Il 'lavaggio rosa' del mese di sensibilizzazione sul cancro al seno è fuori controllo e dannoso

Generale
Infermiera che assiste il paziente durante l

xavierarnau/Getty

Ottobre: ​​il mese del latte macchiato alle spezie di zucca, della pianificazione dei costumi di Halloween, delle gite al frutteto di mele e all'orto di zucche e tirando fuori i nostri stivali, jeans e sciarpe scozzesi. Ottobre è anche il mese in cui c'è il rosa, ovunque. Ottobre è Mese di sensibilizzazione sul cancro al seno , e quello che vediamo è un sacco di pinkwashing.

Sono un due volte sopravvissuta al cancro al seno, e questo mese è agrodolce per me. Apprezzo la consapevolezza portata a una malattia devastante e implacabile. Lo faccio davvero. Tuttavia, il pinkwashing è fuori controllo. Non capisco come un'azienda che vende cereali, che schiaffeggia un nastro rosa sulla sua scatola, che dona solo 0,0000001 delle sue vendite alla ricerca sul cancro al seno, stia aiutando me o altri come me. Ottobre mi fa venire voglia di festeggiare e seppellirmi sotto il mio piumino fino a novembre. Il cancro al seno è molto più che rosa, tutto a ottobre. Le donne devono prendere sul serio la salute del seno ogni mese, non solo a ottobre.



Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Rachel Garlinghouse (@whitesugarbrownsugar)

Le statistiche sono sbalorditive. Una donna su otto svilupperà un cancro al seno invasivo nel corso della propria vita . Il 5% di queste donne sarà giovane, come me, cioè sotto i quarant'anni . Anche se i test genetici possono essere uno strumento utile, solo Il 3% delle donne diagnosticate ha i geni BRCA1 o BRCA2 (cancro al seno). . Abbiamo imparato molto sul cancro al seno, ma abbiamo molta, molta strada da fare.

Il cancro al seno che conosco è una bestia, un cretino, un bugiardo e un ladro. Il cancro al seno non è una sorta di magico viaggio di un unicorno rosa attraverso un campo di lussureggianti fiori rosa. Neanche vicino. Il cancro al seno è assolutamente brutale. Ha avuto un impatto enorme non solo sulla mia salute fisica, ma anche sulla mia salute emotiva, mentale e spirituale. Anche quando un paziente ha terminato il trattamento, il cancro al seno rimane impresso, per sempre, nelle nostre menti.

spukkato/Getty

Per fortuna, abbiamo alcune opzioni di trattamento efficaci per alcune donne. Ma il trattamento del cancro al seno ha una lunga, lunga strada da percorrere. Le donne di oggi devono adottare misure per proteggere la salute del loro seno, a partire da oggi.

Prima che tu mi dica che non sei a rischio, non pensavo di esserlo neanche io. Non avevo una storia familiare, i miei test genetici erano negativi, ho fatto un esame annuale della mammella e della donna in buona salute, e ho fatto gli autoesami. Ho mangiato sano. mi sono esercitato. Non fumavo, non bevevo eccessivamente (come sempre) o ero in sovrappeso. Non facevo il turno di notte (al di fuori dei tempi in cui i nostri quattro figli erano neonati, e poi si nutriva ogni tre ore). Fondamentalmente, non avevo i fattori di rischio della bandiera rossa. Ho pensato di essere al sicuro, al punto che non ho pensato molto al cancro al seno. Andava tutto bene, finché non lo era.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Jana Augustin (janaillustration)

Mi è stato diagnosticato quando avevo trentacinque anni. Ho trovato un nodulo attraverso un autoesame. All'imaging sembrava a posto, ma avevo un sospetto fastidioso e ho ottenuto un secondo parere. Avevo lo stadio 0, DCIS, cancro al seno. Ho scelto di sottopormi a una mastectomia bilaterale. Tre anni e mezzo dopo, mentre stavo marciando verso il traguardo dei cinque anni di sopravvivenza, ho scoperto una massa nella mia parete toracica. Le scansioni e una biopsia hanno confermato la mia più grande paura. Ho avuto il cancro al seno, di nuovo.

Ho controllato con un radiologo del seno, la dottoressa Anjali Malik per avere i suoi consigli. Cosa dobbiamo fare, tutto l'anno, per mantenerci in salute e prestare attenzione alla salute del nostro seno? Perché come ho già condiviso con te, l'acquisto di un bagel a forma di nastro per cancro al seno NON lo è.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Nightbirde ️ (@_nightbirde)

non mi importa se non ti piaccio citazioni

In primo luogo, riconosce il danno del pinkwashing. Tra quelli nella comunità del cancro al seno, il pinkwashing può essere offensivo e terrorizzare dal mare di rosa insignificante in ottobre. Aggiunge anche che, ironia della sorte, i prodotti che aumentano direttamente il rischio di cancro al seno, come il vino, ad esempio, sbattono nastri rosa sulle loro etichette.

Cosa possiamo fare per prenderci cura della salute del nostro seno tutto l'anno? Il Dr. Malik vuole che facciamo le nostre mammografie annuali, se abbiamo un rischio medio che inizia all'età di 40 anni. Quando hai vent'anni (sì!), discuti con il tuo medico che desideri calcolare il tuo rischio per determinare il tuo protocollo di screening e capire se i test genetici possono avvantaggiarti. (Se non l'hai ancora fatto, fallo ora.)

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da The Breasties (@the_breasties)

Se possibile, scava nella storia medica della tua famiglia e assicurati di condividere ogni nuova informazione ogni volta che vedi il tuo medico. Condivide che qualsiasi nuova diagnosi di cancro in un membro della famiglia può cambiare il rischio.

E gli auto-esami? Sono un grande sostenitore di loro, poiché ho scoperto il mio cancro, due volte, tramite un autoesame del seno e del torace. Dovremmo fare un autoesame, una volta al mese ogni mese? Sì. Il dottor Malik dice di fare un esame del seno mensile a metà ciclo, ma non si ferma qui. Sottoponiti a un esame clinico annuale del seno.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Dr. Malik | Radiologo senologico (@anjalimalikmd)

C'è anche la prevenzione Molti di noi si sentono in balia della genetica o del caso, ma ci sono misure preventive che possiamo adottare per ridurre il rischio di contrarre il cancro al seno. Il dottor Malik afferma che mantenere un peso sano e ridurre o eliminare il consumo di alcol è una mossa intelligente.

Maskot/Getty

Di recente ho completato la radioterapia per la mia seconda battaglia contro il cancro al seno. Ho chiesto ai miei tecnici delle radiazioni perché ultimamente non sono stati così occupati con i pazienti. Mi hanno riferito che da quando è iniziata la pandemia, i pazienti non ricevono i loro screening oncologici di routine tanto quanto prima. Il dottor Malik ha condiviso con me che questo è vero e i risultati sono allarmanti. Condivide che ci saranno migliaia di diagnosi mancate o ritardate nelle donne che hanno ritardato la mammografia nel 2020 e all'inizio del 2021, con numeri che prevedono un aumento di quasi 3000 decessi nel prossimo decennio. Ciò è dovuto ai ritardi legati alla pandemia nell'ottenere l'imaging e la cura del cancro.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Nalie (@nalieagustin)

Oh, e c'è di più. Gli studi hanno anche dimostrato che la mancanza di una sola mammografia influisce sulla morbilità e sulla mortalità del cancro al seno, afferma. Quindi, smettila di inventare scuse. Il dottor Malik mi ha detto: Stiamo incoraggiando le donne a mascherarsi ea sottoporsi a mammografie, perché la diagnosi precoce salva davvero vite.

Prima di decidere di spendere i tuoi ben guadagnati dollari per qualcosa con un nastro rosa sulla confezione, chiediti: questo aiuta davvero a prevenire o curare il cancro al seno? Cosa posso fare, in questo momento, per onorare la salute del mio seno e incoraggiare gli altri a fare lo stesso? Sostenere il pinkwashing in ottobre non è, amici miei, divertente o efficace come sembra.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Rachel Garlinghouse (@whitesugarbrownsugar)