una brava ragazza, chiedi?

Da dove cominciare?!

Le brave ragazze spesso diventano il tipo di donne che devono essere viste, non ascoltate.

Le brave ragazze passano la vita seguendo le regole, solo per essere completamente accecate da cose come angoscia, perdita e tumulto. Nessuna quantità di seguire le regole produrrà una vita perfettamente ricompensata.

Le brave ragazze mettono i bisogni degli altri prima dei propri fino a quando non riescono a ricordare ciò che vogliono o di cui hanno bisogno.

paura che i propri cari muoiano fobia
Alzando A

Ron Levine/Getty

Lo so intimamente perché sono stata cresciuta come una brava ragazza. La mia bontà era conveniente per gli adulti e gli operatori sanitari quando ero bambino; e le lodi e le attenzioni che ricevevo per essere stato bravo erano come una droga. La mia bontà mi ha dato un falso senso di sicurezza che in qualche modo se avessi seguito le regole, sarei stato felice. La mia bontà mi ha anche lasciato confuso e sconfitto quando, all'età di 33 anni, avevo perso entrambi i miei genitori troppo presto e mi sentivo ingannato e senza speranza. Non avevo fatto tutto bene? Perché stava succedendo a me?

Quando la vita ti dà un bambino calmo e tranquillo, crescere la brava ragazza o il bravo ragazzo è facile. È stata una sfida per me e mio marito andare oltre ciò che era stato radicato in noi, per fornire alla fine un rifugio sicuro affinché nostra figlia potesse stare in piedi da sola.

Essere selvaggio.

Abbiamo iniziato in piccolo, ma abbiamo continuato a coltivarlo man mano che lei cresce.

All'inizio, le abbiamo dato la lingua da usare nel parco giochi in modo che il suo primo istinto non fosse quello di rimpicciolirsi davanti a chi le stava intorno. (NO! Non mi piace! FERMATI!)

Le abbiamo dato il permesso esplicito e l'incoraggiamento a urlare, correre, saltare e perdere il controllo; qualcosa che non abbiamo mai espressamente proibito, ma è vero che abbiamo sempre elogiato i suoi comportamenti tranquilli rispetto a quelli giocosi.

Smettevamo di intervenire immediatamente ad ogni piccola caduta, ogni volta che toccava qualcosa che probabilmente non avrebbe dovuto, ogni volta che esitava a condividere.

Senza il timore che il suo comportamento venisse subito corretto, l'abbiamo vista sbocciare. Abbiamo ancora parlato con lei se fosse stata esageratamente maleducata o spiegato il perché dietro alcune restrizioni, ma non abbiamo più lasciato che gli adulti dessero il tono. Le abbiamo finalmente permesso di occupare spazio nel suo ambiente.

Questo si è tradotto nel difendere se stessa e nel pensare in modo critico alle regole che vengono stabilite, invece di seguirle ciecamente. Si è fidata di se stessa per la prima volta e il nostro lavoro è diventato più quello di darle gli strumenti per capire le situazioni da sola piuttosto che di fornirle le sue soluzioni.

Ora è una bambina di sette anni brillante e sicura di sé. La sua tendenza naturale rimane quella di essere più calma e tranquilla che caotica e spensierata, ma c'è stato un chiaro cambiamento.

A volte, quando la vita diventa stressante, torniamo ad alcuni dei genitori che producono un bravo bambino, perché è davvero più facile quando un piccolo umano segue tutte le regole al primo tentativo. Ma l'intenzione è quella di correggere i nostri errori permettendole di farli propri.

Ogni volta che nostra figlia mette alla prova i suoi limiti, è una sfida per me trovare l'equilibrio tra saltare di gioia per la sua ribellione, sentirsi frustrata ed essere ancora una luce guida per aiutarla a dare un senso a questo mondo. Perché alla fine, questo è tutto ciò che il bambino selvaggio in ognuno sta facendo ogni volta che coloriamo al di fuori delle linee metaforiche della vita: semplicemente cercando di capire tutto.

Ho amici che descriverebbero prontamente i propri figli come naturalmente selvaggi. Li vedo lottare perché sono esausti alla fine di ogni giornata cercando di tenere il passo. Si sono sfogati con me su quanto siano imbarazzati e stanchi di scusarsi per i loro figli al parco giochi, nei ristoranti o alle feste.

Vedo anche l'orgoglio che provano per i loro piccoli sicuri di sé. Vedo come avere la libertà di colorare fuori dalle righe stia dando ai loro figli lezioni di vita inestimabili che alla fine svilupperanno adulti fiduciosi.

Sono qui per dire a tutte le mamme selvagge del mondo che sto guardando a te come mio esempio.

Sto prendendo appunti e sto cercando di continuare a coltivare la natura in mio figlio.

Vedo l'ardente indipendenza che stai coltivando. Vedo come a volte sacrifichi la quiete e l'ordine per il vero sviluppo personale dei tuoi figli. Il tuo bambino selvaggio sta aiutando a insegnare a mia figlia come mantenersi ed essere il suo sé unico e bello. Voglio fornire di più alla nostra famiglia e ho lavorato negli ultimi anni per farlo consapevolmente.

Guardando indietro, so che non avrei dovuto essere così attratto dalla prospettiva di crescere la brava ragazza. Ora sto semplicemente cercando di crescere la mia ragazza e incoraggiarla a occupare più spazio possibile in questo mondo.