celebs-networth.com

Moglie, Marito, Famiglia, Stato, Wikipedia

Le adozioni dei miei figli sono ovvie, ma le loro storie sono private

Adozione E Affido
adozione-bambini-storie-private

Rachel Garlinghouse/Instagram

Allora, sei la loro mamma adottiva? mi chiede una donna mentre scelgo un sacchetto di mele al supermercato. Fa un gesto verso i due bambini al mio fianco.

Ehm, no, rispondo seccata. Lei non si muove, chiaramente insoddisfatta della mia risposta, in piedi davanti al mio carrello. Sospiro e dico, sono la loro mamma. Il mio problema non riguardava l'affidamento, che è un ruolo sacro e necessario. Piuttosto, ero seccato che si sentisse in diritto di sapere perché una donna bianca stava facendo shopping con due bambini neri.



Sono certamente abituato alle domande che riceviamo come una grande famiglia multirazziale. Ma questo non significa che non mi irriti quando un altro sconosciuto decide che la nostra gita quotidiana al parco o in biblioteca è un buon momento per iniziare un interrogatorio. Sono stato nel bel mezzo di un controllo di sicurezza aeroportuale e mi è stato chiesto dall'agente della TSA, quindi, che succede alla tua famiglia? Sì, mentre il dorso delle sue mani passa sulle mie zone sensibili e tutte le mie cose cadono dal nastro trasportatore.

Non potrei mai dare via i miei figli. Perché i loro veri genitori non li volevano? Il cognato del vicino di mia madre ha adottato un bambino e quel bambino è incasinato. Perché non hai adottato un bambino bianco? Di che paese sono i tuoi figli? Ho sempre desiderato adottare un bambino nero.

Quanto sono costati i tuoi figli? Sono veri fratelli? Perché non hai avuto i tuoi figli? Hai provato gli oli essenziali per aiutarti a rimanere incinta? Ho sempre voluto adottare, ma poi ho avuto i miei figli. Ho adottato un gatto l'anno scorso, quindi so quanto può essere fantastica l'adozione. Penso che i bambini misti siano solo i più carini!

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Rachel Garlinghouse (@whitesugarbrownsugar)

Sei una persona così meravigliosa per aver dato a un bambino bisognoso una casa amorevole. Dio ti benedica! I tuoi figli sono così fortunati che li hai adottati . Da quanto tempo sono stati in affidamento? I loro veri genitori erano drogati? I tuoi figli sono nati tossicodipendenti? E se un giorno volessero trovare la loro vera famiglia?

Vorrei essere chiaro. Non tutte le domande o i commenti sono offensivi o maleducati. Abbiamo avuto un sacco di persone che ci hanno semplicemente detto, hai una bella famiglia. Oppure condividono prontamente la loro storia di adozione. Abbiamo avuto diversi adottati che hanno condiviso che loro, come i miei figli, sono stati adottati. Alcuni ci offrono persino consigli su come assicurarci che i nostri figli crescano e diventino adulti adottati sicuri.

C'è differenza tra stabilire una connessione attraverso un'esperienza comune e trattare la mia famiglia, e specialmente i miei figli, come se fossero sotto inchiesta perché sono neri e adottati.

Regali per il 6° anniversario di matrimonio per lui

Le mie ragazze detestano che le donne bianche interroghino sui loro capelli. Abbiamo affrontato adulti bianchi che usano il loro privilegio per eseguire una microaggressione... allungare la mano per toccare le treccine delle mie figlie . I miei figli sanno dire all'adulto, non toccarmi i capelli, e io sono intervenuto e sono stato molto diretto, dicendo alla persona, non toccare i miei figli. Naturalmente, rivendicano la curiosità come loro motivatore. Ma l'intento è irrilevante. Se non si toccano, vomitano una riga di domande che va più o meno così:

Chi ti fa i capelli? Tua madre può fare la treccia? Quanto tempo richiede questo stile? Non potrei mai stare fermo così a lungo! Quante settimane durano i tuoi capelli? Può bagnarsi? Lo lavi? Capisco perfettamente come ti senti, perché anch'io ho i capelli ricci.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Rachel Garlinghouse (@whitesugarbrownsugar)

Non solo queste domande mettono in difficoltà i miei figli, ma l'interazione è così inappropriata. Gli adulti sconosciuti non dovrebbero toccare i bambini, né dovrebbero servire una linea di interrogatorio come i miei figli sono sul banco dei testimoni e l'adulto è il pubblico ministero. Inoltre, gli adulti bianchi non hanno il diritto di toccare o chiedere risposte ai bambini di colore. Questo accade più spesso alle famiglie multirazziali, credo, perché lo sconosciuto pensa che, poiché sono bianca, sia in qualche modo lecito per loro accedere ai miei figli. Non siamo in una squadra insieme, Karen. La mia fedeltà è ai miei figli.

Quello che molte persone non riescono a capire è che le adozioni dei miei figli sono evidenti, ma le loro storie sono private. Questo non perché ci vergogniamo o ci imbarazzo per le loro adozioni o per il nostro stato di famiglia multirazziale. Il motivo per cui non diamo a ogni estraneo un indizio è perché le storie di adozione dei nostri figli appartengono a loro. E sono sacri, non per essere giudicati o apprezzati dal pubblico consumo.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Rachel Garlinghouse (@whitesugarbrownsugar)

Alcune situazioni sono state decisamente strane e scomode, mentre altre sono state divertenti, non divertenti. Come quella volta che ero al mio appuntamento annuale di ginecologia con le mie due ragazze più grandi al seguito. All'epoca erano un bambino e un neonato. L'infermiera mi ha chiesto, quasi sussurrando, se avevo intenzione di dire ai miei figli che erano stati adottati. Le ho detto, sai, possono sentirti. E dato che sono neri e io sono bianco, penso che lo capiranno abbastanza rapidamente. PS: i miei figli sanno di essere stati adottati da quando erano tra le nostre braccia.

Un'altra volta eravamo in fila alla cassa al supermercato. La donna di fronte a noi si è girata, ha guardato le mie ragazze e poi mi ha detto: Sono vere sorelle? Sono rimasto scioccato, ma dato che le mie figlie stavano guardando e imparando, ho risposto rapidamente con un brusco, sì. Strizzò gli occhi, si chinò e disse: Ma sono davvero vere sorelle? Ero così furioso che stesse mettendo in dubbio la realtà del rapporto tra le mie ragazze e la nostra famiglia che ho preso le mie ragazze per mano, ho detto a mio marito che l'avremmo incontrato in macchina e ho lasciato l'edificio. In macchina ho chiesto alle ragazze se avevano sentito quello che diceva la signora e loro hanno risposto di sì. Li ho informati che è sempre giusto che non rispondano, se ne vadano o dicano: Non sono affari tuoi.

Quando il mio più grande aveva un anno, abbiamo incontrato alcuni amici per cena. La cameriera si è avvicinata al nostro tavolo, ha detto il suo nome, e anche prima di prendere il nostro ordine da bere mi ha guardato e mi ha chiesto, stai facendo da babysitter? Ho risposto, no! Lei è mia! Ha continuato, quindi l'hai adottata? Wow! Oh mio Dio! È così così così così bello! Stava praticamente gridando. Alzai gli occhi al cielo verso mio marito e reindirizzai la cameriera troppo entusiasta, chiedendo se potevo prendere un tè freddo non zuccherato.

So che la nostra famiglia suscita curiosità nelle persone, soprattutto ora che siamo in sei. Siamo una famiglia grande e rumorosa e le nostre differenze di melanina sono ciò che le persone notano per prime. Va bene. Non c'è niente di sbagliato nel notare l'adozione o la razza. Ciò che non va bene è portare l'osservazione al livello successivo, un livello in cui il bisogno di sapere prende il sopravvento sul buon senso e sulla decenza.

battute romantiche per la tua ragazza

Alla domanda sull'adozione, condividerò spesso informazioni generali. Penso che sia giusto voler saperne di più sull'adozione: i tipi di adozione, il modo in cui una persona si prepara ad adottare, il processo legale. Ma non va bene pretendere che ti racconti dettagli intimi sulle storie di adozione dei miei figli.

Non sei ancora convinto? Pensaci in questo modo. Come ti sentiresti se qualcuno venisse da te e ti chiedesse di conoscere il tuo peso attuale, le dipendenze, le cattive abitudini, il livello di reddito, il debito, lo stato delle relazioni, la religione, le esperienze traumatiche dell'infanzia e la tua storia medica? Invasivo, vero? Non appropriato? Scommetti!

La storia dell'adozione di ogni bambino, incluso il motivo per cui è stato dato in adozione, l'età dei genitori naturali, la loro formazione medica, i loro nomi di nascita, è legata alla loro identità. Elaboreranno le loro adozioni per tutta la vita e l'ultima cosa di cui hanno bisogno è uno sconosciuto che dica loro come si sentono o li implori di servire i dettagli.

Ci sono un fantastiliardo di altre cose di cui possiamo parlare, ma le storie di adozione dei miei figli non saranno una di queste.