Oltre 300.000 donne hanno lasciato la forza lavoro da sole il mese scorso

Tendenza
Solo una dipendente donna è stata licenziata da un gruppo di dipendenti

sesamo/Getty

Nuovi dati rilevano che 309.000 donne di età pari o superiore a 20 anni hanno lasciato volontariamente la forza lavoro nel solo mese di settembre

Con così tanti lavoratori americani in più settori volontariamente lasciando il lavoro e/o riunirsi per chiedere migliori condizioni di lavoro , inclusi salari più alti, benefici migliori e un trattamento complessivamente più equo, uno psicologo dei conti atteso da tempo Anthony Klotz ha soprannominato la grande rassegnazione è finalmente arrivato.

Mentre ci sono sicuramente alcuni dati demografici che sembrano lasciare la forza lavoro in numero maggiore rispetto ad altri (con Harvard Business Review notando che il maggior numero di uscite è nel settore tecnologico e sanitario e tra i dipendenti a metà carriera), un gruppo in particolare sembra essere stufo di essere maltrattato e sottovalutato sul lavoro: le donne. Secondo i dati appena diffusi dal Ufficio di statistica del lavoro degli Stati Uniti ed analizzato dal Centro nazionale di diritto delle donne , solo nel mese di settembre, 309.000 donne di età pari o superiore a 20 anni hanno lasciato completamente la forza lavoro, il che significa che non lavorano più o cercano attivamente lavoro. L'organizzazione osserva che questo segna il calo più grande nella partecipazione delle donne alla forza lavoro da settembre 2020, quando 863.000 donne hanno lasciato la forza lavoro.

simile a cibo simile

L'ingresso nel terzo anno solare segnato dalla pandemia globale ha senza dubbio creato effetti a catena devastanti per i lavoratori di tutte le età e in tutti i settori, ma i dati BLS rilevano che 182.000 uomini hanno trovato lavoro il mese scorso. E le disparità sono in parti uguali esasperante e scoraggiante, con la NWLC che riporta che oltre il 7,3% delle donne nere dai 20 anni in su erano disoccupate il mese scorso. Sebbene si tratti di un leggero miglioramento rispetto al 7,9% registrato il mese prima, dipinge comunque un quadro assolutamente deprimente di cosa significhi per i milioni di donne nere negli Stati Uniti che cercano di assicurarsi un lavoro sicuro e stabile in mezzo a una delle peggiori crisi economiche del nostro Paese. storia del paese.

La stessa pandemia ha ulteriormente illuminato le molte iniquità sociali affrontate dai neri americani, incluso l'accesso all'assistenza sanitaria e un trattamento equo quando cercano assistenza, nonché il supporto tra cui l'assistenza all'infanzia, il congedo parentale e il congedo retribuito. Queste sono necessità di base che così tante persone negli Stati Uniti semplicemente non hanno, con le donne di colore colpite in modo sproporzionato su tutta la linea. I dati hanno mostrato che la disoccupazione è diminuita tra le donne latine dai 20 anni in su dal 6% a solo il 5,6% nello stesso periodo e tra le donne asiatiche dal 4,2% al 3,4%.

Diversi fattori stanno rendendo questa crisi economica particolarmente dura per le lavoratrici, ha detto un portavoce di NWLC La collina . Le donne sono sovrarappresentate nei settori più colpiti dalla pandemia, inclusi vendita al dettaglio, ospitalità, assistenza sanitaria e settore pubblico. È anche più probabile che le donne abbiano responsabilità di assistenza all'infanzia e il paese continua a soffrire di una carenza di operatori per l'infanzia e di posti disponibili per l'assistenza all'infanzia aggravata dai salari a livello di povertà che gli operatori dell'assistenza all'infanzia ricevono per il loro servizio vitale.

miglior olio antidolorifico

Ma francamente, le condizioni di lavoro anche prima della pandemia semplicemente non sono sostenibili per milioni di donne che lavorano, in particolare donne nere, marroni e immigrate, madri single e donne con disabilità, ha affermato l'organizzazione, aggiungendo: 'Molto più importante di qualsiasi singolo numero è la qualità della vita e del lavoro che le donne sono in grado di mantenere, e concentrarsi esclusivamente sul tasso di disoccupazione o sul tasso di partecipazione alla forza lavoro rischia di oscurare lo stress e lo sfruttamento che milioni di donne continuano a subire, anche mentre sono occupate, come conseguenza della nostra rete di sicurezza sociale negligente .

formula similac pro anticipo

Infatti, affinché le donne ottengano il sostegno di cui hanno bisogno per tornare nel mondo del lavoro, la NWLC conta molteplici e radicali aggiustamenti che devono essere apportati, inclusi solidi investimenti nell'assistenza all'infanzia e nei servizi domiciliari, scuola materna universale, congedo retribuito universale e estendere il Child Tax Credit, molte delle quali sono misure incluse come parte del Presidente Biden Ricostruisci meglio piano che i Democratici stanno attualmente lavorando per far passare.

È del tutto chiaro che le cose devono cambiare per la stragrande maggioranza degli americani, ed è passato molto tempo che i funzionari eletti a ogni livello lavorino per sostenere le lavoratrici in modi tangibili che contano.

Condividi Con I Tuoi Amici: