Op-Ed: Il verdetto di colpevolezza di Derek Chauvin non è giustizia

Questioni Sociali
TOPSHOT-US-RAZZISMO-POLIZIA-PROCESSO-DIRITTI

Elijah Nouvelage/AFP/Getty

Non avrei mai pensato che avremmo visto il giorno in cui un poliziotto bianco sarebbe stato ritenuto responsabile dell'omicidio di una persona di colore. Ricordo ancora nel 2014 quando il poliziotto che ha ucciso Eric Garner non è stato nemmeno incriminato, anche se l'autopsia ha mostrato che è morto per soffocamento. Quante volte nei quasi sette anni trascorsi da quando abbiamo visto poliziotti bianchi uccidere gente di colore e liberarsi? Uno dei poliziotti che ha ucciso Breonna Taylor non solo è libero, ma ha un cazzo affare di libro . Quindi, non ci sono prove che Chauvin sarebbe stato effettivamente ritenuto responsabile. Ma solo perché lo era non significa che i tempi stiano cambiando quando si tratta di ritenere responsabile la polizia bianca.

E questa non è nemmeno giustizia per George Floyd.



Qualcosa nell'uccisione di George Floyd era diverso. Non è stato il primo uomo di colore ad essere ucciso da agenti di polizia bianchi. Ma per qualche ragione, quando morì, la gente se ne accorse. Forse era perché tutti erano a casa e non avevano nient'altro su cui concentrarsi. Perché certamente non era solo la prova video della sua uccisione; abbiamo visto innumerevoli video di uomini neri assassinati dalla polizia, e non c'è stato lo stesso tipo di protesta che abbiamo visto con George Floyd. La sua morte ha trasformato Black Lives Matter in un movimento globale, ed è stato davvero qualcosa a cui assistere. Per diverse settimane la scorsa estate, il paese (e il mondo) si sono riuniti in mezzo a una pandemia globale per essere solidali con la comunità nera. Durante quelle settimane, i bianchi hanno usato i loro account sui social media per amplificare le voci dei neri e sembravano scavare in come smantellare la supremazia bianca.

Per i neri, l'omicidio di George Floyd è stato solo un altro dei tanti. Ancora una volta, abbiamo dovuto rinforzare i nostri nervi mentre il video della sua morte veniva riprodotto più e più volte. I cuori e le braccia delle madri nere hanno fatto male quando abbiamo sentito George chiamare angosciato sua madre. Questa volta, la gente se ne è accorta e ha iniziato ad ascoltare quando la comunità nera implorava per la nostra umanità. Sembrava che la gente iniziasse a sentirci quando dicevamo che volevamo che i nostri uomini invecchiassero. Hanno iniziato a vedere le persone uccise dalla polizia come più che semplici persone nei video e negli hashtag. Persone in realtà ha cominciato a credere che le vite dei neri contano.

Di conseguenza, la gente è scesa in piazza. Milioni di persone hanno marciato in tutto il mondo, alzando cartelli e cantando parole di pace, le parole dei morti, o ricordando a coloro che vogliono dimenticare che esistiamo. E poiché la gente non diceva altro, incontrarono una feroce resistenza. Ricordo di essermi affrettato a fare la spesa mentre Los Angeles dichiarava il coprifuoco in tutta la città. E la mia città non era l'unica: in tutti gli Stati Uniti, la polizia in tenuta antisommossa terrorizzava coloro che scendevano in strada per chiedere giustizia. Era davvero un'immagine impressionante da vedere. Agenti di polizia con arieti e scudi mandare gas lacrimogeni tra la folla che cantava non riesco a respirare. Proiettili di gomma rivolto alle persone che erano lì per chiedere giustizia. La polizia ha terrorizzato le persone che erano lì per combattere la brutalità della polizia, dimostrando la necessità di scendere in strada a colori vivi.

innamorarsi di una vecchia fiamma

E mentre combattevamo per George Floyd e tutti gli altri neri uccisi dalla polizia, la nostra comunità era devastata dal COVID-19. I neri erano morendo in numero maggiore di chiunque altro, e sembrava che nessun posto fosse al sicuro. Coloro che sono scesi in strada stavano rischiando la vita in più di un modo. Combattendo contro la polizia, rischiavano anche di morire per una malattia mortale. Le maschere tra la folla leggono Black Lives Matter, le parole che assumono un significato completamente diverso. E mentre marciavamo, il mondo osservava.

Con il verdetto di colpevolezza nel processo Chauvin, infine, un ufficiale di polizia bianco è stato ritenuto veramente responsabile per aver ucciso una persona di colore senza giusta causa. Questa responsabilità è in arrivo da molto tempo e sembra che vederla accadere una volta che lo dimostra è possibile, e forse può succedere di nuovo. Ma dobbiamo ricordare una cosa cruciale: Derek Chauvin è stato dichiarato colpevole non lo è giustizia per George Floyd. Se ci fosse una sorta di giustizia, George Floyd sarebbe ancora vivo. Giustizia significa che non avrebbe avuto un ufficiale di polizia inginocchiato sul suo collo per quasi 10 minuti. Se ci fosse una sorta di giustizia, sua figlia oggi avrebbe un padre. Quindi no, questo verdetto di colpevolezza sicuramente non lo è giustizia. Questo verdetto è il primo passo verso la responsabilità, e c'è una grande differenza.

indovinelli per adulti con risposte sporche

Sfortunatamente, solo perché l'assassino di George Floyd è stato ritenuto responsabile non significa che le cose stiano cambiando. Chiamami stanco, ma non c'era modo loro non potevo trovarlo colpevole. Non dopo tutto quello che è successo l'anno scorso. C'era solo un modo in cui le cose andavano, o questa primavera avrebbe potuto rispecchiare i disordini diffusi dell'estate 2020. E più di ogni altra cosa, volevano evitarlo. Derek Chauvin è colpevole e dovrebbe essere punito, ma è anche il maiale sacrificale. Qualcuno doveva essere preso d'esempio e, dopo le proteste mondiali, doveva essere lui. Alcune persone potrebbero prenderlo come una vittoria, ma chiunque abbia un briciolo di pensiero critico sa di non lasciare che questo ci spinga in un luogo di compiacenza.

Solo una settimana fa, un uomo di colore di 20 anni è stato assassinato da un agente di polizia che pensava che stesse puntando su di lui un taser invece di una pistola . Solo pochi giorni dopo, un ragazzo di 13 anni è stato ucciso dalla polizia. E mentre ci stavamo concentrando tutti sul verdetto del processo Chauvin, la polizia di Columbus, Ohio... sparato e ucciso una ragazza di 16 anni — solo pochi mesi dopo la polizia nella stessa città ha ucciso un 23enne mentre tornava a casa della nonna.

Mentre il poliziotto che ha ucciso Daunte Wright era accusato di omicidio colposo - di nuovo, dovevano. Quel caso sta accadendo a meno di 10 miglia da dove si è svolto il caso George Floyd. Troppe persone stanno aspettando che facciano qualcosa di diverso da quello che dovrebbero.

Non sarebbe dovuta essere necessaria l'uccisione di George Floyd per dare a questo paese il tanto necessario campanello d'allarme. Dopotutto, non c'è niente in lui che sia fondamentalmente diverso da Alton Sterling, Philando Castile o Elijah McClain. Breonna Taylor è stata uccisa poco prima di Floyd e i suoi assassini sono liberi. Contrariamente a quanto potrebbero dire alcune persone ( o ho detto ), George Floyd non è un martire. Non è morto perché questo fottuto paese potesse essere illuminato sui rapporti razziali. Questo è un uomo che sarebbe ancora vivo se ci fosse una sorta di vera giustizia in questo paese. Non è il simbolo dei neri che sono stati assassinati. Non dovremmo ringraziarlo per essere morto in modo che uno Il poliziotto potrebbe essere ritenuto responsabile per omicidio. Non è quello che è tutto questo.

Mentre apprezzo che quei giurati abbiano fatto la cosa giusta, ho troppa stanchezza nel mio cuore. Penso a Michael Brown, Eric Garner, Sandra Bland, Freddie Grey, Botham Jean, Atatiana Jefferson, Tamir Rice e Breonna Taylor. Tutti i neri che sono stati assassinati per mano della polizia sono stati autorizzati a camminare liberi. Le loro vite contano quanto George Floyd. Dirò i loro nomi ogni giorno.

Questo va oltre la giustizia. Dobbiamo abbattere il sistema e costruire qualcosa di più equo che tratti effettivamente i neri come dovremmo essere trattati noi. I neri non dovrebbero più chiedere l'elemosina per la nostra umanità.