celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Perché la stagione del raffreddore e dell'influenza sta aumentando così presto (e con una vendetta) quest'anno?

Stile di vita

Non sei solo tu, *tutto* sta colpendo tutto in una volta, ed è molto da affrontare.

  I medici affermano che la stagione del raffreddore e dell'influenza sembra aumentare all'inizio di quest'anno. Pixel Effect/Immagini Getty

Se la tua famiglia ha combattuto una malattia o un'altra senza una tremenda pausa per quello che sembra un'eternità, sei tutt'altro che solo. Stagione del ritorno a scuola e l'avvento del clima più fresco porta sempre con sé un aumento delle malattie, in particolare tra i bambini. Ma sembra che quest'anno sia stato particolarmente brutale, grazie all'aumento convergente dei casi non solo di raffreddore e influenza ma anche virus respiratorio sinciziale (RSV) , malattia della mano, dell'afta epizootica (HFMD) , ed ovviamente, COVID-19 .

C'è un quantità in giro in questo momento, dal comune raffreddore e dal classico mal di gola a virus più spaventosi , e onestamente non ti biasimiamo per il fatto che entrambi vuoi tenere i tuoi figli in una tuta a bolle e anche voler scappare, non tornare mai più. Aggiungi al mix titoli terrificanti su a 'tripleemia' insieme a gli ospedali per bambini colpendo la capacità in giro per il paese a causa di un assalto di malattie respiratorie e può semplicemente sembrare troppo da gestire.



Così è questa stagione del raffreddore/influenza/tutto il resto in realtà peggio, o sembra solo così a causa dei vari virus che stanno attualmente circolando? Uno specialista pediatrico ha dato lo scoop a Scary Mommy.

Non sei solo tu - Tutto quanto ha raggiunto il picco all'inizio di quest'anno.

Che si tratti di naso che cola, mal di gola, un insetto allo stomaco o tutto quanto sopra, se sembra che tuo figlio non possa prendersi una pausa quest'anno, è perché i virus respiratori stagionali avere ha raggiunto il picco molto prima del normale. spiega Sara Siddiqui, MD, FAAP , pediatra e professore assistente clinico presso il Dipartimento di Pediatria presso l'Hassenfeld Children's Hospital della NYU Langone a New York, 'Le stagioni autunnali e invernali sono generalmente note per i virus respiratori stagionali come rinovirus, enterovirus, influenza, parainfluenza e RSV'. Aggiunge che sebbene queste malattie virali 'tendano a manifestarsi più comunemente da ottobre a marzo', sembra che stiamo vivendo 'un picco attualmente, mentre di solito raggiungiamo un picco più vicino a gennaio'.

E se sembra che i bambini più piccoli (neonati e bambini piccoli) stiano sopportando il peso maggiore delle malattie ultimamente, è probabilmente dovuto a quelle prime fasi di costruzione immunitaria delle loro piccole vite che hanno preso forma in modo diverso a causa della pandemia di COVID-19. Il mascheramento, il distanziamento sociale e l'apprendimento a distanza per proteggersi dal COVID - pratiche che hanno dominato la maggior parte del 2020 e del 2021 - sono quasi cadute nel dimenticatoio, il che significa che il terreno fertile per la ripresa di altri virus si sta aprendo, pieno vapore avanti.

Negli ultimi anni, 'abbiamo assistito a una malattia virale respiratoria più lieve del normale, il che potrebbe essere dovuto al fatto che il COVID sembrava essere il principale virus circolante', afferma Siddiqui. 'Il mascheramento e le precauzioni generali potrebbero aver limitato la diffusione anche di altre malattie virali. Ora che stiamo tornando alla 'normalità', stiamo assistendo a un grande ritorno in tutti gli altri tipi di malattie respiratorie e virali'.

Sfortunatamente, però, gli esperti di salute non possono individuare esattamente perché La stagione del raffreddore e dell'influenza sta arrivando presto e con una vendetta questo autunno rispetto agli anni passati, dice Siddiqui. 'L'ipotesi è che il COVID possa essere stata la malattia virale predominante che ha soppresso temporaneamente la diffusione di altri virus'. Tuttavia, è un modello che è esistito anche prima della pandemia, con Siddiqui che ha aggiunto: 'Abbiamo visto altri anni con un aumento delle malattie virali respiratorie, insieme a una maggiore diffusione dell'influenza, dove sembrava che 'tutti' avessero sintomi di tosse e congestione. '

OK, quindi cosa dovremmo fare?

A parte piangere silenziosamente o reprimere un urlo nel tuo cuscino ogni giorno (cosa che ti supportiamo pienamente, se necessario!), cosa possono fare i genitori per superare la stagione con la loro sanità mentale intatta?

A livello personale, ci sono molti passi perseguibili che puoi intraprendere per mantenere te e la tua famiglia al sicuro e (si spera!) mitigare le malattie. 'È comunque importante notare che lavarsi le mani, tossire nel braccio e stare a casa quando ci si sente male (soprattutto con la febbre) aiuterà a ridurre la diffusione della malattia', afferma Siddiqui. 'Supportare il sistema immunitario con una dieta e un'attività adeguate, mantenere l'idratazione, una buona igiene del sonno e rimanere aggiornati sui vaccini idonei aiuterà anche a ridurre la diffusione'.

Siddiqui osserva inoltre che le decisioni politiche come il miglioramento della ventilazione e la richiesta di un mascheramento universale nelle aree pubbliche come ospedali e studi medici sono importanti per proteggere il sistema immunitario dei bambini piccoli, dei pazienti immunocompromessi e degli anziani. Ma, ovviamente, non è sempre facile controllare l'ambiente in cui ci si trova tu e/o i tuoi figli.

'I genitori dovrebbero continuare a raccomandare ai propri figli di lavarsi frequentemente le mani, soprattutto prima dei pasti', afferma Siddiqui. 'Insegnare ai bambini a evitare di toccarsi il viso, in particolare la bocca, il naso e le zone degli occhi, aiuta a ridurre la diffusione di malattie virali e batteriche. Tenere i bambini (e gli adulti) a casa quando sono malati o con la febbre è un buon modo per ridurre la diffusione ambienti scolastici e d'ufficio'.

In qualsiasi momento, per qualsiasi motivo, consultare il medico di tuo figlio non è mai una cattiva idea, aggiunge. 'Incoraggiare la comunicazione con il pediatra per garantire diagnosi precoci e opzioni di trattamento al fine di tornare rapidamente in salute è un ottimo modo per ridurre anche la diffusione della malattia'. Non importa cosa, però, tu volere superare questo - e le cose miglioreranno nel tempo.